Rocca di Papa, tutti gli occhi puntati sul “Signore degli Anelli” all’Osservatorio Fuligni

Rocca di Papa, tutti gli occhi puntati sul “Signore degli Anelli” all’Osservatorio Fuligni

28/06/2017 0 Di Azzurra Giordani

Hits: 18

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2815 volte!

E’ arriva­to il momen­to migliore dell’anno per osser­vare il piane­ta più bel­lo e affasci­nante del Sis­tema Solare: Sat­urno. Per fes­teggia­r­lo l’Associazione Tus­colana di Astrono­mia “Liv­io Grat­ton” (ATA) orga­niz­za ven­erdì 30 giug­no alle ore 21:00 pres­so l’Osser­va­to­rio astro­nom­i­co “Fran­co Fulig­ni” di Roc­ca di Papa l’even­to “Occhi su Sat­urno”. Una ser­a­ta imperdi­bile per conoscere tut­ti i seg­reti del piane­ta con gli anel­li e per ammi­rar­lo a occhio nudo e al tele­sco­pio sot­to la gui­da degli esper­ti oper­a­tori dell’ATA.

L’evento “Occhi su Sat­urno” rien­tra nell’ambito dell’omonima man­i­fes­tazione nazionale pro­mossa dall’Associazione Stel­lar­ia di Peri­nal­do (IM) in col­lab­o­razione con l’Unione Astro­fili Ital­iani (UAI). La man­i­fes­tazione è nata nel 2012 da un’idea dell’Associazione Stel­lar­ia per cel­e­brare i 300 anni dal­la scom­parsa di Gian Domeni­co Cassi­ni, grande astronomo del ‘600 e insigne osser­va­tore di Sat­urno di cui sco­prì ben 4 satel­li­ti e una “divi­sione” tra gli anel­li che anco­ra oggi por­ta il suo nome.

Ad aprire l’evento pres­so l’Osservatorio “Fulig­ni” sarà una pre­sen­tazione a cura di Fabio Mario Fedeli, esper­to divul­ga­tore dell’ATA. “Le con­dizioni par­ti­co­lar­mente favorevoli per osser­vare Sat­urno, che tran­si­ta all’opposizione rispet­to al Sole, sono una buona occa­sione per par­lare dei due pianeti gigan­ti del Sis­tema Solare: Giove e Sat­urno, e delle inter­es­san­tis­sime novità che in questi mesi si stan­no delin­e­an­do sul­lo sce­nario delle esplo­razioni spaziali gra­zie alle due sonde del­la NASA: Juno e Cassi­ni”, affer­ma Fedeli. “Dopo una descrizione gen­erale dei due pianeti gigan­ti e delle loro carat­ter­is­tiche orbitali, fisiche e strut­turali sarà riper­cor­sa la sto­ria delle esplo­razioni di Giove e Sat­urno con un focus, com­men­ta­to, sulle immag­i­ni più spet­ta­co­lari delle sonde Juno e Cassi­ni. Al ter­mine, il gran finale di Cassi­ni pre­vis­to per il prossi­mo 15 settembre”.

Alla pre­sen­tazione divul­ga­ti­va seguirà l’osser­vazione del piane­ta con gli anel­li, pro­tag­o­nista indis­cus­so del­la ser­a­ta, e di tut­ti gli altri ogget­ti celesti vis­i­bili a occhio nudo e con i tele­scopi dell’Osservatorio. Come seg­nala l’UAI, pos­si­amo facil­mente indi­vid­uare Sat­urno a sud – est nel­la pri­ma parte del­la notte, a sud nelle ore cen­trali e a sud – ovest pri­ma dell’alba. Lumi­noso e facil­mente vis­i­bile anche Giove: a sud – ovest nelle prime ore not­turne, poi a ovest dove si avvia al tra­mon­to. Per quan­to riguar­da le costel­lazioni, in tar­da ser­a­ta è pos­si­bile scorg­ere sull’orizzonte a sud – est la costel­lazione del­lo Scor­pi­one, a ovest pos­si­amo invece osser­vare in suc­ces­sione il lento tra­montare delle gran­di costel­lazioni del Leone e del­la Vergine. Ad aggiu­di­car­si il tito­lo di stelle più bril­lan­ti del cielo esti­vo sono: Arturo, nel­la costel­lazione del Bootes, e Vega, nel­la pic­co­la costel­lazione del­la Lira, che insieme al Cig­no e all’Aquila for­ma un ampio tri­an­go­lo che occu­pa la porzione più ele­va­ta del­la vol­ta celeste per tut­ta l’estate.

L’evento di ven­erdì 30 giug­no sarà quin­di un’occasione uni­ca per conoscere tutte le curiosità rel­a­tive al piane­ta più bel­lo del Sis­tema Solare e per dilet­tar­si nel­la sua osser­vazione e in quel­la degli altri ogget­ti celesti vis­i­bili. “Osser­vare il cielo, i pianeti e le costel­lazioni, anche attra­ver­so tele­scopi che per­me­t­tono di coglierne det­tagli altri­men­ti invis­i­bili sot­to la gui­da di esper­ti è una grande oppor­tu­nità che sus­ci­ta sem­pre nel pub­bli­co grande inter­esse ed entu­si­as­mo”, sot­to­lin­ea il Pres­i­dente dell’ATA Luca Orrù. L’Osser­va­to­rio “Fran­co Fulig­ni”, immer­so nel cuore del par­co dei Castel­li Romani, si con­figu­ra come loca­tion d’eccezione per l’osservazione astro­nom­i­ca.

Per ulte­ri­ori infor­mazioni e per preno­tare con­sultare il link: http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/