Il 29 giugno Leo Folgori a ‘Na Cosetta Estiva a Roma

Il 29 giugno Leo Folgori a ‘Na Cosetta Estiva a Roma

26/06/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 330

LEO FOLGORI

Il can­tau­tore il 29 giug­no a ‘Na Coset­ta Esti­va per l’unica data di quest’estate

Ven­erdì 29 giug­no – ‘Na Coset­ta Esti­va
Via Bior­do Mich­e­lot­ti 4, 00176 Roma

Dopo cinque esta­ti pas­sate in tour, è tem­po di fer­mar­si per Leo Fol­go­ri, che fes­teggerà ques­ta pausa con un uni­co live esti­vo a Roma, a ‘Na Coset­ta Esti­va, il 29 giug­no.

Dopo il pri­mo dis­co Vieni Via, grande suc­ces­so di crit­i­ca e pub­bli­co, lo scor­so 9 otto­bre è usci­to il sec­on­do lavoro discografi­co di Leo Fol­go­ri, Nue­vo Mun­do, pub­bli­ca­to per Mate­ri­ali Musi­cali & BetaPro­duzioni.

La musi­ca di Leo Fol­go­ri è carat­ter­iz­za­ta da sonorità evoca­tive, pri­mor­diali e magiche che si ispi­ra­no a tradizioni cul­tur­ali prove­ni­en­ti da varie par­ti del mon­do: un viag­gio musi­cale tra regioni vicine e lon­tane in cui il rap­por­to con la Ter­ra è anco­ra oggi pre­sente e forte. Nord Africa, Amer­i­ca del Sud e bal­late popo­lari ital­iane si intrec­ciano per dare vita a sug­ges­tioni melodiche e a un unicum del tut­to inno­v­a­ti­vo. Leo Fol­go­ri riesce nell’intento di trasmet­tere all’ascoltatore la con­sapev­olez­za di essere parte di quegli avven­i­men­ti che ci stan­no inevitabil­mente por­tan­do ver­so un Nue­vo Mun­do, spin­gen­do­lo a riflet­tere sul­la neces­sità che a un tale epocale cam­bi­a­men­to dovrà cor­rispon­dere anche un’evoluzione dei sen­ti­men­ti e del­la sen­si­bil­ità. 

Il con­cer­to si svol­gerà nel­la splen­di­da cor­nice di un immen­so spazio a due pas­si da Largo Pren­este, in cui il famoso bistrot del Pigne­to, ‘Na Coset­ta, si è sposta­to per l’estate, per un fes­ti­val all’insegna dell’ottima musi­ca e cibo. 

 

Ore:
21.00

 

Face­book:

https://www.facebook.com/LeoFolgoriOfficial/

 

BIOGRAFIA

​ Leo Fol­go­ri cresce e vive a Roviano, pic­co­lo paese del­la provin­cia di Roma. Le sue influen­ze spaziano dal can­tau­tora­to ital­iano (De Gre­gori, De André, Rino Gae­tano, Ivan Graziani al più recente Capos­sela) ai can­ti popo­lari e di protes­ta opera­ia, fino al grande folk-rock (Neil Young, Dylan ai più recen­ti Tom Waits e Lhasa De Sela) e alle melodie di Ennio Mor­ri­cone.

Durante il 2013, insieme a Luca Manoni, si esi­bisce nei teatri e le piazze ital­iane con il prog­et­to “Leo Fol­go­ri & Band – Luca Manoni: Oltre la stra­da”.

Il 15 mag­gio 2014 esce “Vieni via” (Beta Pro­duzioni), album d’esordio con la direzione artis­ti­ca di Nicolò Pagani, antic­i­pa­to dal­la pub­bli­cazione de “Il Bal­lo Del Ser­pente”, pri­mo sin­go­lo del dis­co. A set­tem­bre del­lo stes­so anno è tra gli ospi­ti del­la pro­gram­mazione del­la Bien­nale MArte­live, main event del con­cor­so MArte­Live e ad otto­bre è tra i can­di­dati ai final­isti delle Targhe Ten­co per la sezione “Miglior Opera Pri­ma”.
Il 18 dicem­bre esce il sec­on­do sin­go­lo, “Vieni Via”, il cui video è pre­sen­ta­to in antepri­ma su Repubblica.it; nel­lo stes­so mese riprende il “Vieni via tour”.

Nel 2014 e 2015 colleziona parec­chi Live in tut­ta la peniso­la, si esi­bisce in impor­tan­ti even­ti, come l’Earth Day pres­so Vil­la Borgh­ese a Roma e “I Gio­vani del Folk­Stu­dio”

L’8 di otto­bre 2015, insieme a molti altri artisti, parte­ci­pa alla mara­tona “Io Sto Con Erri”, pre­sen­ta­ta da Gino Castal­do, con la pre­sen­za e le parole del­lo stes­so De Luca.

Ad otto­bre 2015 si esi­bisce anche sul pal­cosceni­co cen­trale del nuo­vo MEI 2.0 di Faen­za, durante il quale pro­pone il meglio di “Vieni via”. Il 12 feb­braio 2016, in occa­sione del­la sua esi­bizione al MArte­La­bel Fest, esce in esclu­si­va per Repubblica.tv il video “Oltre la stra­da Live”.

Il 25 agos­to è tra i final­isti del Pre­mio Anacapri Bruno Lauzi dove gli viene con­feri­ta la tar­ga “Miglior Musi­ca” per il sin­go­lo Nuv­ole.

Esce il 9 otto­bre 2017 il sec­on­do lavoro discografi­co di Fol­go­ri, Nue­vo Mun­do, pub­bli­ca­to per Mate­ri­ali Musi­cali & BetaPro­duzioni. Il dis­co è sta­to antic­i­pa­to dall’uscita di due sin­goli, La Scim­mia e A Bailar. Si per­cepis­cono nuove influen­ze in questo lavoro. La pas­ta sono­ra ripor­ta alle sonorità di Bombi­no, Tamikreste, Tinari­wen e Hin­di Zarha, pas­san­do poi per il sound di fron­tiera dei Calex­i­co fino ad arrivare alla Cumbia Ama­zon­i­ca.  L’album è sta­to real­iz­za­to con il con­trib­u­to di SIAE per il prog­et­to “Sil­lu­mi­na – Copia pri­va­ta per i gio­vani, per la cul­tura”.

Con­di­vi­di:
0