Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo. Il progetto della scuola dell’infanzia Gianni Rodari di Giulianello di Cori

Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo. Il progetto della scuola dell’infanzia Gianni Rodari di Giulianello di Cori

20/12/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 681 volte!

 

Natale in Tour di fine anno per gli alun­ni delle sezioni A~B~C~D che han­no trascor­so tre gior­nate con i non­ni ospi­ti delle strut­ture locali Casa di Riposo “Vil­la Ascen­zia”, Cen­tro socio cul­tur­ale “Il Ponte” e Par­roc­chia San Gio­van­ni Bat­tista.

Si è con­clusa in questi giorni la fase iniziale del prog­et­to dell’Istituto Com­pren­si­vo Statale di Cori “Cesare Chiom­into” — “Anziani e Bam­bi­ni … Tes­ti­moni di un Tem­po” —  che ha vis­to pro­tag­o­nisti gli alun­ni e le inseg­nan­ti delle sezioni A~B~C~D del­la scuo­la del­l’in­fanzia “Gian­ni Rodari” di Giu­lianel­lo, gli ospi­ti e gestori del­la Casa di Riposo “Vil­la Ascen­zia”, del Cen­tro socio cul­tur­ale “Il Ponte” e del­la Par­roc­chia San Gio­van­ni Bat­tista.

Il “Natale in Tour” – tre tappe nelle tre strut­ture locali – è sta­to l’epilogo delle attiv­ità svolte dai pic­coli nel­la pri­ma parte dell’anno sco­las­ti­co. Si sono esi­biti in recite, bal­li e can­ti, ascolta­to e con­di­vi­so con i non­ni nar­razioni e usanze natal­izie. A loro han­no dona­to i pro­pri lavoret­ti: bis­cot­ti­ni di pan di zen­ze­ro preparati in classe nel lab­o­ra­to­rio di pas­tic­ce­ria “Gli alle­gri pas­tic­cioni”, un alberel­lo di Natale costru­ito con leg­netti e una rac­col­ta di generi ali­men­ta­ri des­ti­na­ta agli indi­gen­ti.

Il prog­et­to “Anziani e Bam­bi­ni … Tes­ti­moni di un Tem­po” pun­ta a recu­per­are il sen­so e il val­ore del tem­po attra­ver­so l’interazione fra gen­er­azioni, dan­do ril­e­van­za alla figu­ra dell’anziano, tes­ti­mone e cus­tode di antiche tradizioni. I bam­bi­ni approc­ciano a man­u­al­ità che richiedono pazien­za e con­cen­trazione, com­in­ciano a riconoscere il ruo­lo sociale degli anziani, svilup­pano capac­ità di ascolto e sper­i­men­tano il tem­po del­la natu­ra che in orig­ine scan­di­va i rit­mi di vita.

Il dif­fer­ente rap­por­to dei gio­vani e degli anziani con il tem­po è sta­to con­sid­er­a­to da vari pun­ti di vista. Tre in par­ti­co­lare. L’alternanza di impeg­ni che carat­ter­iz­za la sta­gione del­la giovinez­za e la roun­tine tipi­ca del­la vec­chi­a­ia. La diver­sa quan­tità e qual­ità del tem­po libero a dis­po­sizione, appan­nag­gio dei ragazzi di ieri rispet­to a quel­li di oggi. Il modo di vivere la quo­tid­i­an­ità, con i gio­vani proi­et­tati ver­so il futuro e gli anziani fer­mi nel­la con­tem­plazione del pas­sato.

Con­di­vi­di:
error0