Tromba d’aria. Per Ladispoli servono adesso interventi e fondi straordinari

Tromba d’aria. Per Ladispoli servono adesso interventi e fondi straordinari

08/11/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1607 volte!

tornado-osteria-nuova-2Trom­ba d’aria. Per Ladis­poli ser­vono adesso inter­ven­ti e fon­di stra­or­di­nari  

Non è anco­ra fini­ta purtrop­po la con­ta dei dan­ni per Ladis­poli e gli altri Comu­ni, col­pi­ti dal­la vio­len­tis­si­ma trom­ba d’aria di domeni­ca, che già la polit­i­ca si sta atti­van­do per dare risposte imme­di­ate e tan­gi­bili ad un ter­ri­to­rio così grave­mente fer­i­to.

 Fed­eri­co Ascani, a nome del grup­po “ Le cit­tà del­la Metropoli “ ha imme­di­ata­mente pre­sen­ta­to una mozione, da dis­cutere già ven­erdì in Con­siglio Met­ro­pol­i­tano, ed un’istanza alla Sin­da­ca Rag­gi: “ Abbi­amo ver­i­fi­ca­to che in diver­si edi­fi­ci del­la Cit­tà met­ro­pol­i­tana, come l’ex Isti­tu­to alberghiero di via Ancona in Ladis­poli o in alcune scuole medie supe­ri­ori del ter­ri­to­rio a nord di Roma, si sono ril­e­vati ele­men­ti di peri­colosità tali da ritenere indis­pens­abile un inter­ven­to di sopral­lu­o­go e mes­sa in sicurez­za da parte delle isti­tuzioni com­pe­ten­ti. Per questo ho richiesto a nome del grup­po che si effet­tui una ric­og­nizione dei dan­ni nei  ter­ri­tori del­la Cit­tà met­ro­pol­i­tana col­pi­ti dal­la trom­ba d’aria ed in par­ti­co­lare nelle scuole e nelle strade di nos­tra com­pe­ten­za. In una pri­ma fase cre­do sia oppor­tuno anche che si uti­lizzi la nos­tra Polizia Met­ro­pol­i­tana in ausilio alle Polizie Locali dei Comu­ni, pro­prio per garan­tire la sicurez­za in ter­mi­ni di via­bil­ità extrau­r­bana. Occorre con­sid­er­are inoltre la pos­si­bil­ità di  uti­liz­zare il fon­do di ris­er­va, con­sid­er­a­ta la som­ma urgen­za, sia in con­sid­er­azione delle com­pe­ten­ze fon­da­men­tali del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana che nel sup­port­are con ogni forza ques­ta dif­fi­cile fase. Infine, è nec­es­sario, ed in questo ci uni­amo alle richi­es­ta già avan­zate da altri Ammin­is­tra­tori locali e nazion­ali, di ved­er riconosci­u­to lo sta­to di calamità nat­u­rale. Un provved­i­men­to che rite­ni­amo asso­lu­ta­mente indis­pens­abile per pot­er avviare da subito tut­to quan­to pre­vis­to in queste del­i­cate cir­costanze. Mi auguro con questo di trovare le nec­es­sarie sin­ergie con gli altri grup­pi politi­ci del Con­siglio Met­ro­pol­i­tano.”

Grup­po Con­sil­iare “Le Cit­tà delle Metropoli”

Con­di­vi­di:
error0