L’Olio delle Colline a Cori. I vincitori

L’Olio delle Colline a Cori. I vincitori

10/12/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 645 volte!

Si è con­clusa la 3^ edi­zione di “Cori: dell’Olio e delle Olive”, la man­i­fes­tazione nata per pro­muo­vere l’agroalimentare di qual­ità e val­oriz­zare il ter­ri­to­rio in chi­ave tur­is­ti­ca, facen­do leva sulle tradizioni olivi­cole ed olearie del paese, sul­la sua sto­ria e cul­tura, sulle tipic­ità culi­nar­ie e sulle bellezze artis­tiche, pae­sag­gis­tiche e mon­u­men­tali del­la Cit­tà d’Arte. Al con­tem­po si è cer­ca­to di fornire gli stru­men­ti per riconoscere gli oli extravergi­ni d’oliva di qual­ità e farne un uso sano e con­sapev­ole.

È cala­to il sipario sul­la 3^ edi­zione di “Cori: dell’Olio e delle Olive”, la man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta dal 6 al 9 Dicem­bre nell’ambito del “Natale 2017” da: Comune di Cori – Asses­so­ra­to all’Agricoltura e Pro­mozione del Ter­ri­to­rio, Rete d’Impresa “Cori e Giu­lianel­lo” — Regione Lazio/Imprese Oggi, Capol e Pro Loco Cori per pro­muo­vere le eccel­len­ze agroal­i­men­ta­ri locali e val­oriz­zare il ter­ri­to­rio in chi­ave tur­is­ti­ca, facen­do leva sulle tradizioni olivi­cole ed olearie del paese, accom­pa­g­nate dalle tipic­ità culi­nar­ie e dalle bellezze del­la Cit­tà d’Arte.

Al con­tem­po si è cer­ca­to di fornire gli stru­men­ti utili a riconoscere gli oli di qual­ità e a farne un uso sano e con­sapev­ole, attra­ver­so la “Scuo­la di extravergine” per gli alun­ni del servizio aggiun­ti­vo dell’asilo nido comu­nale “Il Bru­co Verde”; le degus­tazioni gui­date ed infor­mate di EVOO e olive da men­sa “Gae­ta” e “Itrana bian­ca” tra i banchi dei pro­dut­tori core­si; i mini-cor­si con attes­ta­to per i parte­ci­pan­ti; il sem­i­nario “Cosa fare per imbot­tigliare il pro­prio Olio. Etichet­ta, Sian, Scia.”.

Lo Street Food vol­e­va essere un elo­gio alla cuci­na corese e a due dei suoi più apprez­za­ti ambas­ci­a­tori in Italia e nel mon­do: l’EVOO di Cori e il Nero Buono di Cori. Il tut­to arric­chi­to dalle vis­ite gui­date gra­tu­ite del Museo del­la Cit­tà e del Ter­ri­to­rio di Cori a cura dell’Asso­ci­azione cul­tur­ale Arca­dia e dal folk­lore del­la bandiera degli Sbandier­a­tori Leone Ram­pante.

52 Cam­pi­oni di olio extravergine di oli­va prodot­ti nel com­pren­so­rio comu­nale si sono con­frontati al 5° Con­cor­so “L’olio delle Colline a Cori”. Appe­na il 17% era difet­ta­to. Pre­miati i pri­mi tre clas­si­fi­cati: Agnoni Giusep­pina, Cera­so Rosa, Cimi­ni Cori­olano. Gran men­zione per: Zer­il­li Luca, D’Achille Lau­ra, De San­tis Mar­co. Questi sono sta­ti scelti dal Pan­el di assag­gia­tori pro­fes­sion­isti del Capol iscrit­ti all’albo nazionale in segui­to ad anal­isi organolet­ti­ca, come il vinci­tore del 1° Con­cor­so “Olio Bio­logi­co”, Muraglia Flaminio. Il Pre­mio del­la “Crit­i­ca” invece è sta­to asseg­na­to dal­la giuria di gior­nal­isti ed oper­a­tori del set­tore all’Azien­da Agri­co­la I Lori.

Sono inter­venu­ti alla cer­i­mo­nia di pre­mi­azione e alle altre inizia­tive prece­den­ti: Mau­ro De Lil­lis (Sin­da­co Comune Cori); Lui­gi Cen­tau­ri (Pres­i­dente Capol); Tom­ma­so Duc­ci (Pres­i­dente Pro Loco Cori); Simon­et­ta Impe­ria (Asses­sore Agri­coltura Comune Cori); Sab­ri­na Pis­til­li (C.D. Pro­mozione Ter­ri­to­rio Comune Cori); Anna­maria Tebal­di (C.D. Attiv­ità Pro­dut­tive Comune Cori); Mar­ri­co Rosato e Rinal­do Costan­ti­ni (Man­ag­er e Pres­i­dente “Cori e Giu­lianel­lo in rete”); Mar­co Carpineti (Pres­i­dente Stra­da Vino e Olio Provin­cia Lati­na); Felice Costan­ti (Asses­sore Attiv­ità Pro­dut­tive Comune Lati­na); Giulio Scat­oli­ni (capo Pan­el Con­siglio Olivi­co­lo Inter­nazionale); Alber­to Bono (agronomo).

Con­di­vi­di:
error0