Genzano, 5 stelle, RESET: Ripartiamo più determinati che mai!

Genzano, 5 stelle, RESET: Ripartiamo più determinati che mai!

01/09/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1200 volte!

Gen­zano, 5 stelle, RESET: Ripar­ti­amo più deter­mi­nati che mai!

Nel Con­siglio Comu­nale di domani, ver­rà data comu­ni­cazione uffi­ciale del­la nom­i­na dell’Assessore Piero Poz­zana a Vice Sin­da­co.
Ci sem­bra cor­ret­to, in ques­ta fase di pas­sag­gio, tirare giù due righe; soprat­tut­to per­ché dopo la notizia delle dimis­sioni del Vice Sin­da­co, in molti, ci han­no gius­ta­mente chiesto di com­mentare, di dire la nos­tra sull’accaduto.
Avrem­mo potu­to far­lo subito, ma abbi­amo prefer­i­to aspettare qualche giorno e ragionare a mente più fred­da e luci­da; ciò per­ché Bruno oltre ad essere il nos­tro Vice Sin­da­co è anche un ami­co, un com­pag­no in questo viag­gio.
Attivista del­la pri­ma ora, ha subito rispos­to alla nos­tra chia­ma­ta un anno fa deci­den­do, pur non aven­do ambizioni politiche, di dar­ci una mano. Si è imme­di­ata­mente mes­so a dis­po­sizione e ha dato il mas­si­mo per Gen­zano, sen­za mai tradire il suo manda­to e il per­cor­so costru­ito insieme. Per tale ragione riget­ti­amo e riman­di­amo indi­etro le accuse di incom­pe­ten­za, codar­d­ia o tradi­men­to che gli sono state mosse. Anzi, al con­trario, ha pre­so una deci­sione che altri non avreb­bero mai pre­so, rin­un­cian­do al pro­prio ruo­lo e alla “poltrona”, dimostran­dosi invece por­ta­tore sano dei nos­tri migliori ide­ali.
Che dir si voglia, però, quel­la di Vice Sin­da­co è una car­i­ca di estremo val­ore fidu­cia­rio. Scelti e nom­i­nati dal Sin­da­co, i mem­bri del­la Giun­ta, devono lavo­rare all’unisono e in sin­to­nia con il pri­mo cit­tadi­no. Quan­do questo pat­to infor­male si rompe alcune con­seguen­ze sono inevitabili. Per­ciò, per tran­quil­liz­zare i maestri del­la polit­i­ca e del com­plot­tismo, il Vice Sin­da­co Fac­ci­o­lo ha rasseg­na­to le pro­prie dimis­sioni nel momen­to in cui ha sen­ti­to di non pot­er più dare quel con­trib­u­to nec­es­sario alla causa. Ci risul­ta che in pas­sato nes­suno sia sta­to capace di una così esem­plare coeren­za, forse altri per­son­ag­gi avreb­bero dovu­to pren­dere deci­sioni così cor­ag­giose in prece­den­za…
Dal can­to nos­tro, per quan­to scrit­to nel­la let­tera di dimis­sioni, dob­bi­amo ammet­tere sen­za ipocrisia che ci sono sta­ti dei con­trasti e degli attri­ti con alcu­ni mem­bri del­la Giun­ta in mer­i­to a scelte e prese di posizione.
C’è, però, anche una gran voglia di pros­eguire e val­oriz­zare le gran­di poten­zial­ità di questo paese; a tal fine abbi­amo chiesto che siano redat­te per ogni area speci­fi­ci piani e obi­et­tivi con sca­den­ze a breve, medio e lun­go ter­mine, così da avere una chiara pro­gram­mazione per il futuro da con­di­videre con i cit­ta­di­ni.
Se non vedremo rag­giun­ti deter­mi­nati risul­tati e un evi­dente cam­bio di rot­ta, agire­mo di con­seguen­za con azioni e stru­men­ti a nos­tra dis­po­sizione, per­ché la nos­tra volon­tà è di fare bene e non cer­to quel­la di man­tenere inutil­mente cariche e posizioni impro­dut­tive
Chi vor­rà dar­ci una mano sarà ben accet­to, chi invece preferisce affos­sar­ci dis­in­ter­es­san­dosi di Gen­zano, con­tin­uerà a far­lo come ha ten­ta­to di fare fino ad oggi. Lot­ter­e­mo e fare­mo di tut­to per non las­cia­re anco­ra una vol­ta Gen­zano in mano a chi lo ha por­ta­to sul­l’or­lo del bara­tro.
Siamo diver­si da chi ci ha pre­ce­du­to e in modo o nell’altro lo dimostr­ere­mo.

I con­siglieri del M5s di Gen­zano di Roma
Bernar­di, Bon­gian­ni, D’Am­i­co, Fer­man­ti, Nasoni, Mar­i­ani, Mer­curi, Scop­po­let­ti, Sil­vestri