Festa dell’Albero a Cori e Giulianello

Festa dell’Albero a Cori e Giulianello

22/11/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1727 volte!

Centi­na­ia di stu­den­ti han­no parte­ci­pa­to alla cam­pagna Legam­bi­ente sostenu­ta dall’Amministrazione comu­nale. Tema di quest’anno: il con­sumo del suo­lo. Sono sta­ti mes­si a dimo­ra 5 lec­ci. L’impegno con­tin­ua con l’invito a fir­mare la petizione online #sal­vail­suo­lo

Anche quest’anno il Cir­co­lo Legam­bi­ente ‘Cora Viridis’ ha pro­mosso ed orga­niz­za­to sul ter­ri­to­rio, in col­lab­o­razione con l’Amministrazione comu­nale di Cori e l’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’, la Fes­ta dell’Albero, tradizionale cam­pagna nazionale di Legam­bi­ente che ogni 21 Novem­bre cel­e­bra gli alberi e il loro indis­pens­abile con­trib­u­to al benessere e alla qual­ità del­la vita, nel­la pre­ven­zione del disses­to idro­ge­o­logi­co e nel man­ten­i­men­to degli equi­lib­ri del piane­ta attra­ver­so un sem­plice e sim­bol­i­co gesto come la piantu­mazione di semi, piante ed alberi.

Lunedì mat­ti­na centi­na­ia di stu­den­ti, accom­pa­g­nati dagli attivisti del cig­no verde e dai docen­ti, insieme agli Asses­sori Faus­to Nuglio e Luca Zampi, han­no mes­so a dimo­ra 5 lec­ci, 2 donati dal­la Gioiel­le­ria Brusapor­ci, che dal 2012 ad oggi ha regala­to alla comu­nità 45 alberi; 1 offer­to dall’Associazione cul­tur­ale ‘Chi dice don­na’ e 2 dal Comune di Cori. 3 sono sta­ti piantati a Giu­lianel­lo, 2 nel­la scuo­la dell’infanzia ‘Gian­ni Rodari’ e 1 nel plesso del­la pri­maria ‘Don Sil­ve­stro Radic­chi’. 2 sono sta­ti inter­rati a Cori, 1 nel gia­rdi­no ‘Raniero Zitarel­li’ e 1 in local­ità Abboc­ca­to­ra. Altri ver­ran­no piantu­mati nei pres­si del Tem­pio d’Ercole.

Tema di ques­ta edi­zione era il con­sumo del suo­lo, un fenom­e­no dalle con­seguen­ze ambi­en­tali ril­e­van­ti: ogni anno in Europa il cemen­to guadagna 1000 chilometri qua­drati strap­pan­doli agli alberi e non esiste una nor­ma­ti­va comu­ni­taria che regoli pratiche e abusi. La tutela del suo­lo diven­ta dunque una chi­ave per la soprav­viven­za del­la bio­di­ver­sità.  Per sti­mo­lare le isti­tuzioni a sten­dere una leg­is­lazione ded­i­ca­ta alla pro­tezione del suo­lo Peo­ple 4 Soil, rete lib­era e aper­ta di ONG europee, isti­tu­ti di ricer­ca, asso­ci­azioni di agri­coltori e grup­pi ambi­en­tal­isti, tra cui Legam­bi­ente, ha lan­ci­a­to la petizione #sal­vail­suo­lo che può essere fir­ma­ta online.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20