Produzioni ecosostenibili. Premiato lo zafferano di Cori

Produzioni ecosostenibili. Premiato lo zafferano di Cori

16/11/2016 0 Di Marco Castaldi

Hits: 14

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2693 volte!

Quin­to Marafi­ni ha rice­vu­to il riconosci­men­to in occa­sione del con­veg­no con­clu­si­vo del prog­et­to “Stradafacen­do … Strada­gu­s­tan­do” per il con­trib­u­to offer­to alla pro­mozione del tur­is­mo ecososteni­bile lun­go la via Fran­ci­ge­na del Sud.

Lo zaf­fer­a­no di Cori è sta­to pre­mi­a­to da Kon­sumer Italia “per il suo atti­vo con­trib­u­to sui ter­ri­tori del­la Fran­ci­ge­na per un Tur­is­mo Ecososteni­bile rispet­toso dei dirit­ti e dei doveri del cit­tadi­no con­suma­tore”. Il riconosci­men­to è sta­to con­seg­na­to a Quin­to Marafi­ni dal Pres­i­dente dell’associazione con­sumeris­ti­ca Fab­rizio Pre­mu­ti, quale pro­dut­tore laziale dei Mer­cati del­la Ter­ra Slow Food che opera nel totale rispet­to dell’ambiente. Lo zaf­fer­a­no di Cori infat­ti è colti­va­to in modo com­ple­ta­mente nat­u­rale e manuale.

La cer­i­mo­nia si è svol­ta a Roma mart­edì 15 Novem­bre nel­la Sala Tir­reno del Palaz­zo del­la Regione Lazio, a mar­gine del con­veg­no con­clu­si­vo di pre­sen­tazione dei risul­tati del prog­et­to “Stradafacen­do … Strada­gu­s­tan­do”, finanzi­a­to dal­la Regione Lazio nell’ambito del pro­gram­ma gen­erale delle inizia­tive a van­tag­gio dei con­suma­tori denom­i­na­to “Regione Lazio per il cit­tadi­no con­suma­tore IV” (art. 148, com­ma 1 L. 23.12.2000 n. 388 – D.M. 21/03/2013 – DD. 2/07/2013), e aggiu­di­ca­to da Kon­sumer Italia.

Il prog­et­to vol­e­va far conoscere ai con­suma­tori le aree del bas­so Lazio, il loro pat­ri­mo­nio cul­tur­ale, architet­ton­i­co, tradizionale e pae­sag­gis­ti­co, ma anche le numerose eccel­len­ze locali. L’iniziativa ha pro­mosso usi e cos­tu­mi dei per­cor­si del­la Fran­ci­ge­na del sud, com­pre­si tra la via Pren­esti­na e la Via Appia, e il sig­ni­fi­ca­to dell’ecosostenibilità in tut­ti gli ambiti, com­pre­so quel­lo del tur­is­mo, tema stret­ta­mente con­nes­so ai dirit­ti dei tur­isti sanci­ti dal Codice del Con­sumo, rilan­ciati e val­oriz­za­ti anche in ques­ta occasione.

Quin­to Marafi­ni ha inizia­to nel 2009 a sper­i­menta­re la pro­duzione del­lo zaf­fer­a­no puris­si­mo in stim­mi. Un’esperienza di suc­ces­so, che nel 2011 ha con­sen­ti­to la com­mer­cial­iz­zazione del Cro­cus Sativus, che sulle colline core­si ha trova­to un ter­reno fer­tile. I bul­bi, impiantati entro il mese di Agos­to, fior­iscono tra metà Otto­bre e metà Novem­bre. I fiori ven­gono rac­colti con gran cura al mat­ti­no presto. Lo stes­so giorno del­la rac­col­ta lo zaf­fer­a­no viene sot­to­pos­to a un lun­go e del­i­ca­to proces­so per essere trasfor­ma­to nel­la preziosa spezia.

Mar­co Castaldi

Addet­to Stam­pa & OLMR