Lariano ha celebrato i 50 anni di autonomia comunale

Lariano ha celebrato i 50 anni di autonomia comunale

01/09/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1400 volte!

Lar­i­ano ha cel­e­bra­to i 50 anni di autono­mia comu­nale con una gior­na­ta ric­ca di even­ti

Un con­siglio comu­nale stra­or­di­nario alla pre­sen­za di numerose autorità, cor­teo stori­co, con­seg­na di riconosci­men­ti, degus­tazioni, musi­ca tut­ta Lar­i­ano uni­ta per fes­teggia­re il tra­guar­do stori­co dei 50 anni di autono­mia

E’ sta­ta una gior­na­ta stor­i­ca e di fes­ta per l’intera comu­nità di Lar­i­ano quel­la di Lunedì 28 Agos­to, ricor­ren­za dei 50° anni di autono­mia Comu­nale. L’amministrazione comu­nale, per l’importanza occa­sione ave­va pre­dis­pos­to un ric­co pro­gram­ma che si è snoda­to lun­go tut­ta la gior­na­ta. In Piaz­za San­ta Eurosia dal­la mat­ti­na  si è svolto l’evento filatelico con una postazione di Poste Ital­iane dove veni­vano date delle car­to­line storiche di Lar­i­ano con il tim­bro del­la data stor­i­ca che san­cisce i 50 di autono­mia comu­nale per Lar­i­ano. A seguire alle ore 18 alla pre­sen­za di alte autorità civili, reli­giose, numerose asso­ci­azioni locali e tan­tis­si­mi cit­ta­di­ni si è svolto in un’aula con­sil­iare strapi­ena il Con­siglio Comu­nale stra­or­di­nario in occa­sione del­la impor­tante data stor­i­ca. Pre­sente il Pres­i­dente del­la Regione Lazio Nico­la Zin­garet­ti, il pres­i­dente del Con­siglio Regionale del Lazio Daniele Leodori, il vesco­vo del­la Dio­ce­si Vel­letri- Seg­ni Mons. Vin­cen­zo Api­cel­la, Padre Vin­cen­zo Moli­naro . Pre­sen­ti inoltre all’evento una fol­ta schiera di sin­daci: Felicet­to Angeli­ni di Arte­na, Mau­ro Pri­mo De Lel­lis di Cori, Nico­la Mari­ni di Albano Laziale, Pier­lui­gi San­na di Colle­fer­ro, Luciano Andreot­ti di Grotta­fer­ra­ta con  il vicesin­da­co Luciano Ver­gati, Dami­ano Puc­ci di Roc­ca Pri­o­ra, l’assessore Luca Masi per il Comune di Vel­letri, l’assessore Maria Bruni del Comune di Fras­cati, il pres­i­dente del Con­siglio comu­nale Mir­co Natal­izia del Comune di Val­montone. Pre­sen­ti inoltre i con­sigliere regionale Gian­car­lo Righ­i­ni e Simone Lupi, la sen­a­trice Anna Maria Par­ente, l’on. Ren­zo Carel­la, una del­egazione del Comune gemel­la­to di San Fer­di­nan­do Di Puglia con in tes­ta il pres­i­dente del con­siglio comu­nale Fabio Capac­chione, il pres­i­dente del Sis­tema Bib­liote­cario dei Castel­li Romani Giuseppe De Righi.  Ha aper­to gli inter­ven­ti il pres­i­dente del con­siglio comu­nale di Lar­i­ano Leonar­do Cali­ciot­ti che nel cor­so del suo dis­cor­so ha affer­ma­to:” Oggi siamo attori di un’eredità che ogni lar­i­anese ha rad­i­ca­ta nel pro­prio cuore. Tes­ti­moni di una sto­ria che non pos­si­amo per­me­t­ter­ci di delud­ere. Il nos­tro retag­gio è fonda­to sul cor­ag­gio e la deter­mi­nazione degli Eroi che han­no reso Lar­i­ano lib­era. Trasmet­ten­do­ci un seg­nale di sper­an­za, che negli anni smuove le nos­tre coscien­ze. Dimostran­do che un futuro migliore è pos­si­bile. Ricor­dan­do­ci di credere sem­pre nei nos­tri sog­ni, sino a tra­mu­tar­li in realtà”. Poi è inter­venu­ta dai banchi del­la mino­ran­za la con­sigliera Sab­ri­na Ver­ri che ha sot­to­lin­eato che” Lar­i­ano va omag­gia­ta tut­ti i giorni, rispet­tan­dola e ren­den­dola a misura di cit­tadi­no e di bam­bi­no”. Poi è inter­venu­to il con­sigliere