Frascati, Mastrosanti: “Cosa bolle in pentola sul Mercato Coperto?”

Frascati, Mastrosanti: “Cosa bolle in pentola sul Mercato Coperto?”

18/11/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2830 volte!

frascati-locali-commerciali-defaultFras­cati, Mas­trosan­ti: “Cosa bolle in pen­to­la sul Mer­ca­to Cop­er­to?”

La definizione di strate­gie idonee a pro­muo­vere e sostenere un rilan­cio del­la cit­tà di Fras­cati dal pun­to di vista tur­is­ti­co e con­seguente­mente le sue poten­zial­ità a sosteg­no di un intero com­par­to impren­di­to­ri­ale e com­mer­ciale cos­ti­tuiran­no uno dei temi sui quali saran­no chia­mati a con­frontar­si i prossi­mi can­di­dati a Sin­da­co del­la cit­tà.

Nat­u­rale pen­sare in ques­ta prospet­ti­va ad un più razionale e strate­gi­ca­mente ori­en­ta­to recu­pero ed utilizzo/riutilizzo  di tut­ta una serie di immo­bili comu­nali. Pen­si­amo, per lim­itar­ci ad alcu­ni, alle Scud­erie Aldo­bran­di­ni, i locali pres­so le mura del Val­adier, l’area del­l’ex Mat­ta­toio, il Mer­ca­to Cop­er­to. 

In ques­ta otti­ca ogni inter­ven­to estem­po­ra­neo e non inser­i­to in un quadro di insieme avrebbe poco sen­so ed è per questo che ci stupis­cono  le voci che si rin­cor­rono in cit­tà su una pre­sun­ta volon­tà del Com­mis­sario di con­cedere in uso gra­tu­ito l’u­ti­liz­zo del Mer­ca­to Cop­er­to per il prossi­mo tri­en­nio ad una isti­tuzione reli­giosa

Indipen­den­te­mente dall’utilizzo che se ne andrebbe a fare, che si igno­ra, con­fidi­amo viva­mente che questo non sia vero, per­ché sarebbe gravis­si­mo che una inizia­ti­va del genere, riguardante un bene così impor­tante fos­se sta­ta por­ta­ta avan­ti a fari spen­ti, sen­za far­la pre­cedere da alcun con­fron­to con l’intera comu­nità cit­tad­i­na e sen­za, nel caso, pen­sare di pro­cedere medi­ante la pre­dis­po­sizione di un ban­do pub­bli­co nel quale esplic­itare le final­ità del­l’af­fi­da­men­to. 

Aus­pichi­amo evi­den­te­mente che si trat­ti sola­mente di voci, altri­men­ti la nos­tra sor­pre­sa diver­rebbe pre­oc­cu­pazione, per­ché la riter­re­mo una inizia­ti­va total­mente esuber­ante le pre­rog­a­tive di un Com­mis­sario il quale dovrebbe occu­par­si, stante la tem­po­raneità del suo manda­to, del­la ges­tione ordi­nar­ia del­la ammin­is­trazione e del­la soluzione delle vicende più urgen­ti e non dif­feri­bili, esi­men­dosi dall’assumere deci­sioni dis­crezion­ali iner­en­ti la con­ces­sione in uso gra­tu­ito di beni del­la comu­nità di Fras­cati, soprat­tut­to se di dura­ta ben mag­giore rispet­to a quel­la del pro­prio manda­to. 

Si las­ci ad una ammin­is­trazione demo­c­ra­ti­ca­mente scelta l’onere di decidere la des­ti­nazione di un immo­bile quale il Mer­ca­to Cop­er­to e, sen­za perdere altro tem­po, si pub­blichi per esem­pio il ban­do per l’affidamento del servizio di smal­ti­men­to rifiu­ti sul quale con­tin­u­ano invece ad accu­mu­la­rsi silen­zi e ritar­di. Fras­cati deve sapere e ci aspet­ti­amo una sec­ca smen­ti­ta che met­ta a tacere ogni voce.

Comunque i cit­ta­di­ni di Fras­cati dovran­no sem­pre ringraziare il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co ed le sue scon­clu­sion­ate scelte politiche per aver costret­to il Comune a subire ques­ta umil­i­azione del Com­mis­sari­a­men­to. 

Grup­po “Insieme per Mas­trosan­ti”