Pillole per dimagrire: un fenomeno preoccupante. Intervista alla nutrizionista Maria Angela Macario

Pillole per dimagrire: un fenomeno preoccupante. Intervista alla nutrizionista Maria Angela Macario

28/08/2018 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 680 volte!

Quel­la di uti­liz­zare alcune pil­lole o preparati per dima­grire, é sem­pre più un’e­mer­gen­za allar­mante: molte per­sone, infat­ti, dichiara­no di aver fat­to almeno una vol­ta uso di pil­lole per perdere peso velo­ce­mente. Un tema scot­tante, attuale e pre­oc­cu­pante. Ne abbi­amo par­la­to con la dot­tores­sa Maria Angela Macario, biolo­ga nutrizion­ista di fama nazionale. Classe ’87, romana, tra le prime nutrizion­iste sportive nel­la Cap­i­tale d’Italia, Maria Angela Macario da anni si occu­pa di nutrizione e di dietet­i­ca, in due noti stu­di di Roma e Fiano Romano. Dal­la perdi­ta di peso alla ali­men­tazione speci­fi­ca per numerose patolo­gie: nutrizione onco­log­i­ca, dia­bete, coles­tero­lo, patolo­gie gas­troin­testi­nali, obe­sità e sin­drome meta­bol­i­ca di vario gra­do, malat­tie car­diache, malat­tie croniche e infi­amma­to­rie, intoller­anze e ali­men­tazione speci­fi­ca per veg­e­tar­i­ani, veg­ani e sportivi. Inoltre, si occu­pa di val­u­tazione nutrizionale, piani dieteti­ci e ali­men­ta­ri, esa­mi di fat­tori di ris­chio ed uti­liz­zo di inte­gra­tori e nutraceu­ti­ci. Una pro­fes­sion­ista che col­lab­o­ra con numerose soci­età del com­par­to sporti­vo e calcis­ti­co.

Dot­tores­sa Macario, entri­amo nel mer­i­to del­la ques­tione: di che pil­lole sti­amo par­lan­do? Da cosa sono com­poste? Per­ché, almeno in teo­ria, aiu­tano nel­la perdi­ta di peso, atti­ran­do numerosi con­suma­tori a com­prar­le?

Guar­di, queste pas­tic­che — ma si pos­sono trovare anche in pol­vere o altri preparati — sono in genere anfe­t­a­mine, sostanze ille­gali, oppure uti­liz­zate per fini ter­apeu­ti­ci per altre patolo­gie (ven­nero sin­te­tiz­zate per la pri­ma vol­ta nel 1887 inizial­mente per curare il raf­fred­dore, ndr), poi ci si accorse che tra gli effet­ti col­lat­er­ali ave­vano una grande perdi­ta di peso (anche 20 kg in un mese) e com­in­cia­rono ad essere uti­liz­zate come far­ma­ci “Anores­siz­zan­ti”, cioè far­ma­ci per la perdi­ta impor­tante di peso”.

Molte di queste sostanze sono state vietate. Per­ché?

Oltre la perdi­ta di peso, queste sostanze han­no numerosi altri effet­ti col­lat­er­ali impor­tan­ti e gravi (i più comu­ni: tachi­car­dia, depres­sione, ner­vo­sis­mo dis­ori­en­ta­men­to, ele­va­ta pres­sione san­guigna, aumen­to del bat­ti­to car­dia­co e del­la tem­per­atu­ra cor­porea); questi effet­ti pos­sono insorg­ere anche poco tem­po dopo l’utilizzo. Ma sopratut­to cre­ano forte dipen­den­za, spes­so i pazi­en­ti anche con mol­ta forza di volon­tà non riescono a smet­tere di pren­der­le”.

Quin­di agis­cono sul sis­tema ner­voso?

Esat­ta­mente, agis­cono sopratut­to sul sis­tema ner­voso cen­trale, superan­do la bar­ri­era ence­fal­i­ca attra­ver­so l’eccitazione delle vie dopamin­er­gi­ca e adren­er­gi­ca .L’ef­fet­to anores­siz­zante, carat­ter­is­ti­co delle anfe­t­a­mine è provo­ca­to invece dal­la depres­sione dei cen­tri ipota­lam­i­ci del­la fame”.

