‘Rosa è forte’, conclusa l’8^ edizione del corso gratuito per donne di autodifesa personale

Rosa è forte’, conclusa l’8^ edizione del corso gratuito per donne di autodifesa personale

14/11/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1386 volte!

Saba­to mat­ti­na la con­seg­na degli attes­ta­ti nel­la palestra Fight Club Body Cen­ter. 24 le donne iscritte che han­no avu­to modo di impara­re a difend­er­si da aggres­sioni di vario genere.

Con la con­seg­na dell’attes­ta­to di fre­quen­za WTKA Fight Club, riconosci­u­to a liv­el­lo regionale, si è con­clusa saba­to 12 Novem­bre l’8^ edi­zione del cor­so gra­tu­ito di autod­ife­sa per­son­ale «Rosa è forte» 2016, orga­niz­za­to dall’A.S.D. Fight Club Body Cen­ter in col­lab­o­razione con l’Organizzazione per l’Educazione allo Sport OPES Italia – Lati­na e il patrocinio del­la Provin­cia di Lati­na e del Comune di Cori. 24 le donne iscritte che han­no avu­to modo di impara­re a difend­er­si da aggres­sioni di vario genere. Le lezioni teoriche e pratiche, quat­tro in tut­to, si sono svolte ogni saba­to, dalle 10:00 alle 12:00, pres­so la palestra Fight Club Boby Cen­ter di Via Chiusa, dal 15 Otto­bre al 5 Novem­bre.

L’iniziativa come al soli­to si è con­trad­dis­tin­ta per il suo carat­tere inno­v­a­ti­vo e per la dinam­i­ca nat­u­rale con cui si è svol­ta, trasmet­ten­do alle prat­i­can­ti un’efficace capac­ità di autod­ife­sa, sen­za neces­sità di avere nes­suna preparazione atlet­i­ca e fisi­ca di base. Il Mae­stro 6° Dan Lam­ber­to Fras­ca, gli istrut­tori 2° Dan Daniele Todi­ni e Celeste Tabi­ta, inseg­nan­ti qual­i­fi­cati e riconosciu­ti dal­la Fed­er­azione WTKA Italia, han­no con­cen­tra­to l’attenzione sull’attività psi­co­mo­to­ria per l’apprendimento dell’arte del saper­si difend­ere con il cor­po e con la mente. Novità di quest’anno la parte­ci­pazione del­la dott.ssa Sara Mon­tozzi, psi­colo­ga e psi­coter­apeu­ta in anal­isi bioen­er­get­i­ca.

L’obiettivo prin­ci­pale era impara­re a difend­er­si con qual­si­asi cosa a dis­po­sizione, conoscere la dife­sa ver­bale, ma soprat­tut­to pre­venire le aggres­sioni e le situ­azioni a ris­chio. Le allieve sono state poste di fronte a situ­azioni reali di peri­co­lo per sco­prire i fon­da­men­tali del­la dis­ci­plina. Si è pun­ta­to molto sull’insegnamento dell’equilibrio e del­la coor­di­nazione dei movi­men­ti per con­sen­tire di agire effi­cace­mente nei con­fron­ti degli aggres­sori. Nel­lo speci­fi­co il pro­gram­ma si è svilup­pa­to in mod­uli sec­on­do i seguen­ti argo­men­ti: fasi iniziali dell’aggressione ed indice di vul­ner­a­bil­ità; tec­niche per lib­er­are le pro­prie capac­ità di reazione; le dinamiche tra le due par­ti nel­la dife­sa; difend­er­si da più aggres­sori; impara­re ad uti­liz­zare gli ogget­ti quo­tid­i­ani (chi­avi, penne, ecc.) per difend­er­si.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR