I vini della Provincia di Latina incontrano il Mondo. E conquistano Mr. Steven Spurrier!

I vini della Provincia di Latina incontrano il Mondo. E conquistano Mr. Steven Spurrier!

19/07/2017 0 Di Fabio Ciarla

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 745 volte!

Ver­rò presto a trovarvi”, ha salu­ta­to così i pro­dut­tori di vino del­la Provin­cia di Lati­na Mr. Steven Spurri­er, uomo-sim­bo­lo del­la riv­ista inglese Decanter e tra i più raf­fi­nati crit­i­ci del vino a liv­el­lo mon­di­ale. Anche un per­son­ag­gio di questo liv­el­lo, pro­fon­do conosc­i­tore di tut­ti i più gran­di ter­ri­tori del vino del mon­do, è sta­to con­quis­ta­to dal­la novità rap­p­re­sen­ta­ta dalle bellezze e dai vini por­tati a Baro­lo, lunedì 17 luglio nell’ambito del Prog­et­to Vino del Fes­ti­val Col­li­sioni, dal­la Stra­da dei vini dell’olio e dei sapori del­la Provin­cia di Lati­na.

Una degus­tazione pro­fes­sion­ale mod­er­a­ta dal­lo stes­so Spurri­er insieme a Levi Dal­ton, gior­nal­ista amer­i­cano autore del segui­tis­si­mo blog-pod­cast “I’ll Drink to that”, e al gior­nal­ista Fabio Cia­r­la, che ha fat­to in parte da ambas­ci­a­tore dei vini del Lazio essendo ormai ospite fis­so da quat­tro anni a Col­li­sioni. Pro­tag­o­nisti i vit­ig­ni autoc­toni dell’area sud del Lazio come Bel­lone, Mal­va­sia e Mosca­to di Ter­raci­na, ma anche Grechet­to e Mal­va­sia Punti­na­ta, per i bianchi men­tre per i rossi spazio a Nero Buono e Cesanese. Coin­volte e sosten­i­tri­ci dell’idea tutte le sette aziende del­la Stra­da, pre­sen­ti al com­ple­to per rac­con­tare i pro­pri vini: Can­ti­na Sant’Andrea, Can­ti­na Vil­la Gian­na, Mar­co Carpineti, Casale del Giglio, Cincin­na­to, Dona­to Gian­giro­la­mi, Pietra Pin­ta.

Il Prog­et­to Vino di Col­li­sioni è strut­tura­to su “pro­fes­sion­al tast­ing” alle quali parte­ci­pano esper­ti prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do e con inter­es­si diver­si, molti i gior­nal­isti così come i som­me­li­er, ma ne fan­no parte anche ris­tora­tori e impor­ta­tori. Nell’appuntamento ded­i­ca­to ai vini del­la Provin­cia di Lati­na era­no pre­sen­ti ospi­ti prove­ni­en­ti soprat­tut­to dagli Sta­ti Uni­ti e dal Cana­da, una for­tu­na vis­to che si trat­ta comunque di due tra i mer­cati più impor­tan­ti per le esportazioni tri­col­ori, poi Rus­sia, Aus­tralia, Inghilter­ra e Fil­ip­pine. La degus­tazione è sta­ta pre­ce­du­ta da un bel­lis­si­mo video ideato e real­iz­za­to dall’Agenzia “9cento” che ha pre­sen­ta­to il ter­ri­to­rio, e le sue ric­chezze pae­sag­gis­tiche e storiche, così da avvic­inare anche emo­ti­va­mente i pre­sen­ti ad un’area d’Italia per molti di loro sconosci­u­ta. Un suc­ces­so orga­niz­za­ti­vo foriero di risul­tati visti i com­pli­men­ti rice­vu­ti durante e dopo la degus­tazione, con ottime risposte in ter­mi­ni di qual­ità per­cepi­ta e ovvi­a­mente di sti­mo­lo, gra­zie alla curiosità di molti som­me­li­er e ris­tora­tori ver­so le novità, sen­za dimen­ti­care l’ottimo rap­por­to qual­ità-prez­zo.

Siamo sod­dis­fat­ti — han­no com­men­ta­to il Pres­i­dente e il Diret­tore del­la Stra­da del Vino, Mar­co Carpineti e Raf­faele D’Amato - era la pri­ma occa­sione che ave­va­mo di pre­sentar­ci e di pre­sentare i nos­tri vini in un con­testo inter­nazionale e di così alto liv­el­lo, l’impressione che ne abbi­amo rice­vu­to è che siamo sul­la Stra­da gius­ta! A parte il gio­co di parole dob­bi­amo dire che tut­ti i pro­dut­tori sono rimasti con­tenti di essere venu­ti, abbi­amo rice­vu­to com­pli­men­ti e sug­ger­i­men­ti per miglio­rare. In prat­i­ca un incor­ag­gia­men­to a pros­eguire in ques­ta direzione, — ha con­clu­so Carpinetiper­ché sap­pi­amo ormai che i nos­tri vini sono all’altezza e che dob­bi­amo solo lavo­rare per favorire la vis­i­bil­ità dei nos­tri prodot­ti al pal­cosceni­co nazionale ed inter­nazionale”.

Insom­ma, dopo il Prog­et­to Vino di Col­li­sioni 2017 — crea­tu­ra di un altro grande criti­co inter­nazionale come Ian D’Agata, esper­to di vit­ig­ni autoc­toni ital­iani e Senior Edi­tor del­la riv­ista Vinous per Europa e Asia, nonché diret­tore sci­en­tifi­co del­la Vini­taly Inter­na­tion­al Acad­e­my — pos­si­amo dire uffi­cial­mente che i vini del­la Provin­cia di Lati­na sono ormai sul­la map­pa del­la crit­i­ca eno­log­i­ca inter­nazionale.

Con­di­vi­di:
error0