10° Viaggio Pontino della Memoria per gli studenti del ‘Chiominto’ di Cori

10° Viaggio Pontino della Memoria per gli studenti del ‘Chiominto’ di Cori

15/01/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2160 volte!

Tra una set­ti­mana 14 alun­ni delle clas­si medie di Cori, Giu­lianel­lo e Roc­ca Mas­si­ma inizier­an­no il loro pel­le­gri­nag­gio spir­i­tuale nel luo­go sim­bo­lo degli orrori generati dall’odio razz­iale, in occa­sione del­la Gior­na­ta Euro­pea del­la Memo­ria.

14 stu­den­ti delle clas­si terze medie dell’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’ sono pron­ti anche quest’anno ad intrapren­dere il ‘Viag­gio Pon­ti­no del­la Memo­ria’, al quale le Ammin­is­trazioni comu­nali di Cori e Roc­ca Mas­si­ma han­no ader­i­to per il 10° anno con­sec­u­ti­vo.

Par­ti­ran­no tra una set­ti­mana, nel pomerig­gio di lunedì 23 Gen­naio, con arri­vo a Vien­na il giorno suc­ces­si­vo. Vis­i­ta­ta la cap­i­tale aus­tri­a­ca, pros­eguiran­no ver­so Cra­covia, cit­tà medievale, tra le 12 più belle al mon­do, e anti­ca cap­i­tale polac­ca.

Il 26 Gen­naio l’emozionante ingres­so nel Cam­po di Con­cen­tra­men­to di Auschwitz – Birke­nau, dove tut­to è rimas­to come allo­ra, in memo­ria delle vit­time dell’Olocausto, e la parte­ci­pazione alle cel­e­brazioni uffi­ciali per il 72° anniver­sario del­la Liberazione del Cam­po e del­la cit­tà di Oświęcim.

Il 27 Gen­naio, Gior­na­ta Euro­pea del­la Memo­ria, saran­no al quartiere ebraico di Cra­covia, Kaz­imiertz, set del film ‘Shindler’s List’, pre­mio Oscar 1994 ded­i­ca­to al tema del­la Shoah, diret­to da Steven Spiel­berg e ispi­ra­to al roman­zo ‘La lista di Schindler’ di Thomas Keneal­ly, che rac­con­ta la vera sto­ria di Oskar Shindler.

Il giorno dopo, la sug­ges­ti­va disce­sa nel­la miniera di sal­gem­ma di Wielicz­ka, tra le più antiche che esis­tano, con scul­ture incise nel sale dai mina­tori che vi han­no lavo­ra­to dal XIII sec­o­lo al 1996. Dopo la visi­ta di Wad­ow­ice, cit­tà natale di San Gio­van­ni Pao­lo II, il rien­tro a casa domeni­ca 29 Gen­naio.

Sarà un’espe­rien­za educa­ti­va uni­ca, occa­sione per vivere di per­sona un impor­tante capi­to­lo del­la Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale, nel luo­go sim­bo­lo degli orrori generati dall’odio razz­iale, a con­tat­to con i pochi super­sti­ti e le realtà che oper­a­no per con­ser­varne il ricor­do.

Lo stes­so tragit­to in pull­man rap­p­re­sen­ta un vero e pro­prio ‘pel­le­gri­nag­gio spir­i­tuale’ ver­so una meta di conoscen­za e pro­fon­da rif­les­sione, in un’area geografi­ca pro­tag­o­nista di gran­di cam­bi­a­men­ti stori­ci e di grande inter­esse mon­u­men­tale, con­sid­er­a­ta dall’UNESCO bene cul­tur­ale mon­di­ale.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR