ROMA. CENTRO STORICO, SUD PROTAGONISTA: “IN VIA BARBERINI DILAGA ABUSIVISMO COMMERCIALE”

ROMA. CENTRO STORICO, SUD PROTAGONISTA: “IN VIA BARBERINI DILAGA ABUSIVISMO COMMERCIALE

19/07/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 225 volte!

Men­tre l’amministrazione comu­nale di Roma, gui­da­ta dal­la sin­da­ca M5S Vir­ginia Rag­gi, ele­va sanzioni a tan­ti onesti com­mer­cianti, solo per aver oltrepas­sato di qualche cen­timetro il lim­ite per l’occupazione di suo­lo pub­bli­co, appren­di­amo diret­ta­mente con i nos­tri occhi che la lot­ta con­tro l’abusivismo com­mer­ciale per il Campi­doglio rimane un puro option­al. Emblem­ati­co, ad esem­pio, quel­lo che accade in via Bar­beri­ni, dove orde di ven­di­tori ille­gali gior­nal­mente sono “impeg­nati” a som­min­is­trare abu­si­va­mente al pub­bli­co bot­tigli­ette d’acqua e altre bevande, di cui non si conosce per­al­tro la prove­nien­za.  Si trat­ta di una realtà sociale ed igien­i­co-san­i­taria molto pre­oc­cu­pante, che non può e non deve pas­sare sot­to silen­zio. Per ques­ta ragione, abbi­amo deciso di denun­cia­re l’amministrazione di Roma Cap­i­tale sul­la del­i­ca­ta vicen­da: depositer­e­mo un espos­to alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Roma e seg­nalere­mo la ques­tione ai Nas. Non è pos­si­bile che nel­la Cap­i­tale d’Italia si lim­i­ti chi lavo­ra ones­ta­mente e paga rego­lar­mente le tasse, men­tre si chi­udono gli occhi di fronte al dila­gante fenom­e­no dell’abusivismo com­mer­ciale”.

Così, in una nota con­giun­ta, i diri­gen­ti del Lazio di Sud Pro­tag­o­nista, Simone Cara­bel­la e Gabriel­la Fer­rari.