FISCO, ASSOTUTELA: “PRESSIONE DA CAPOGIRO PER CITTADINI E IMPRESE”

FISCO, ASSOTUTELA: “PRESSIONE DA CAPOGIRO PER CITTADINI E IMPRESE”

24/04/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1257 volte!

“Anche gli ulti­mi dati sul­la pres­sione fis­cale nel nos­tro Paese sono asso­lu­ta­mente allar­man­ti: i numeri pub­bli­cati recen­te­mente dall’Istat, infat­ti, descrivono come il pre­lie­vo fis­cale nel 2017 si sia attes­ta­to 42,5% del Prodot­to inter­no lor­do. Numeri e dati impi­etosi, che non per­me­t­tono quel­lo svilup­po e quel rilan­cio eco­nom­i­co di cui l’Italia ha dis­per­ata­mente bisog­no. E non bas­ta, ad oggi, nem­meno il leg­gero aumen­to dei red­di­ti delle famiglie che nul­la pos­sono di fronte a una tas­sazione da capogiro. Che dis­in­cen­ti­va il lavoro, lo svilup­po di pic­cole e medie imp­rese. Ser­vono politiche in gra­do di alleg­gerire la pres­sione fis­cale, spe­ri­amo che si for­mi presto un gov­er­no in gra­do appli­care sgravi a famiglie e aziende”. Così, in una nota, il pres­i­dente di Asso­tutela, trib­u­tarista e già pres­i­dente Ante (asso­ci­azione nazionale tec­ni­ci econo­metri­ci), Michel Emi Mar­i­ta­to.