Banca Popolare del Lazio, il nuovo presidente è Edmondo Maria Capecelatro

Banca Popolare del Lazio, il nuovo presidente è Edmondo Maria Capecelatro

25/10/2017 0 Di Fabio Ciarla

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1332 volte!

Dopo l’improvvisa scom­parsa del com­pianto Rena­to Mas­troste­fano nuove nomine in Con­siglio di Ammin­is­trazione, nuo­vo con­sigliere è Pao­lo Bologna

Con la scom­parsa improvvisa del Pres­i­dente prof. Rena­to Mas­troste­fano, uomo-ban­ca sot­to tut­ti gli aspet­ti, il Con­siglio di Ammin­is­trazione del­la Ban­ca Popo­lare del Lazio è sta­to chiam­a­to nell’ultima riu­nione a nom­inare un nuo­vo con­sigliere e un nuo­vo pres­i­dente. L’avvocato dott. Edmon­do Maria Capece­la­tro, già Vice Pres­i­dente, è sta­to investi­to del­la car­i­ca di Pres­i­dente del Con­siglio di Ammin­is­trazione, andan­do ad occu­pare una poltrona che da sem­pre per l’istituto era quel­la di un per­son­ag­gio caris­mati­co, forte e lungimi­rante. Come con­sigliere invece è sta­to coop­ta­to il geom. Pao­lo Bologna. Ad entram­bi van­no i migliori auguri per un profi­c­uo lavoro da parte dell’intero isti­tu­to e degli altri organi sociali.

Si con­fer­ma quin­di la con­ti­nu­ità di una gov­er­nance ormai roda­ta negli ulti­mi anni, forte­mente volu­ta dal­lo scom­par­so Pres­i­dente Mas­troste­fano anche in virtù degli otti­mi risul­tati rag­giun­ti dal­la Ban­ca, riconosciu­ti a liv­el­lo nazionale.

Un cam­mi­no, quel­la del­la Ban­ca Popo­lare del Lazio, che sarà anco­ra un isti­tu­to pro­tag­o­nista a liv­el­lo regionale, come indi­ca­to dall’Amministratore Del­e­ga­to Mas­si­mo Luci­di nel con­veg­no First-Cisl tenu­to a Fon­di ven­erdì 20 otto­bre. Il tema del­la sfi­da dig­i­tale per le banche del ter­ri­to­rio è diven­ta­to cen­trale per il futuro e l’AD Luci­di ha lan­ci­a­to un mes­sag­gio chiaro in questo sen­so: “Le banche del ter­ri­to­rio pos­sono e devono pen­sare a un’ottica di col­lab­o­razione per affrontare la sfi­da dig­i­tale, dimin­u­en­do i costi e gli impeg­ni che cias­cu­na, da sola, non rius­cirebbe a sostenere per essere real­mente com­pet­i­ti­va con i gran­di colos­si. Ormai il dig­i­tale non è più rin­vi­a­bile, bisogna agire per gov­ernarlo, anche met­ten­dosi insieme”.

 

BANCA POPOLARE DEL LAZIO Soci­età Coop­er­a­ti­va per Azioni

Nata nel 1904 come “Cas­sa Agri­co­la Opera­ia” prende il nome di “Ban­ca coop­er­a­ti­va Pio X” in segui­to alla don­azione di 1.000 lire da parte del Pon­tefice. Dagli anni Set­tan­ta, sot­to la gui­da del prof. Rena­to Mas­troste­fano in qual­ità di Diret­tore Gen­erale, inizia un prog­et­to di svilup­po che porterà la Ban­ca alla trasfor­mazione in “Popo­lare” (1993) e infine – gra­zie alla fusione con la Ban­ca Popo­lare di Ter­raci­na – all’attuale for­ma e denom­i­nazione di “Ban­ca Popo­lare del Lazio” (1994). Nel 2009, e poi anche nel 2013 e nel 2017, la Ban­ca si aggiu­di­ca il pre­mio “Cre­atori di Val­ore” nell’ambito del Milano Finan­za Glob­al Awards, nel­lo stes­so anno il prof. Rena­to Mas­troste­fano (già Diret­tore Gen­erale e Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to) diven­ta Pres­i­dente. Nel 2010 si com­ple­ta l’asset man­age­ri­ale con la nom­i­na a Diret­tore Gen­erale di Mas­si­mo Luci­di, che ad inizio 2017 viene nom­i­na­to Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to. La Ban­ca Popo­lare del Lazio è nel grup­po delle prime 20 banche popo­lari indipen­den­ti, con un ruo­lo di ele­va­to val­ore nel pro­prio mer­ca­to di rifer­i­men­to.

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20