Genzano, PD: Esternalizzato il servizio tributi, cartelle pazze in arrivo

Genzano, PD: Esternalizzato il servizio tributi, cartelle pazze in arrivo

20/01/2017 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2405 volte!

Flavio Gab­bari­ni

Gen­zano, PD: Ester­nal­iz­za­to il servizio trib­u­ti, cartelle pazze in arrivo

L’Amministrazione 5 stelle pri­va­tiz­za il servizio di accer­ta­men­to e riscos­sione demolen­do di fat­to il grande lavoro del­la Giun­ta Gab­bari­ni che, dopo la vicen­da Assoservizi, era rius­ci­ta a rista­bilire un rap­por­to cor­ret­to con i cittadini

Con la sen­ten­za del Con­siglio di Sta­to, che segue il pro­nun­ci­a­men­to del Tar Lazio, è sta­ta riconosci­u­ta piena legit­tim­ità all’azione dell’Amministrazione comu­nale Gab­bari­ni che ave­va rescis­so nel 2014 il con­trat­to con l’Assoservizi per gravi inadem­pien­ze, dopo aver annul­la­to gli avvisi di accer­ta­men­to emes­si. Da allo­ra il Comune di Gen­zano ha gesti­to diret­ta­mente, avval­en­dosi dei pro­pri uffi­ci, l’accertamento, la liq­uidazione e la riscos­sione dei trib­u­ti evasi o elusi con otti­mi risul­tati negli incas­si e inter­loquen­do cor­ret­ta­mente con i cittadini.

Oggi i 5stelle stan­no demolen­do ciò che di buono è sta­to fat­to “pri­va­tiz­zan­do” pezzi impor­tan­ti del servizio trib­u­ti. L’Amministrazione Loren­zon ha infat­ti affida­to a soci­età pri­va­ta l’accertamento e riscos­sione dei trib­u­ti ICI/IMU, mascheran­do sapi­en­te­mente l’operazione con la dic­i­tu­ra “sup­por­to e assis­ten­za” agli uffi­ci comu­nali e ai contribuenti.

I risul­tati li sti­amo veden­do già.

Tan­ti cit­ta­di­ni, ignari delle scelte dei 5stelle, stan­no già riceven­do errati avvisi di accer­ta­men­to IMU con con­tes­tu­ali sanzioni. Oltre al dan­no però, c’è anche la bef­fa per­ché col­oro che si recher­an­no al Comune per dimostrare l’illegittimità degli atti si tro­ver­an­no di fronte dei dipen­den­ti pri­vati, una vol­ta a set­ti­mana, con l’Ufficio trib­u­ti, che in questi anni ha fat­to tan­to per rista­bilire un rap­por­to cor­ret­to, di rispet­to e col­lab­o­razione ver­so i cit­ta­di­ni con­tribuen­ti, esautora­to a van­tag­gio di una soci­età privata.

Dietro a tut­to questo, si cela un vero e pro­prio affi­da­men­to diret­to del servizio di riscos­sione alla soci­età Andreani Trib­u­ti srl, sen­za rispet­to dei prin­cipi che regolano l’azione ammin­is­tra­ti­va e con il fonda­to dub­bio del­la vio­lazione del codice dei contratti.

Alla luce di ciò,evidenziata la man­can­za di ragioni tec­niche, eco­nomiche e di buon anda­men­to del­la P.A, let­ti gli avvisi di accer­ta­men­to e con­statati i moltepli­ci errori in essi pre­sen­ti, il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co fa pre­sente che si adop­er­erà pres­so tut­ti gli organi com­pe­ten­ti per ver­i­fi­care la rego­lar­ità e la legit­tim­ità dell’affidamento del servizio di recu­pero evasione/elusione ICI e IMU.