NETTUNO, “SINDACO GRILLINO CASTO RIPORTA IN VITA INCUBO EQUITALIA”

NETTUNO, “SINDACO GRILLINO CASTO RIPORTA IN VITA INCUBO EQUITALIA

25/11/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 546 volte!

NETTUNO, “SINDACO GRILLINO CASTO RIPORTA IN VITA INCUBO EQUITALIA

Il sin­da­co grilli­no Cas­to ripor­ta in vita l’incubo Equi­talia e di fat­to sceglie di accanir­si sui cit­ta­di­ni di Net­tuno”. E’ quan­to dichiara Fab­rizio San­tori, con­sigliere regionale del Lazio di Fratel­li d’Italia in  mer­i­to alla riu­nione del prossi­mo Con­siglio comu­nale di Net­tuno con all’ordine del giorno ‘Affi­da­men­to del­la riscos­sione coat­ti­va di tutte le entrate comu­nali all’ente ‘Agen­zia delle entrate-riscos­sione’ . “Una scelta incred­i­bile e masochista che spero ven­ga boc­cia­ta –  affer­ma il con­sigliere regionale — rispet­to alla quale siamo total­mente con­trari, per­ché se è scon­ta­to che i trib­u­ti deb­bano essere riscos­si, è vero che esistono forme meno inva­sive e per­se­cu­to­rie ver­so i cit­ta­di­ni. Il tut­to per­al­tro ver­rebbe attua­to in bar­ba alla trasparen­za e al dial­o­go diret­to con i cit­ta­di­ni, sen­za con­tare che sul litorale non ci sono sportel­li dell’Agenzia ed il più vici­no si tro­va ad Albano Laziale, con la con­seguen­za di appe­san­tire anco­ra di più il dis­servizio per i cit­ta­di­ni di Net­tuno”.
Cit­tà Futu­ra inter­viene in maniera net­ta chieden­do un’attenta rif­les­sione al sin­da­co grilli­no Cas­to: “Il Comune avrebbe potu­to decidere di man­tenere a sé tale attiv­ità, attra­ver­so l’acquisizione di una com­pe­ten­za, ovvero l’Ufficiale di riscos­sione, con la munic­i­pal­iz­za­ta Posei­don. Ricor­diamo che lo scor­so anno il gov­er­no Ren­zi ha sci­olto le soci­età del Grup­po Equi­talia, spo­stan­do tut­ta l’attività alla suben­trante Agen­zia delle Entrate-riscos­sione: per cui Equi­talia ha solo cam­bi­a­to nome, ma pig­no­ra­men­ti, inter­es­si, ganasce e cartelle pazze sono rimaste. Eppure, durante il mese di gen­naio era sta­ta annun­ci­a­ta in pom­pa magna dall’Amministrazione comu­nale l’istituzione dell’Ufficio Con­trol­lo Trib­u­ti a cui era­no sta­ti asseg­nati 3 agen­ti di polizia munic­i­pale ed un con­sulente ester­no con con­trat­to di col­lab­o­razione gra­tui­ta ed invece, oggi, ci tro­vi­amo di fronte ad un prog­et­to che rical­ca sceller­ate scelte di pas­sate ammin­is­trazioni che con­seg­narono le casse cit­ta­dine alla famiger­a­ta Net­tuno Servizi”.