‘Cantine aperte a Natale’ a Cori

‘Cantine aperte a Natale’ a Cori

07/12/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2109 volte!

Domeni­ca 11 Dicem­bre Mar­co Carpineti e Pietra Pin­ta aprono le porte agli enoap­pas­sion­ati per fes­teggia­re in can­ti­na le feste natal­izie, ass­apo­ran­do i net­tari dei vit­ig­ni autoc­toni e non solo.

Fine set­ti­mana all’insegna di “Can­tine aperte a Natale” anche a Cori. L’Azienda Agri­co­la Bio­log­i­ca Mar­co Carpineti e la Tenu­ta Pietra Pin­ta han­no infat­ti ader­i­to all’ultimo appun­ta­men­to del­l’an­no che vede pro­tag­o­niste le can­tine del Movi­men­to Tur­is­mo del Vino. Domeni­ca 11 Dicem­bre il popo­lo degli eno­tur­isti trasferirà la mag­i­ca atmos­fera del Natale in can­ti­na, per brindare all’ar­ri­vo di una nuo­va stagione.

Sarà pos­si­bile vis­itare le due can­tine core­si, l’Azienda Agri­co­la Bio­log­i­ca Mar­co Carpineti, un mod­el­lo nel set­tore bio­logi­co e bio­d­i­nam­i­co, e la Tenu­ta Pietra Pin­ta del­la famiglia Fer­ret­ti, nel cam­po fin dai pri­mi anni dell’Ottocento. I wine lovers saran­no accolti come sem­pre con indi­men­ti­ca­bili degus­tazioni dei vini del­la casa abbinati ai prodot­ti tipi­ci del ter­ri­to­rio. Sarà anche un’occasione per scegliere i net­tari da regalare, da met­tere sot­to l’albero e servire a tavola a Natale.

Una gior­na­ta uni­ca, da trascor­rere ass­apo­ran­do le emozioni che nascono dall’assaggio dei vini locali, in par­ti­co­lare quel­li prodot­ti dagli antichi e pre­giati vit­ig­ni autoc­toni, come le uve rosse del Nero Buono di Cori e quelle bianche del Bel­lone, sapi­en­te­mente recu­perati e val­oriz­za­ti con meto­di e tec­nolo­gie all’avanguardia, sia pure nel rispet­to delle sec­o­lari tradizioni e dell’originaria iden­tità e vocazione territoriale.

Can­tine Aperte è l’evento eno­tur­is­ti­co più impor­tante in Italia nel suo genere. Dal 1993, varie volte da mag­gio a Natale, le can­tine socie del MTV aprono le porte al pub­bli­co, favoren­do un con­tat­to diret­to con gli appas­sion­ati di vino, curiosi di avvic­i­nar­si alle can­tine e desiderosi di fare un’esperienza diver­sa dal comune. Una inizia­ti­va che con­tribuisce a pro­muo­vere gli ele­vati liv­el­li di qual­ità ormai rag­giun­ti dai vini core­si, uni­ver­salmente riconosciu­ti dai consumatori.

Mar­co Castaldi

Addet­to Stam­pa & OLMR