MARINO, LEU: STOP ALLA STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA, LA CITTA’ PRIMA DI TUTTO

MARINO, LEU: STOP ALLA STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA, LA CITTA’ PRIMA DI TUTTO

08/02/2018 0 Di puntoacapo

Hits: 33

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1425 volte!

MARINO, LEU: STOP ALLA STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA, LA CITTA’ PRIMA DI TUTTO

Il tema urban­is­ti­co a Mari­no, è sem­pre molto cal­do ed in cam­pagna elet­torale si accende di colpo, seg­no di una stru­men­tal­iz­zazione polit­i­ca estrema, ed ecco che si viene a ripar­lare come sem­pre dell’ “Affare Divi­no Amore”, ed il tut­to in assen­za di fat­ti nuovi, ne atti politi­ci ne ammin­is­tra­tivi di rilie­vo, tant’è che neanche dal Tar ci arrivano sen­ten­ze ne pro ne con­tro l’urbanizzazione.

Gli ader­en­ti a Liberi e Uguali, sono sta­ti sem­pre con­trari alla spec­u­lazione edilizia, rite­nen­do che ci si deb­ba con­cen­trare più sul recu­pero di sta­bili fatis­cen­ti che sul con­sumo di ter­ri­to­rio, stante poi l’enorme mole di case real­iz­zate ed inven­dute sul nos­tro ter­ri­to­rio, il tut­to avvenu­to poi sen­za uno svilup­po di un con­seguente piano dei servizi.

Con­seguen­za è stan­dard urban­is­ti­ci insuf­fi­ci­en­ti: e cioè man­can­za di servizi adeguati al numero di abitanti.

Stante questi prob­le­mi impor­tan­ti ed urgen­ti, dopo qua­si due anni di ammin­is­trazione gril­li­na aspet­ti­amo di conoscere le tem­p­is­tiche per la real­iz­zazione di uno Piano Rego­la­tore Gen­erale, quel­lo che con­sen­tirà di conoscere e val­utare, lo stru­men­to che pro­gram­merà lo svilup­po del­la nos­tra cit­tà per i prossi­mi decenni.

Sen­za scen­dere in ster­ile polem­i­ca, ricor­diamo solo quan­to promes­so e scrit­to nel pro­gram­ma elet­torale di chi ha vin­to le elezioni sul tema urban­is­ti­co: “opzione zero cemen­to”, nuo­vo PRG, ristrut­turazione del Cen­tro Stori­co, agevolazioni alle ristrut­turazioni ad opera di pri­vati, ver­i­fi­ca delle Con­ven­zioni urban­is­tiche, avvio di un con­cor­so di idee in col­lega­men­to con le uni­ver­sità per la riprog­et­tazione del territorio.

Abbi­amo però assis­ti­to dopo cir­ca 6 mesi al pas­sag­gio delle deleghe sull’urbanistica, alla man­can­za tem­po­ranea del diri­gente, per il resto poco o nulla.

Chiedi­amo al M5S al gov­er­no di Palaz­zo Colon­na, di non ali­menta­re una polem­i­ca stru­men­tale a fini politi­ci, ma con­cen­trar­si sul­la real­iz­zazione del pro­gram­ma elet­torale, ad oggi chiu­so nel cas­set­to dei sogni.

Liberi e Uguali Marino