L’eredità dell’Ing. Alessandro Marchetti nel 50° della sua scomparsa

L’eredità dell’Ing. Alessandro Marchetti nel 50° della sua scomparsa

01/12/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2219 volte!

Del­egazione di Cori alla gior­na­ta even­to com­mem­o­ra­ti­va del genio ital­i­co dell’aviazione orga­niz­za­ta dal Savoia Mar­che­t­ti His­tor­i­cal Group Par­co e Museo del Volo — Volan­dia.

Saba­to 3 Dicem­bre, alle ore 10:15, il Sin­da­co di Cori Tom­ma­so Con­ti e l’Assessore Faus­to Nuglio parteciper­an­no all’evento ‘L’eredità dell’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti nel 50° del­la sua scom­parsa’, al quale inter­ver­rà l’Avv. Alessan­dro Cauc­ci Molara, nipote di Alessan­dro Mar­che­t­ti. L’iniziativa, orga­niz­za­ta dal Savoia Mar­che­t­ti His­tor­i­cal Group, si svol­gerà a Som­ma Lom­bar­do, in provin­cia di Varese, nel­la sala con­feren­ze dell’area ex Officine Aero­nau­tiche Caproni del Par­co e Museo del Volo — Volan­dia.

Alessan­dro Mar­che­t­ti nacque a Cori il 16 Giug­no 1884, dove oggi riposa. Se ne andò il 5 Dicem­bre 1966 a Ses­to Cal­ende (VA), sede del­la SIAI, stor­i­ca impre­sa aere­o­nau­ti­ca ital­iana, le cui vicende si legarono per oltre un trenten­nio all’estro, alle abil­ità e capac­ità tec­niche dell’ingegnere corese. Anco­ra oggi molti suoi aerei volano in cielo, ono­ran­do la memo­ria di una grande azien­da e delle migli­a­ia di per­sone che han­no vis­su­to per essa, facen­done un sinon­i­mo di inno­vazione, pro­gres­so, con­quista tec­no­log­i­ca e genial­ità tut­ta ital­i­ca.

L’ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti arrivò alla SIAI nel 1921 e real­iz­zò oltre 60 prog­et­ti. La sua fama è lega­ta soprat­tut­to ai veliv­oli dei pri­mati e delle imp­rese avi­a­to­rie leggen­darie: l’S.55 delle crociere transat­lantiche di Bal­bo, l’S.M.79 Sparviero del­la Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale, i “Sor­ci Ver­di” delle trasvolate, l’S.16ter dei 55.000 chilometri di De Pine­do e l’S.64 di Fer­rarin per la trasvola­ta atlanti­ca. Il più recente è l’SF-260, tutt’ora imp­ie­ga­to dalle forze armate come adde­stra­tore basi­co e dai pri­vati come aereo da tur­is­mo e acro­bati­co.

A 50 anni dal­la morte l’Ing. Alessan­dro Mar­che­t­ti, pio­niere e avan­guardia dell’aviazione, rap­p­re­sen­ta anco­ra il più grande prog­et­tista aero­nau­ti­co ital­iano. Fece del­la SIAI la più impor­tante indus­tria aere­o­nau­ti­ca nel mon­do, ide­an­do aerei e idro­volan­ti, civili e mil­iari, molti dei quali han­no fat­to la sto­ria dell’aereonautica e anco­ra oggi deten­gono record mon­di­ali. Il 3 Dicem­bre ver­ran­no anche pre­sen­tati i pri­mi com­po­nen­ti del­la repli­ca dell’S55X che il Savoia Mar­che­t­ti His­tor­i­cal Group sta ricostru­en­do per essere espos­to al Volan­dia.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20