MARINO — Le forze politiche del territorio manifestano in favore della Scuola Ungaretti

MARINO — Le forze politiche del territorio manifestano in favore della Scuola Ungaretti

28/04/2018 0 Di Paola Polli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 706 volte!

«Vogliamo la palestra per i ragazzi del­la Scuo­la Ungaret­ti!».

E’ l’appello che le forze politiche del ter­ri­to­rio riv­ol­go­no all’Amministrazione comu­nale dopo aver ravvisato che la stes­sa ha in prog­et­to, invece, una ten­sostrut­tura che per carat­ter­is­tiche e dimen­sioni, risul­ta alta­mente impat­tante con il con­testo sco­las­ti­co ed urbano cir­costante.

Per spie­gare ai cit­ta­di­ni i motivi di una pre­sa di posizione forte e com­pat­ta con­tro il piano del­la mag­gio­ran­za di gov­er­no, i rap­p­re­sen­tan­ti delle coal­izioni civiche e politiche di oppo­sizione han­no sot­to­scrit­to un man­i­festo nel quale annun­ciano un incon­tro pub­bli­co sul tema per giovedì 3 mag­gio prossi­mo, alle ore 15.30, pres­so il Par­co Pub­bli­co di via Enri­co Medi a Mari­no.

Un pen­siero di vera pre­oc­cu­pazione per ciò che l’Amministrazione sta pen­san­do di met­tere in atto, con­di­vi­so da 13 sim­boli pre­sen­ti in calce al man­i­festo e riferi­bili alle liste civiche e politiche: Costru­iamo il Decen­tra­men­to, Eleono­ra Di Giulio, Fratel­li d’Italia Gior­gia Mel­oni, Lab­o­ra­to­rio Rinasci­ta, Movi­men­to Civiltà Demo­c­ra­t­i­ca, Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co, Unione Cen­tro Sin­is­tra, Cit­ta­di­ni di Mari­no, Forza Italia Berlus­coni Pres­i­dente, Lega Salvi­ni Pre­mier, Idee Nuove per Mari­no, Par­ti­to Comu­nista Ital­iano e Par­ti­to Social­ista Ital­iano.

«La nos­tra – spie­gano i fir­matari del man­i­festo — non è una mera azione polit­i­ca, ma la rispos­ta conc­re­ta alle numerose richi­este di inter­ven­to arrivate da gen­i­tori degli alun­ni e docen­ti del­la Ungaret­ti che, nell’impossibilità di un dial­o­go costrut­ti­vo con l’Amministrazione, sono forte­mente pre­oc­cu­pati per ciò che Palaz­zo Colon­na ha in prog­et­to».

Alto cir­ca 13 metri, il gigante immag­i­na­to dai pen­tastel­lati andrebbe pro­prio di fronte alla scuo­la, in un’area verde che oggi ben si coni­u­ga con il con­testo ambi­en­tale nel quale insiste. «Se il pro­gram­ma avesse il suo cor­so – avvertono – l’erba lascerebbe il pos­to ad una mega strut­tura inva­si­va, posizion­a­ta per­al­tro a dis­tan­za ravvi­c­i­na­ta dal­la scuo­la. Ele­men­to avver­so alla sicurez­za oltre che alla salubrità dell’aria» fan­no sapere anco­ra.

Tra le tante neg­a­tiv­ità del prog­et­to grilli­no che saran­no det­tagli­ate durante la man­i­fes­tazione del 3 mag­gio, anche le economie nec­es­sarie per real­iz­zar­lo. «Da quel­lo che ci risul­ta, i fon­di a dis­po­sizione non sono suf­fi­ci­en­ti a coprire le spese dell’intera costruzione – denun­ciano -. Rischi­amo così di avere lo scem­pio di un’opera gigan­tesca in itinere per chissà quan­to tem­po!»

Da qui le inten­zioni delle oppo­sizioni: «Ringrazi­amo l’Amministrazione per vol­er dotare il plesso sco­las­ti­co di uno spazio per lo sport, ma la mega ten­sostrut­tura immag­i­na­ta, per dimen­sioni e col­lo­cazione è FUORI LUOGO. Per i ragazzi del­la Scuo­la Ungaret­ti vogliamo una palestra! Da real­iz­zare nell’area ret­rostante la sede sco­las­ti­ca, in piena armo­nia con il con­testo. Una soluzione anche più eco­nom­i­ca, visti i pochi fon­di ded­i­cati». La pro­pos­ta alter­na­ti­va, annun­ciano le forze politiche, durante la man­i­fes­tazione sarà con­for­t­a­ta dal­la pre­sen­tazione di un prog­et­to di fat­tibil­ità.

 

 

 

Con­di­vi­di: