Banca Popolare del Lazio, approvati Bilancio e ripartizione utili: agli azionisti 5,17 milioni di Euro

Banca Popolare del Lazio, approvati Bilancio e ripartizione utili: agli azionisti 5,17 milioni di Euro

22/05/2017 0 Di Fabio Ciarla
Vis­ite: 866

L’ASSEMBLEA DEI SOCI HA APPROVATO LA PROPOSTA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, IL DIVIDENDO SI ATTESTA A 0,70 EURO PER AZIONE

Vel­letri 22 mag­gio 2017 – L’assemblea dei soci del­la Ban­ca Popo­lare del Lazio, tenu­tasi domeni­ca 21 mag­gio a Vel­letri, ha approva­to for­mal­mente il bilan­cio rel­a­ti­vo all’esercizio 2016, con­fer­man­do la pro­pos­ta pre­sen­ta­ta dal Pres­i­dente del Con­siglio di Ammin­is­trazione Dott. Prof. Rena­to Mas­troste­fano.

Il risul­ta­to net­to di eser­cizio, pari a cir­ca 9,3 mil­ioni di Euro, è sta­to ripar­ti­to asseg­nan­do il 20% alle ris­erve (10% alla legale e 10% alla statu­taria) e 2,2 mil­ioni alla ris­er­va per acquis­to azioni pro­prie. Approva­ta anche la ridis­tribuzione per gli azion­isti, ai quali sono sta­ti asseg­nati com­p­lessi­va­mente 5,17 mil­ioni di Euro, con un div­i­den­do di 0,70 Euro per azione.

In cresci­ta anche il val­ore delle azioni del­la Ban­ca, che si incre­men­ta dell’1,54% atte­s­tandosi uni­tari­a­mente a 36,92 Euro (nel 2015 era pari a 36,36).

 

BANCA POPOLARE DEL LAZIO Soci­età Coop­er­a­ti­va per Azioni
Nata nel 1904 come “Cas­sa Agri­co­la Opera­ia” prende il nome di “Ban­ca coop­er­a­ti­va Pio X” in segui­to alla don­azione di 1.000 lire da parte del Pon­tefice. Dagli anni Set­tan­ta, sot­to la gui­da del prof. Rena­to Mas­troste­fano in qual­ità di Diret­tore Gen­erale, inizia un prog­et­to di svilup­po che porterà la Ban­ca alla trasfor­mazione in “Popo­lare” (1993) e infine – gra­zie alla fusione con la Ban­ca Popo­lare di Ter­raci­na – all’attuale for­ma e denom­i­nazione di “Ban­ca Popo­lare del Lazio” (1994). Nel 2009, e poi anche nel 2013, la Ban­ca si aggiu­di­ca il pre­mio “Cre­atori di Val­ore” nell’ambito del Milano Finan­za Glob­al Awards (appe­na con­fer­ma­to anche per il 2017), nel­lo stes­so anno il prof. Rena­to Mas­troste­fano (già Diret­tore Gen­erale e Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to) diven­ta Pres­i­dente. Nel 2010 si com­ple­ta l’asset man­age­ri­ale tut­to­ra in car­i­ca con la nom­i­na a Diret­tore Gen­erale di Mas­si­mo Luci­di. In base alla Legge 33/2015 sul­la trasfor­mazione in SPA delle banche popo­lari con un atti­vo di bilan­cio supe­ri­ore agli 8 mil­iar­di di Euro, nel 2015 la Ban­ca Popo­lare del Lazio rimane nel ristret­to grup­po delle prime 10 banche popo­lari a liv­el­lo nazionale che han­no con­ser­va­to tale sta­tus, nonché tra le prime 20 banche popo­lari indipen­den­ti.

Con­di­vi­di:
0