Il Servizio Civile Nazionale tra cittadinanza attiva e occupabilita’

Il Servizio Civile Nazionale tra cittadinanza attiva e occupabilita’

23/11/2016 0 Di Alessio Colacchi

Hits: 47

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3015 volte!

E’ sta­ta pre­sen­ta­ta ques­ta mat­ti­na l’indagine pro­mossa dal­l’­IS­FOL sul rap­por­to tra il tema del­la cit­tad­i­nan­za atti­va e l’oc­cu­pa­bili­ta’ nel servizio civile nazionale. Dal­l’anal­isi svol­ta su un cam­pi­one di 1.511 ragazzi (su un totale di 13.375 volon­tari del ban­do 2013) emerge un quadro estrema­mente positivo.
A un anno dal­la fine del servizio il 39,3% lavo­ra, il 12,9% stu­dia e lavo­ra con­tem­po­ranea­mente, men­tre il 15,2% stu­dia solamente.
Tra quan­ti sono imp­ie­gati ben il 61% han­no un lavoro con­tin­u­a­ti­vo, men­tre il 10% ha trova­to occu­pazione pro­prio tramite il servizio civile stes­so, dato che supera l’8% delle agen­zie del lavoro e dei cen­tri per l’impiego.
Un servizio civile che si dimostra quin­di impor­tante vet­tore di inclu­sione sociale e occu­pa­bili­ta’, soprat­tut­to se guardiamo al fat­to che il 77% dei ragazzi inter­vis­ta­ti dichiara di uti­liz­zare nel pro­prio lavoro le com­pe­ten­ze acquisite nel­l’an­no di servizio, ed addirit­tura il 95% ritiene di aver­le accresciute tramite quest’esperienza.
L’indagine è sta­ta pre­sen­ta­ta dal diret­tore gen­erale del­l’­IS­FOL-INAPP Pao­la Nicastro.
Pre­sente il sot­toseg­re­tario al Min­is­tero del Lavoro On. Lui­gi Bob­ba, il quale ha ricorda­to gli impor­tan­ti pas­si avan­ti con­piu­ti dal servizio civile, che diver­rà uni­ver­sale (ovvero aper­to a quan­ti vogliano svol­ger­lo come espe­rien­za) gra­zie al decre­to licen­zi­a­to dal Con­siglio dei Min­istri ed ora all’e­same del Par­la­men­to, che avrà trenta giorni per le sue osservazioni.
Inoltre ha annun­ci­a­to che a giorni uscirà un ban­do di 1.600 volon­tari per le aree ter­re­mo­tate ed un altro di 600 volon­tari in accor­do con il Min­is­tero dei Beni Cul­tur­ali per la tutela del pat­ri­mo­nio artis­ti­co del nos­tro paese.
Alessio Colacchi