Tipicità ed eco-sostenibilità. Il Comune di Cori firma il protocollo d’intesa con Slow Food Italia

Tipicità ed eco-sostenibilità. Il Comune di Cori firma il protocollo d’intesa con Slow Food Italia

06/12/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 468 volte!

Il doc­u­men­to è sta­to sot­to­scrit­to dal Sin­da­co Mau­ro De Lil­lis nell’ultima gior­na­ta degli Sta­ti Gen­er­ali delle Comu­nità dell’Appennino, di cui la cit­tà di Cori è sta­ta anche tap­pa ospi­tante dei cen­to del­e­gati prove­ni­en­ti dal cen­tro Italia.

La cit­tà di Cori, insieme a Carpine­to Romano, Seg­ni e Priver­no, era tra le tappe del­la terza edi­zione degli Sta­ti Gen­er­ali delle Comu­nità dell’Appennino, il meet­ing bien­nale orga­niz­za­to dall’1 al 3 Dicem­bre da Slow Food Italia con l’obiettivo di elab­o­rare strate­gie e pro­poste per le aree interne del Paese, in col­lab­o­razione con la Com­pag­nia dei Lep­i­ni, la Provin­cia di Lati­na, la C.C.I.A.A. di Lati­na, l’Unione delle Camere di Com­mer­cio del Lazio, il Busi­ness Inno­va­tion Cen­tre del Lazio.

Saba­to pomerig­gio i cen­to del­e­gati prove­ni­en­ti da varie regioni del­la “spina dor­sale del­la peniso­la”, accolti dal Sin­da­co di Cori Mau­ro De Lil­lis e dall’Assessore alla Cul­tura Pao­lo Fan­ti­ni, han­no vis­i­ta­to il Com­p­lesso mon­u­men­tale di Sant’Oliva e il Museo del­la Cit­tà e del Ter­ri­to­rio di Cori, per poi cenare pres­so il Casale Stoza, ospi­ti del­la can­ti­na Cincin­na­to e del­la Stra­da del Vino del­la Provin­cia di Lati­na, per le quali era­no pre­sen­ti anche i Pres­i­den­ti, Naz­zareno Mili­ta e Mar­co Carpineti.

Agri­coltura e ambi­ente, tur­is­mo e reti sociali, ricer­ca e inno­vazione era­no i tre argo­men­ti al cen­tro di altret­tan­ti tavoli tem­ati­ci ai quali han­no parte­ci­pa­to agri­coltori, all­e­va­tori, pas­tori, pro­dut­tori agroal­i­men­ta­ri, ammin­is­tra­tori, esper­ti uni­ver­si­tari ed espo­nen­ti delle comu­nità del cen­tro Italia, riu­ni­ti per evi­den­ziare crit­ic­ità e insuf­fi­cien­ze, ma anche oppor­tu­nità da sfruttare e pos­si­bili soluzioni. Per il Comune di Cori c’era l’Assessore all’Agricoltura Simon­et­ta Impe­ria.

Tra le autorità isti­tuzion­ali inter­venute nel­la gior­na­ta di domeni­ca all’assemblea pla­naria di chiusura pres­so l’Auditorium comu­nale di Carpine­to Romano: il Pres­i­dente del­la Regione Lazio, Nico­la Zin­garet­ti; il Pres­i­dente e la Vicepres­i­dente di Slow Food Italia, Gae­tano Pas­cale e Sonia Chelli­ni; l’Assessore all’Agricoltura, Cac­cia e Pesca del­la Regione Lazio, Car­lo Haus­mann; il Pres­i­dente del­la Com­pag­nia dei Lep­i­ni, Quiri­no Brig­an­ti.

La con­clu­sione dei lavori è sta­ta anche l’occasione per la fir­ma del pro­to­col­lo d’intesa fra Slow Food Italia e i Sin­daci – “un impeg­no a perseguire lo svilup­po ecososteni­bile e la tutela dell’ambiente e del ter­ri­to­rio – spie­ga il pri­mo cit­tadi­no di Cori – ma anche a val­oriz­zare e pro­muo­vere le pro­duzioni locali, come le nos­tre eccel­len­ze enogas­tro­nomiche, l’olio, il vino e il pro­sciut­to cot­to al vino, per il quale ulti­mo è in arri­vo il mar­chio di qual­ità De.Co. (Denom­i­nazione Comu­nale)”.

Con­di­vi­di:
error0