Nemi si dota di una colonnina elettrica Enel e punta sull’ambiente

Nemi si dota di una colonnina elettrica Enel e punta sull’ambiente

24/05/2017 0 Di puntoacapo

Hits: 7

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2496 volte!

Nemi si dota di una colon­ni­na elet­tri­ca Enel e pun­ta sull’ambiente

E’ sta­ta inau­gu­ra­ta a Nemi alla pre­sen­za del sin­da­co Alber­to Bertuc­ci insieme ai rap­p­re­sen­tan­ti di Enel una Pole Sta­tion per la ricar­i­ca di veicoli elettrici

E’ sta­ta inau­gu­ra­ta a Nemi, alla pre­sen­za  del sin­da­co Alber­to Bertuc­ci e di Fab­rizia Gianì e Tiziano Valen­tinet­ti di Enel, la “Pole Sta­tion 3g elet­tri­ca”, infra­strut­tura che garan­tisce il servizio di ricar­i­ca per i veicoli elet­tri­ci, in un appos­i­to pun­to di pre­lie­vo con area di sos­ta dedicata. 

Durante l’inaugurazione alcu­ni stu­den­ti del­la scuo­la di Nemi han­no riv­olto delle domande sul tema dell’energia prove­niente da fonti rin­nov­abili come risor­sa, del suo cor­ret­to uti­liz­zo e come sal­va­guardia dell’ambiente pun­tan­do l’attenzione sul­la mobil­ità a zero emissioni.

L’Amministrazione Comu­nale con ques­ta nuo­va fun­zionale istal­lazione ha volu­to incen­ti­vare e dif­fondere l’utilizzo delle auto elettriche.

Pres­so la colon­ni­na di ricar­i­ca inau­gu­ra­ta in piaz­za Roma, i cit­ta­di­ni e le  famiglie pro­pri­etari di veicoli elet­tri­ci potran­no ricari­care il pro­prio mez­zo con appo­site card e fare il “pieno di ener­gia” con pochi euro e sen­za inquinare il territorio.

Da oggi Nemi aggiunge un tas­sel­lo di ammod­er­na­men­to nel rispet­to dell’ambiente e del suo ter­ri­to­rio. Ques­ta atten­zione dell’amministrazione tutela con forza la mer­av­iglia ambi­en­tale che questo comune da sem­pre possiede.

“Sono felice  di aver por­ta­to un nuo­vo servizio utile ai miei cit­ta­di­ni – dichiara il sin­da­co di Nemi Alber­to Bertuc­ci – inau­gu­ran­do la colon­ni­na dell’Enel ho potu­to costatare la sod­dis­fazione dei cit­ta­di­ni che han­no già uti­liz­za­to il servizio ricar­i­can­do il pro­prio mez­zo elettrico. 

Per l’amministrazione comu­nale sig­nifi­ca aver cen­tra­to un nuo­vo obi­et­ti­vo che rien­tra pien­amente negli impeg­ni sot­to­scrit­ti nel “Pat­to dei Sin­daci” per il cli­ma e l’energia”.