di mino­ran­za del grup­po Il Cor­ag­gio di Cam­biare, Francesco Mon­te­cuol­lo che ha lan­ci­a­to l’idea di isti­tuire una gior­na­ta com­mem­o­ra­ti­va in ricor­do delle vicende storiche di Lar­i­ano con il coin­vol­gi­men­to fat­ti­vo del mon­do del­la scuo­la. Poi l’intervento inten­so del sin­da­co di Lar­i­ano Mau­r­izio Cali­ciot­ti che ha ringrazi­a­to tutte le autorità civili e reli­giose e tut­ti i pre­sen­ti e ha ricorda­to le vicende storiche e le ges­ta di chi ha con­tribuito al tra­guar­do dell’autonomia Comu­nale. “È un’occasione impor­tante quel­la che cele­bri­amo oggi –ha affer­ma­to il sin­da­co di Lar­i­ano Mau­r­izio Cali­ciot­ti-  i pri­mi cinquant’anni di sto­ria lar­i­anese — una sto­ria fat­ta di uomi­ni volen­terosi e deter­mi­nati che nel cor­so del 900 posero le basi, e infine rag­giun­sero, un tra­guar­do che inizial­mente sem­bra­va qua­si supe­ri­ore alla loro capac­ità. Oggi, con lo sve­la­men­to di una tar­ga in loro onore, fis­ser­e­mo nel tem­po i nomi dei tredi­ci ben­e­mer­i­ti lar­i­ane­si, che pre­sen­tarono, il 23 mag­gio 1926, il ricor­so al com­mis­sari­a­to regionale per ottenere la pri­ma ges­tione autono­ma del ter­ri­to­rio e che deter­minò, nel 1935, l’is­ti­tuzione del­l’am­min­is­trazione dei beni dema­niali di Lar­i­ano. I loro nomi entra­no così a far parte del­la sto­ria di Lar­i­ano: Vit­to­rio Abbafati, Enri­co Angeloni, Loren­zo Bas­tianel­li, Vital­iano Bas­tianel­li, Umber­to Bia­gi, Set­timio Bia­gi, Felice Colel­la, Plinio Corset­ti, Ettore D’Agapiti, Alfre­do Mas­trel­la, Vit­to­rio Mas­si­mi, Giuseppe Palmieri, Paris Valeri, a loro va il nos­tro più doveroso e sen­ti­to ringrazi­a­men­to” Il sin­da­co poi ha par­la­to nel dis­cor­so delle vicende storiche che si sono susse­gui­te sino all’autonomia comu­nale sanci­ta con decre­to pres­i­den­ziale il 28 Agos­to 1967, evi­den­zian­do il grande lavoro pro­fu­so dai com­po­nen­ti del Comi­ta­to per l’autonomia gui­dati da Padre Anto­nio Cima, e ricorda­to poi i vari sin­daci che si sono suc­ce­du­ti. “Infine vor­rei ringraziare- ha affer­ma­to- in par­ti­co­lar modo in ques­ta occa­sione isti­tuzionale, il Comi­ta­to che ha lavo­ra­to e con­tin­uerà a lavo­rare per tut­to il 2017 com­pos­to da Gae­tano Cam­panile, Padre Vin­cen­zo Moli­naro, Prof. Valenti­no Romani, Prof.ssa Isabel­la Pitone, Prof.ssa Tere­sa Tam­burlani, Gian­ni Bas­tianel­li, Prof. Dani­lo Rossi, Daniele Sci­foni, Edmon­do Furi, Padre Domeni­co Aiu­to, Ric­car­do Cim­mi­no, Gian­car­lo Fel­ci e dal­la mia col­lab­o­ra­trice Lua­na Spal­lot­ta. Un ringrazi­a­men­to a col­oro che ci han­no for­ni­to il mate­ri­ale per la mostra: Stu­dio D’Abbruzzi, l’Istituto Com­pren­si­vo, la Par­roc­chia” Poi è inter­venu­to Bruno Bel­li, uni­co com­po­nente in vita del Comi­ta­to dell’Autonomia che ha ricorda­to le vicende storiche che han­no por­ta­to alla con­quista dell’autonomia Comu­nale. E’ Inter­venu­to il Vesco­vo Mons. Vin­cen­zo Api­cel­la che ha sot­to­lin­eato che” la pre­sen­za del­la Chiesa è deter­mi­nante nel­la cresci­ta di una comu­nità”. Il pres­i­dente del con­siglio Regionale del Lazio Daniele Leodori ha sot­to­lin­eato l’importanza del­la ricor­ren­za stor­i­ca per la comu­nità di Lar­i­ano. Poi è inter­venu­to il pres­i­dente del­la Regione Lazio Nico­la Zin­garet­ti:” Avete fat­to benis­si­mo a sot­to­lin­eare l’importanza di quan­to avvenne 50 anni fa, cioè