Marino, una lettrice denuncia: Via Pietro Nenni invasa ancora dalle erbacce

03/02/2017 1 Di puntoacapo
Vis­ite: 1319

Abbi­amo inoltra­to al Sin­da­co di Mari­no e agli Asses­sori, ques­ta let­tera di una cit­tad­i­na che ha prefer­i­to seguire l’iter ammin­is­tra­ti­vo, invece che denun­cia­re su Face­book.

Purtrop­po, ad oggi anco­ra Via Pietro Nen­ni è invasa dai rovi, come dimostra­no le foto, quin­di il suo appel­lo si riv­olge diret­ta­mente al Pri­mo Cit­tadi­no e alla giun­ta. Aven­do avu­to molte seg­nalazioni analoghe, cre­di­amo che la situ­azione sia impor­tante e ora atten­di­amo una rispos­ta dall’amministrazione.

 

Ques­ta mat­ti­na, come tutte le altre, por­to mia figlia a pren­dere lo scuo­labus in via Pietro Nen­ni, 14. A dif­feren­za delle altre volte, in quel­la maledet­ta fer­ma­ta invasa da erbac­ce e rovi sporgen­ti, ques­ta mat­ti­na una spina ha sfio­ra­to l’occhio del­la bim­ba.

Per for­tu­na non è suc­ces­so nul­la, ma mi chiedo se non fos­se anda­ta così bene, chi si pren­de­va la respon­s­abil­ità?

Da buona cit­tad­i­na, ad agos­to, in prossim­ità dell’apertura sco­las­ti­ca, fac­cio seg­nalazione a voce alla Mul­ti­servizi delle con­dizioni dei mar­ci­apie­di e del­la fer­ma­ta, ma niente!

A set­tem­bre, mi reco di nuo­vo e ne fac­cio un’altra, mi dicono che quel­la è pro­pri­età pri­va­ta e la Mul­ti­servizi non può far­ci niente. “Ok,” mi dico, “vado al Comune e pro­to­col­lo la seg­nalazione con alle­gate foto del degra­do del­la zona”.

Il 29/9/2016 lo fac­cio e con prot. 47045, invio la stes­sa seg­nalazione anche alla Mul­ti­servizi.

Da igno­rante che sono, chiedo ad un imp­ie­ga­ta dell’urbanistica se i pro­pri­etari dei ter­reni non sono obbli­gati a tenere puli­to il suo­lo pub­bli­co. Non sono pre­viste sanzioni? Mi risponde di sì e mi spie­ga il pro­ced­i­men­to: sarà fat­ta un’ordinanza e nei tem­pi pre­visti, il pro­pri­etario dovrà provvedere alla pulizia.

Sono tor­na­ta al Comune dopo una venti­na di giorni e mi è sta­to assi­cu­ra­to che l’ordinanza era par­ti­ta. Bene, ora mi chiedo: se l’ordinanza è par­ti­ta dove si è fer­ma­ta tut­ta la pro­ce­du­ra? Quan­to è dif­fi­cile avere puli­ti e ordi­nati almeno i mar­ci­apie­di? Ho pen­sato che, invece di scri­vere sui social, era meglio seguire una pras­si ammin­is­tra­ti­va e ho pro­to­col­la­to la seg­nalazione, ma nem­meno questo è bas­ta­to.

Caro Sin­da­co, cari tut­ti gli Asses­sori, vi invi­to ad andare a farvi una passeg­gia­ta a pie­di in via Pietro Nen­ni dall’asilo Vas­carelle all’Accademia del nuo­to dal­la parte del can­neto e con­statare con i vostri occhi le con­dizioni del­la zona e del­la fer­ma­ta del bus.

Chiedo a tutte le per­sone di buona volon­tà di spie­gar­mi cos’altro dovrei fare o potrei fare per vedere puli­ti e agi­bili quei mar­ci­apie­di, speran­do che nel frat­tem­po mia figlia e le altre bimbe che pren­dono il pul­mi­no, non si fac­ciano male.

Sper­an­zosa di una rispos­ta adegua­ta, salu­to cor­dial­mente.

DEBORA DI FAZIO

Con­di­vi­di:
0