Il Viaggio Pontino della Memoria negli Haiku di Pietro Vitelli

Il Viaggio Pontino della Memoria negli Haiku di Pietro Vitelli

22/01/2017 0 Di Marco Castaldi

Hits: 28

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2271 volte!

Lo scrit­tore e sag­gista di Cori pre­sen­terà il suo libro in Polo­nia in occa­sione delle com­mem­o­razioni del ricor­do del­la Shoah. Pri­ma nel­la bib­liote­ca comu­nale di Oswiec­im e poi all’Istituto Ital­iano di Cul­tura di Cracovia.

In occa­sione delle com­mem­o­razioni per la Gior­na­ta del­la Memo­ria, ded­i­ca­ta al ricor­do del­la Shoah, lo scrit­tore e sag­gista di Cori Pietro Vitel­li pre­sen­terà in Polo­nia il suo libro ‘HAIKU e altri ver­si VIAGGIO del­la MEMORIA da Maen­za ad Auschwitz’, tradot­to in polac­co e pub­bli­ca­to, con testo ital­iano a fronte, nel Set­tem­bre 2016 a Cra­covia. Giovedì 26 Gen­naio sarà nel­la bib­liote­ca comu­nale di Oswiec­im, la cit­tà dei campi di con­cen­tra­men­to e di ster­minio di Auschwitz e Birkenau.

Il 27 Gen­naio invece all’Isti­tu­to Ital­iano di Cul­tura di Cra­covia. Saran­no pre­sen­ti: Ugo Rufi­no, Diret­tore dell’Istituto; Piero Can­nas, Pres­i­dente del­la Cam­era di Com­mer­cio ital­iana in Polo­nia; Moni­ka Kwiatosz, Con­sole Ono­rario di Wrocław; Katarzy­na Likus, Con­sole Ono­rario di Cra­covia; i Rap­p­re­sen­tan­ti delle asso­ci­azioni ‘Ter­ra del Fuo­co’ e ‘Treno del­la memoria’.

Pietro Vitel­li è tra i pro­mo­tori del Viag­gio Pon­ti­no del­la Memo­ria, al quale parte­ci­pa anche l’I.C. ‘Cesare Chiom­into’ di Cori dal 23 al 29 Gen­naio. L’opera rac­con­ta come è nata l’iniziativa, avvi­a­ta nel 2004 con l’I.C. ‘Leone XIII’ e il Comune di Maen­za per poi coin­vol­gere gli isti­tu­ti com­pren­sivi e le Ammin­is­trazioni comu­nali di tut­ta la provin­cia di Lati­na, per un totale, nel cor­so di un decen­nio, di cir­ca 3.000 giovani.

Il libro descrive le emozioni vis­sute. Non solo quelle sul pos­to, ma anche quelle del tragit­to in pull­man, ric­co di sof­ferte med­i­tazioni, attra­ver­so la visione di fil­mati e doc­u­men­tari, sia all’andata che al ritorno. Durante quel pri­mo viag­gio educa­ti­vo Vitel­li tenne un diario, poi dato alle stampe, uti­liz­zan­do gli HAIKU, antichissi­ma for­ma poet­i­ca giap­ponese, sem­plice ed immediata.

“Il Viag­gio del­la Memo­ria aiu­ta a guardare il futuro con spir­i­to di sol­i­da­ri­età, di fratel­lan­za, di col­lab­o­razione fra tut­ti i popoli del­la Ter­ra con sen­ti­men­ti di pace e di rec­i­pro­co rispet­to – spie­ga Pietro Vitel­li – Spero che il libro aiu­ti a riflet­tere che è sem­pre utile e nec­es­sario l’impegno di cias­cuno per il bene comune, per­ché mai più si ripeta nel­la sto­ria una sim­i­le trage­dia con­tro l’umanità.”

Mar­co Castaldi

Addet­to Stam­pa & OLMR