L’eredità dell’Ing. Alessandro Marchetti a 50 anni dalla sua scomparsa

L’eredità dell’Ing. Alessandro Marchetti a 50 anni dalla sua scomparsa

05/12/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2107 volte!

Una del­egazione del­la Cit­tà di Cori ha parte­ci­pa­to nel fine set­ti­mana alle inizia­tive per il 50° anniver­sario del­la dipar­ti­ta del più grande prog­et­tista aero­nau­ti­co ital­iano orga­niz­zate a Ses­to Cal­ende e a Som­ma Lom­bar­do.

L’Amministrazione comu­nale di Cori, con il Sin­da­co Tom­ma­so Con­ti e l’Assessore Faus­to Nuglio, e il nipote dell’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti, Alessan­dro Cauc­ci Molara, han­no parte­ci­pa­to nel fine set­ti­mana alle cel­e­brazioni per il 50° anniver­sario del­la scom­parsa del più grande prog­et­tista aero­nau­ti­co ital­iano orga­niz­zate in provin­cia di Varese (Foto di Giuseppe Bar­to­lac­ci­ni).

Ven­erdì 2 Dicem­bre, nel­la sala con­sil­iare del Comune di Ses­to Cal­ende, si è svol­ta la mostra/conferenza ‘Alessan­dro Mar­che­t­ti e la sua ered­ità’. Saba­to 3 Dicem­bre a Som­ma Lom­bar­do, nell’area ex Officine Aero­nau­tiche Caproni del Par­co e Museo del Volo — Volan­dia, si è tenu­to invece il con­veg­no ‘L’eredità dell’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti nel 50° del­la sua scom­parsa’.

Il ritrat­to biografi­co del pio­niere ed avan­guardista dell’aviazione ital­i­ca è sta­to affida­to allo stori­co aero­nau­ti­co, Fabio Mor­lac­chi. Nato a Cori il 16 Giug­no 1884, dove oggi riposa, e nel­la cui casa padronale è cus­todi­ta parte dei suoi cimeli, il nome dell’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti è indis­sol­u­bil­mente lega­to alla sto­ria del­la SIAI, l’impresa aero­nau­ti­ca con sede a Ses­to Cal­ende.

Nel­la Cit­tà del Volo, dove morì il 5 Dicem­bre 1966, il suo ricor­do è anco­ra vivo, ha sot­to­lin­eato il Sin­da­co Mar­co Colom­bo. In ogni casa ses­tese c’è qual­cuno che ha lavo­ra­to nel­la Soci­età Idro­volan­ti Alta Italia, forte­mente rad­i­ca­ta nel tes­su­to sociale del suo ter­ri­to­rio. Una memo­ria che viene tra­man­da­ta alle gio­vani gen­er­azioni anche attra­ver­so inizia­tive con­crete in loro favore.

Come le borse di stu­dio asseg­nate ai figli — stu­den­ti meritevoli dei lavo­ra­tori seniores, con almeno 20 di servizio. Una tradizione inizia­ta nel­la SIAI Mar­che­t­ti, che oggi pros­egue nel­la fab­bri­ca di eli­cot­teri Agus­ta, che assor­bì la SIAI negli anni ’80. La mate­ria è sta­ta illus­tra­ta dall’Assessore alla Cul­tura del Comune di Ver­giate, Antonel­la Pac­ci­ni.

La fama dell’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti si deve soprat­tut­to ai veliv­oli dei pri­mati e delle imp­rese avi­a­to­rie leggen­darie. Tra questi l’S55X, il brut­to ana­troc­co­lo trasfor­ma­to in celeste metal­li­co cig­no dalle trasvolate oceaniche nel 1930 e 1933. Dell’argomento han­no trat­ta­to il Col. Pao­lo Nur­cis e il M.llo Mar­co Di Coc­co dell’Ufficio Stori­co dell’Aeronautica Mil­itare.

L’abilità impren­di­to­ri­ale di Capè, le doti prog­et­tuali di Mar­che­t­ti e lo spir­i­to patri­ot­ti­co di Cesare Bal­bo ne fecero un mod­el­lo di suc­ces­so di inizia­ti­va pub­bli­co-pri­va­ta. Al Volan­dia sono sta­ti pre­sen­tati i pri­mi com­po­nen­ti del­la repli­ca dell’S55X che il Savoia Mar­che­t­ti His­tor­i­cal Group sta ricostru­en­do in scala 1:1, sec­on­do i dis­eg­ni orig­i­nali. I det­tagli sono sta­ti spie­gati dall’Ing. Fil­ip­po Meani.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20