MARINO: SITUAZIONE ALLOGGI POPOLARI ATER

MARINO: SITUAZIONE ALLOGGI POPOLARI ATER

15/11/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 21

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2417 volte!

MarinoMari­no

MARINO: SITUAZIONE ALLOGGI POPOLARI ATER Provin­cia di Roma

E’ sta­to pub­bli­ca­to nei giorni scor­si sul sito uffi­ciale del Comune di Mari­no il Ban­do spe­ciale per l’assegnazione di n. 3 allog­gi di edilizia res­i­den­ziale pub­bli­ca all’interno del ter­ri­to­rio comu­nale, due di pro­pri­età ATER (Azien­da Ter­ri­to­ri­ale per l’Edilizia Res­i­den­ziale Pub­bli­ca del­la Provin­cia di Roma) e uno di pro­pri­età comunale.

L’uscita di questo ban­do era atte­sa da diver­si anni ed è par­ti­co­lar­mente ril­e­vante per chi si tro­va in deter­mi­nate con­dizioni socio-eco­nom­i­co-san­i­tarie o ver­sa in situ­azioni di grave dis­a­gio famil­iare e neces­si­ta quin­di di un’abitazione popolare.

Impor­tante ai fini del­la pre­sen­tazione del­la doman­da è il  pos­ses­so dei req­ui­si­ti  di cui all’articolo 1 del ban­do pre­visti dal­la nor­ma­ti­va regionale.

La doman­da va redat­ta sull’apposito mod­el­lo scar­i­ca­bile dal sito o reperi­bile pres­so l’URP del Comune di Mari­no entro il 25 novem­bre 2016 o tramite rac­co­man­da­ta postale R.R. o tramite Agen­zia autor­iz­za­ta al recapi­to — in bus­ta chiusa — o tramite PEC.

Chi avesse già inoltra­to doman­da antecedente alla data di pub­bli­cazione del 2 novem­bre 2016 di tale ban­do, è tenu­to a ripresen­tar­la in base ai req­ui­si­ti richi­esti in quan­to trat­tasi di ban­do speciale.

Il Comune di Mari­no ha volu­to effet­tuare ulti­ma­mente, in mate­ria di allog­gi, una atten­ta ver­i­fi­ca, tut­to­ra in cor­so, all’interno degli immo­bili di pro­pri­età dell’ATER. 

A questo propos­i­to gio­va ricor­dare che, a nor­ma del­la legge regionale n. 12 del 99, il ruo­lo attribuito ai Comu­ni è esclu­si­va­mente quel­lo di asseg­nare gli immo­bili e di pren­dere atto di even­tu­ali sana­to­rie, rel­a­tive ai canoni di locazione, comu­ni­cate al Comune dall’ente pro­pri­etario ATER.

Per­tan­to si rib­adisce che tut­ti i rap­por­ti con­trat­tuali inter­cor­rono tra gli inquili­ni e l’ente pro­pri­etario ATER.

Fer­ma restando l’importanza sociale dell’argomento, l’Amministrazione comu­nale rib­adisce il suo impeg­no a favore delle cat­e­gorie più deboli, pro­va evi­dente è l’uscita del pre­sente ban­do, e rifi­u­ta ogni stru­men­tal­iz­zazione, provo­cazione o intim­i­dazione che deter­mi­na di fat­to un irrigidi­men­to delle posizioni a scapi­to di un dial­o­go sereno, col­lab­o­ra­ti­vo e costruttivo.