Zone terremotate: prosegue l’impegno dei volontari di Cori e Giulianello

Zone terremotate: prosegue l’impegno dei volontari di Cori e Giulianello

26/11/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2324 volte!

Con le don­azioni rac­colte sul ter­ri­to­rio sono sta­ti acquis­ta­ti due con­tain­ers, uno per rimes­sag­gio, già con­seg­na­to ad Ama­trice, e un altro abi­ta­ti­vo arriverà ad Arqua­ta del Tron­to nei prossi­mi giorni. Il tut­to sot­to la super­vi­sione delle del­egazione mista Pro­tezione Civile/Comando di Polizia Locale. Il C.N.G.E.I. sta ges­ten­do un cen­tro di accoglien­za a Tolenti­no.   

I cir­ca 6900 euro donati dai cit­ta­di­ni di Cori e Giu­lianel­lo durante le ser­ate di ‘Ama-tri­ciana con il Cuore’, sono sta­ti imp­ie­gati qua­si tut­ti per sod­dis­fare alcune esi­gen­ze con­crete degli sfol­lati, scelte tra i fab­bisog­ni ester­nati sul sito Ter­re­mo­to Cen­tro Italia che aggre­ga e con­di­vide infor­mazioni utili sug­li even­ti sis­mi­ci che han­no col­pi­to il Cen­tro Italia nel 2016.

Dopo averne accer­ta­ta l’attendibilità, la Pro­tezione Civile e il Coman­do di Polizia Locale di Cori han­no opta­to per andare incon­tro alle per­sone che han­no deciso di rimanere sul pos­to e ripar­tire da zero. È sta­to acquis­ta­to un con­tain­er per rimes­sag­gio che con­sen­tirà ad un agri­coltore di Salet­ta di Ama­trice di rimet­tere attrez­za­ture e mate­ri­ali e rimanere vici­no ai campi e alle bestie.

La con­seg­na è avvenu­ta mer­coledì 23 Novem­bre alla pre­sen­za e con la col­lab­o­razione del­la del­egazione di Cori. Mer­coledì 30 Novem­bre invece una famiglia di oper­a­tori agri­coli di Arqua­ta del Tron­to ricev­erà un con­tain­er abi­ta­ti­vo, garan­ten­dogli la pos­si­bil­ità di portare avan­ti il lavoro. I restanti 1800 euro ver­ran­no des­ti­nati a final­ità molto sim­ili.

Nelle zone ter­re­mo­tate sono pre­sen­ti anche gli scout laici C.N.G.E.I. di Vel­letri e Giu­lianel­lo. Gestis­cono uno degli 8 campi di accoglien­za di Tolenti­no (MC), che ospi­ta cir­ca 100 per­sone di cui 30 minori. Si occu­pano di ani­mazione, doposcuo­la per i bam­bi­ni, del mag­a­zz­i­no, assis­ten­za h24 e pulizia locali. La ref­er­ente del grup­po coor­di­na i riforn­i­men­ti di tut­ti i cen­tri di accoglien­za del Comune.

Il loro servizio è inizia­to subito dopo il 24 Agos­to, atti­vati dal Dipar­ti­men­to del­la Pro­tezione Civile.  Il 2 Set­tem­bre nel Cen­tro Oper­a­ti­vo Comu­nale (COC) di Ama­trice con tur­nazioni set­ti­manali per oltre un mese. Il loro com­pi­to era di man­tenere la comu­ni­cazione tra i campi di accoglien­za e il DICOMAC (Direzione Coman­do e Con­trol­lo) di Rieti, reg­is­tran­do e smi­s­tan­do i dati rac­colti.

I ragazzi inoltre han­no sup­por­t­a­to il Sin­da­co di Ama­trice e il Dipar­ti­men­to di Pro­tezione Civile come inter­preti e tradut­tori in occa­sione del­la visi­ta in zona rossa di una del­egazione israeliana di Pro­tezione Civile, giun­ta in Italia per appren­dere le tec­niche ges­tion­ali del post sis­ma nei Pae­si esteri, con par­ti­co­lare riguar­do alla fase del pri­mo soc­cor­so e dell’estrazione dei cor­pi dalle mac­erie.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR