Dal 16 al 22 Dicembre a Cori Festival

Dal 16 al 22 Dicembre a Cori Festival

08/12/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 669 volte!

PEN – in inglese pen­na – è un fes­ti­val di esi­gen­ze che vuole rimet­tere al cen­tro la paro­la attra­ver­so le elegie, facen­do dialog­a­re le diverse arti per far tornare a par­lare di bellez­za, come avveni­va negli stu­di d’artista agli inizi del Nove­cen­to.

Dal 16 al 22 Dicem­bre, a Cori (LT), si ter­rà la pri­ma edi­zione di PEN, Pic­cole Elegie Not­turne. Un fes­ti­val di esi­gen­ze, lad­dove con il ter­mine esi­gen­za si vuole rac­chi­ud­ere tut­to quel sen­tire che nasce da ogni for­ma artis­ti­ca e a quest’ultima ci ripor­ta. L’idea, nata dal col­let­ti­vo Car­diopo­et­i­ca in col­lab­o­razione con Eleono­ra Morza (impren­ditrice cul­tur­ale) e Mar­ti­no Antoc­chi (artista e scul­tore), vuole rimet­tere al cen­tro la paro­la. Paro­la come musi­ca, poe­sia, recitazione, scul­tura. Paro­la come bisog­no di rac­cogli­men­to e di momen­ti che unis­cono, ten­gono insieme, las­ciano spazio alla luce tra le ferite di tut­ti i giorni e far­lo attra­ver­so le elegie, sem­pli­ci can­ti vòlti a descri­vere la mer­av­iglia e la trage­dia dell’essere al mon­do.

PEN è il più pic­co­lo fes­ti­val esistente che can­ta tut­to questo e si svol­gerà ogni giorno dalle ore 21:00, all’interno di un ate­lier, quel­lo di Mar­ti­no Antoc­chi, uno spazio medievale che è, ad oggi, un lab­o­ra­to­rio di espres­sione e di incon­tro tra conoscen­ti e tur­isti, sito a Cori monte, in Via Piave 10 (davan­ti alla Chiesa SS. Pietro e Pao­lo). Ad ogni spet­ta­co­lo ver­ran­no asso­ciati vini e dol­ci locali. L’acronimo PEN, in inglese pen­na, ha dunque la prete­sa di met­tere in dial­o­go le diverse arti per far tornare a par­lare di bellez­za, esat­ta­mente come avveni­va negli stu­di d’artista agli inizi del Nove­cen­to. Tut­to avrà il sapore dei pic­coli riti di scam­bio, davan­ti a un pub­bli­co ristret­to affinché si pos­sa creare un sen­so pieno d’intimità.

La preno­tazione è obbli­ga­to­ria. Info e con­tat­ti: info@cardiopoetica.com – 3385482620. Per l’ospitalità chia­mare il numero infor­ma­ti­vo o scri­vere alla pag­i­na Car­diopo­et­i­ca o su info@cardiopoetica.com.

Il pro­gram­ma.

Saba­to 16: il poeta Vin­cen­zo Costan­ti­no “Cinas­ki” in “Inedite”, accom­pa­g­na­to dal musicista Luca Viani. Domeni­ca 17: il can­tau­tore romano Rober­to Scip­pa in con­cer­to e poi il duo di musi­ca medievale anti­ca, Francesco Cic­cone & Ange­lo Giu­liani in “Hiemali Tem­pore”. Lunedì 18 e mart­edì 19: l’attrice Giu­lia San­til­li in “Ci chia­marono tut­ti Alda” – regia di Mar­co Guadag­no e testo di Fabio Appeti­to (Pre­mio Alda Meri­ni 2016).

Mer­coledì 20: il con­cer­to del com­pos­i­tore Gui­do Maria Gril­lo (Pre­mio Lauzi 2017). Giovedì 21: la per­former Clara Galante in “Non sono sta­ta fini­ta” – monol­o­go sul­la vio­len­za con­tro le donne. Ven­erdì 22: il read­ing musi­cale dei Car­diopo­et­i­ca “Mica come Prévert” segui­to dal­la jam ses­sion con Alessan­dro Cardil­li, Andrea Pic­coli, Fabio Percibal­li, Gabriele Quares­i­ma, Francesco Paci­fi­ci, Emanuele Galoni.

Con­di­vi­di:
error0