l’importanza del­la sto­ria, e di quan­to rac­con­tan­do la sto­ria del­la comu­nità sia deci­si­vo non perdere la memo­ria e conoscere le pro­prie radi­ci. La sto­ria è la data, la sto­ria è il fat­to stori­co, la  memo­ria è capire  per­ché ad un cer­to  pun­to del­la sto­ria,  appun­to delle per­sone fecero delle scelte. Quin­di accan­to al fat­to stori­co com­pren­dere i motivi che han­no por­ta­to gli even­ti ad avere un cer­to cor­so” Poi ha aggiun­to: ”La dimen­sione comu­nale è una delle dimen­sioni pri­marie insieme alla famiglia. La sto­ria è figlia di azioni che indi­vidui com­pi­ono. E’ gius­to ricor­dare sto­rie e nomi e la gioia per il rag­giun­to tra­guar­do dell’autonomia comu­nale di Lar­i­ano. Anche in ques­ta occa­sione se vogliamo tenere alta l’ambizione dob­bi­amo inno­vare, facen­do scelte impor­tan­ti per rilan­cia­re la dimen­sione glob­ale. Ricor­dare chi ci ha per­me­s­so di essere qua è dare un seg­nale impor­tante alle nuove gen­er­azioni”. Dopo i vari inter­ven­ti si è chiu­so il con­siglio comu­nale e c’è sta­to lo sve­la­men­to del­la tar­ga com­mem­o­ra­ti­va sita pro­prio appe­na fuori la por­ta dell’aula con­sil­iare, dei tredi­ci ben­e­mer­i­ti lar­i­ane­si, che pre­sen­tarono, il 23 mag­gio 1926, il ricor­so al com­mis­sari­a­to regionale per ottenere la pri­ma ges­tione autono­ma del ter­ri­to­rio e che deter­minò, nel 1935, l’is­ti­tuzione del­l’am­min­is­trazione dei beni dema­niali di Lar­i­ano. Poi ci sono state in aula giun­ta le foto di rito e la con­seg­na da parte dell’amministrazione comu­nale di Lar­i­ano di varie targhe alle autorità. La ser­a­ta di fes­ta è pros­e­gui­ta poi il cor­teo rie­voca­ti­vo del cor­teo stori­co del 1976 quan­do i lar­i­ane­si sce­sero in piaz­za per protestare con­tro la sen­ten­za del Con­siglio di Sta­to che ave­va momen­tanea­mente ripor­ta­to Lar­i­ano a frazione di Vel­letri.  Cor­teo alla pre­sen­za delle autorità e aper­to dal Grup­po Stru­men­tale Cit­tà di Lar­i­ano e majorettes e con i Draghi Cas­tel D’Ariano e numerose asso­ci­azioni di Lar­i­ano  che ha per­cor­so le vie cit­ta­dine e poi è giun­to in piaz­za San­ta Eurosia gremi­ta di cit­ta­di­ni.  La ser­a­ta è pros­e­gui­ta con degus­tazioni a cura di varie asso­ci­azioni locali, otti­ma musi­ca in piaz­za, momen­ti con la poe­sia, e ser­a­ta con­dot­ta da Ste­fano Rauc­ci. C’è sta­ta poi la con­seg­na di numerosi riconosci­men­ti a cura dell’amministrazione comu­nale con in tes­ta il sin­da­co Mau­r­izio Cali­ciot­ti e l’assessore allo sport Fab­rizio Fer­rante Car­rante e sul pal­co vicesin­da­co Clau­dio Cro­cetta e vari asses­sori e con­siglieri comu­nali, a sportivi, asso­ci­azioni, attiv­ità di Lar­i­ano, per­son­al­ità storiche, a col­oro che han­no fes­teggia­to quest’anno i 50 anni di mat­ri­mo­nio. Per con­clud­ere in bellez­za il taglio di una bel­lis­si­ma tor­ta con il sim­bo­lo del 50° dell’autonomia comunale(realizzata da Bar­bara Pan­toni) e brin­disi di grup­po a chi­ud­ere una gior­na­ta stor­i­ca. Per con­clud­ere ricor­diamo il prossi­mo appun­ta­men­to dell’Estate Lar­i­anese: Saba­to 2 Set­tem­bre alle ore 21 al Piaz­za­le dell’Anfiteatro ci sarà una ser­a­ta ded­i­ca­ta alla moda, bellez­za ed ele­gan­za con la tap­pa del con­cor­so inter­nazionale Miss Mon­do. Pre­sen­terà la ser­a­ta Mar­co Ciriaci. Ospite e mad­ri­na Con­ny Notarste­fano Miss World Italy 2017.

Alessan­dro De Ange­lis