Iniziativa Comune: “Il nuovo Governo? La “via Crucis” porta al Quirinale…”

Iniziativa Comune: “Il nuovo Governo? La “via Crucis” porta al Quirinale…”

05/04/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 932 volte!

“Sono iniziati i sepol­cri, dopo il volo del­l’An­ge­lo, sono riemer­si in tut­ta la loro dram­matic­ità i fat­ti ter­reni, forse quel­li peg­giori dei con­tem­po­ranei”. Ad anal­iz­zare, con una metafo­ra pasquale, il del­i­ca­to momen­to politi­co-isti­tuzionale del Bel­paese, è Roc­co Tiso, por­tav­oce di “Inizia­ti­va Comune” -, neona­to grup­po di Coop­er­azione e Pro­poste, com­pos­to da “Radi­ci” (Rag­grup­pa­men­to cor­pi inter­me­di nes­suno toc­chi le radi­ci), “Con­feu­ro” (Con­fed­er­azione degli agri­coltori europei e del mon­do) e “Sogget­to giuridi­co” (Organ­is­mo di aggregazione inter­cat­e­go­ri­ale e coin­vol­gi­men­to dei cit­ta­di­ni). Sono giorni intri­cati, coin­vol­gen­ti, com­pli­cati, quel­li che sta attra­ver­san­do l’I­talia che dovrà ora avere un gov­er­no in gra­do di ben gov­ernarlo, guidar­lo ver­so il rilan­cio e lo svilup­po che meri­ta. Ed ecco che sono par­tite le con­sul­tazioni delle varie forze politiche al Quiri­nale: “Spet­ta al Capo del­lo Sta­to, dare una rispos­ta conc­re­ta alle famiglie che il 4 mar­zo han­no pre­so i “voti”.  Le con­sul­tazioni del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca, Ser­gio Mattarel­la, sono par­tite ma quan­do e dove por­tano res­ta tut­to un mis­tero — sot­to­lin­ea anco­ra Roc­co Tiso -. Del resto un po’ di incertezze e qualche colpo di sce­na ci sta tut­to. Res­ta fer­mo il fat­to che a furia di emozioni anche il cor­po più sano rischia l’infarto e le con­dizioni di salute del Bel­paese sono già com­pro­messe. Fat­ti tut­ta la Via Cru­cis, l’u­ni­ca stazione dove l’Italia può sostare è solo la 15esima: La Res­ur­rezione! Dopo il lun­go per­cor­so del­la “Croce” ne sen­ti­amo tut­to il peso. Ma nes­suno immag­i­ni che dopo la Stazione  13esima in cui Gesù muore sul­la Croce, ci si fer­mi alla 14esima per depositare il cor­po. Bisogna andare avan­ti e colti­vare l’idea che la preghiera cris­tiana nel­la con­tem­plazione del­la pas­sione non può fer­mar­si alla morte, ma deve guardare al di là, allo sboc­co di cui i Van­geli ci par­lano, alla Risur­rezione”, con­tin­ua il por­tav­oce di Inizia­ti­va Comune, Roc­co Tiso, che poi con­clude: “La diag­nosi pre­scrive Legal­ità-Coeren­za-Ver­ità e, se c’è rimas­to qual­cosa, il tut­to va accom­pa­g­na­to con una buona dose di onestà”. In boc­ca al lupo al nuo­vo gov­er­no, quan­do arriverà”.