Può dirci quali sono le anfe­t­a­mine più dif­fuse e conosciute?

Le più note sono Efed­ri­na (usa­ta anche dagli sportivi per il forte effet­to di ener­gia che da all’atleta e riduzione del sen­so di fat­i­ca), Topa­max e Femdime­traz­i­na, ma spes­so nei preparati ven­gono aggiun­ti anche Anti­de­pres­sivi e ansi­oliti­ci come Oxazam, Flu­ox­ex­enti­na, Top­i­ram­a­to”.

Ma se non pos­sono essere uti­liz­zate per dima­grire per­ché molti spe­cial­isti le pre­scrivono ugual­mente?

Molto spes­so suc­cede che vedere qual­cuno dima­grire sen­za sfor­zo di molti chilo­gram­mi in pochissi­mo tem­po e soprat­tut­to sen­za nes­suna dieta o ali­men­tazione speci­fi­ca, por­ta alcune per­sone sen­za scrupoli a pre­scriver­le lo stes­so e i pazi­en­ti o in buona fede oppure (quan­do l’iniziativa viene da loro stes­si) si las­ciano facil­mente abbindolare da ques­ta stra­da appar­ente­mente breve, sem­plice, imme­di­a­ta ed effi­cace. Non fare nes­sun tipo di per­cor­so e avere lo stes­so risul­ta­to, ovvi­a­mente può atti­rare e molto, ma questo come spie­ga­to in prece­den­za purtrop­po é solo appar­ente per­ché non é la stra­da che si può per­cor­rere”.

Per­ché ? Che suc­cede una vol­ta sospe­so l’u­ti­liz­zo di queste pil­lole?

I chilo­gram­mi per­si si recu­per­a­no con la stes­sa veloc­ità, spes­so anche di più, il metab­o­lis­mo si ral­len­ta molto e qualo­ra questo non fos­se suf­fi­ciente suben­tra­no tut­ti i gravi effet­ti col­lat­er­ali nom­i­nati pri­ma. Non solo, perdere peso una vol­ta sospese le anfe­t­a­mine é molto più dif­fi­cile di pri­ma di aver­le prese pro­pio per i prob­le­mi al metab­o­lis­mo che sono suben­trati nel frat­tem­po con le anfe­t­a­mine”.

E allo­ra cosa fare per perdere peso in modo sano, nat­u­rale e cor­ret­to?

Perdere peso é un per­cor­so piacev­ole, al con­trario di quel­lo che comune­mente si può pen­sare, ovvi­a­mente se fat­to con lo spe­cial­ista gius­to che ci guiderà con un’alimentazione speci­fi­ca e su misura per noi, sen­za sac­ri­fi­ci nè monot­o­nie, che pren­derà in con­sid­er­azione (dopo un’accurata Ana­mane­si) le nos­tre anal­isi del sangue e le nos­tre abi­tu­di­ni e patolo­gie o even­tuale attiv­ità fisi­ca ago­nis­ti­ca”.

Se fos­si­mo in dub­bio se ci siamo riv­olti alla per­sona sbagli­a­ta o che vuole solo approf­ittare di noi e del­la nos­tra salute?

Purtrop­po il set­tore del­la dietet­i­ca e del­la nutrizione umana é il più ric­co di abu­sivi nel cam­po medico o per­sone che si avven­tu­ra­no con il solo scopo di approf­ittar­si del­la nos­tra buona fede e nel frat­tem­po l’unico ad allegerir­si é il nos­tro portafogli. Allo­ra la cosa da fare é molto sem­plice: andare sul sito dell’ordine Nazionale dei Biolo­gi e clic­care su “elen­co iscrit­ti”. Li potrete ver­i­fi­care imme­di­ata­mente se il Biol­o­go nutrizion­ista cer­ca­to é nell’elenco, l’unico elen­co iscrit­ti uffi­ciale e ver­i­fi­care diret­ta­mente se non abbi­ate incon­tra­to un abu­si­vo o un approf­itta­tore del nos­tro sta­to di salute”.

Per mag­giori info:

mail: mariaangela.mac@libero.it

web: www.dottoressamacario.it

Con­di­vi­di:
error0