Marino, il saluto agli studenti dell’Assessore Tiberi

Marino, il saluto agli studenti dell’Assessore Tiberi

19/09/2018 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 282 volte!

Pao­la Tiberi

«Caris­si­mi stu­den­ti,              in questi giorni, con l’avvio del nuo­vo  anno sco­las­ti­co, inizia una nuo­va avven­tu­ra for­ma­ti­va che vi vedrà sem­pre più pro­tag­o­nisti di un pro­gres­si­vo per­cor­so di eman­ci­pazione e cresci­ta.  Ho avu­to modo di incon­trare molti di voi e colti­vare momen­ti di prezioso con­fron­to, soprat­tut­to in occa­sione delle sedute del Con­siglio Comu­nale Gio­vani, atti­vo nel nos­tro Comune dal­lo scor­so anno. Ciò che trat­ter­rò nel­la memo­ria è la matu­rità con la quale avete saputo esporre sog­ni e bisog­ni.  Come ammin­is­tra­tore “pro tem­pore” del­la scuo­la mi impeg­n­erò affinché le vostre istanze tro­vi­no sem­pre delle risposte. Accade, poi, di vedere al TG una cor­ag­giosa e deter­mi­na­ta ragazz­i­na svedese di 15 anni, Gre­ta Thun­berg che, con il sosteg­no del­la pro­pria famiglia e dei pro­pri inseg­nan­ti, ha deciso di portare avan­ti una sin­go­lare protes­ta, arrivan­do a sci­op­er­are dalle lezioni per andar­si a sedere, con tan­to di cartel­li, sot­to la sede del Par­la­men­to svedese nel ten­ta­ti­vo di “costrin­gere” i politi­ci a pre­oc­cu­par­si del benessere del nos­tro piane­ta in dife­sa del CLIMA, affinché il mon­do apra gli occhi sul prob­le­ma del cam­bi­a­men­to cli­mati­co e del riscal­da­men­to glob­ale. Il pri­mo invi­to, quin­di,  che mi sen­to di riv­ol­gervi è quel­lo di bat­ter­vi sem­pre per ciò che ritenete gius­to nel con­vinci­men­to che la scuo­la, oltre a fornire conoscen­ze, deb­ba, prin­ci­pal­mente, con­tribuire a svilup­pare coscien­ze! Il sec­on­do invi­to muove dal­la con­sid­er­azione che nel­la soci­età del­la glob­al­iz­zazione e dell’intercultura, accade spes­so che, ai “dis­onori” del­la cronaca vengano rac­con­tati fenomeni di dis­crim­i­nazione e di giudizio del “diver­so”. Di qui l’importanza del­la isti­tuzione SCUOLA affinché get­ti le basi per una men­tal­ità aper­ta alla diver­sità, di qualunque tipo essa sia. “L’uomo ha bisog­no del­lo sguar­do altrui” per raf­forzare la rap­p­re­sen­tazione di sé, parafrasan­do una cele­bre frase di J.J. Rousseau, la nos­tra stes­sa iden­tità pro­cede di pari pas­so con quel­la dell’alterità, del­la diver­sità. Pos­si­amo dire “io” solo se con­tem­po­ranea­mente dici­amo “altro”.  L’augurio, quin­di, che, mi sen­to di riv­ol­gere a voi ragazzi è quel­lo di ampli­are lo sguar­do agli “ALTRI”, nel rispet­to delle rec­i­proche diver­sità in un inces­sante arric­chi­men­to nelle vicen­de­voli dif­feren­ze.    Riv­ol­go, infine, a tut­ti gli oper­a­tori del mon­do del­la Scuo­la, diri­gen­ti, ammin­is­tra­tivi, docen­ti e per­son­ale ATA, l’augurio di un sereno e profi­c­uo anno di lavoro, a nome dell’intera ammin­is­trazione comu­nale e del­la comu­nità cit­tad­i­na, entrambe riconoscen­ti per ciò che avete fat­to e per quan­to farete. Guardiamo al Vostro lavoro col­let­ti­vo con fidu­cia e sper­an­za!  Buon anno! Pao­la Tiberi Asses­sore alla Scuo­la, Comune di Mari­no
Con­di­vi­di:
error0