MARINO: FALSO ALLARME SULLA CHIUSURA DELLA BASILICA DI SAN BARNABA

MARINO: FALSO ALLARME SULLA CHIUSURA DELLA BASILICA DI SAN BARNABA

02/11/2016 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1792 volte!

Marino rmMARINO: FALSO ALLARME SULLA CHIUSURA DELLA BASILICA DI SAN BARNABA

IL SINDACO COSTRETTO A SMENTIRE L’ENNESIMA BUFALA: ‘ORA CHIEDETE SCUSA AI MARINESI!’

di Francesca Mar­ruc­ci

Ieri mat­ti­na varie agen­zie han­no bat­tuto la notizia, ripresa da vari tg nazion­ali e da un gior­nale locale, che i Vig­ili del Fuo­co avessero chiu­so la Basil­i­ca San Barn­a­ba di Mari­no a segui­to di un sopral­lu­o­go.  La notizia è chiara­mente infon­da­ta, vis­to che la Basil­i­ca era aper­ta alle 8,30 aper­ta e  molti mari­ne­si era­no a mes­sa.  Abbi­amo ver­i­fi­ca­to con i Vig­ili del Fuo­co di Mari­no e del­la Provin­cia, ma tut­ti han­no smen­ti­to la chiusura. Anche il Comune di Mari­no, nel­la per­sona dell’Assessore Adol­fo Tam­maro, non ne sape­va niente.  È evi­dente che le agen­zie, come purtrop­po suc­cede, abbiano bat­tuto una notizia sen­za ver­i­fi­car­la.  All’origine c’è prob­a­bil­mente la dichiarazione del Dia­cono che il giorno pri­ma, durante il sopral­lu­o­go degli addet­ti comu­nali, ha descrit­to la cadu­ta di cal­ci­nac­cio e pol­vere in chiesa durante la scos­sa di ter­e­mo­to di domeni­ca. 

Nes­suna tes­ta­ta giorn­lis­ti­ca, tranne la nos­tra, si è pre­oc­cu­pa­ta di ver­i­fi­care la notizia che anco­ra ieri sera era data nei tele­gior­nali nazion­ali.

Vis­to l’allarmismo cre­ato nel­la cit­tad­i­nan­za e nei fedeli, nonos­tante le ras­si­cu­razioni di molti dei respon­s­abili che man­dano avan­ti l’edificio in assen­za del Par­ro­co Don Pietro, in mis­sione in Sier­ra Leone, anche il Sin­da­co di Mari­no, Car­lo Col­iz­za, in ser­a­ta ha dovu­to smen­tire la colos­sale bufala cre­a­ta non si sa da chi.

Così il Pri­mo Cit­tadi­no: “Sta­mat­ti­na è pas­sa­ta anche sui net­work nazion­ali la notizia che la nos­tra Basil­i­ca fos­se sta­ta chiusa dai VVFF all’esito di un sopral­lu­o­go che ave­va riscon­tra­to lesioni da appro­fondire.  Pec­ca­to che il pri­mo acces­so del per­son­ale VVFF (la Squadra di Mari­no) si sia con­clu­so da pochissi­mo e, per­sonal­mente, ho assis­ti­to anch’io alle oper­azioni. In tale sede si è ver­i­fi­ca­ta l’esistenza di una lesione pos­ta nei pres­si del pri­mo pilas­tro del­la nava­ta destra e che le vec­chie lesioni (già mon­i­torate medi­ante l’apposizione dei vetri­ni) non si sono ampli­ate. L’unico provved­i­men­to pre­so si è tradot­to nel creare una zona di inter­dizione (pari a cir­ca due arcate) in atte­sa di ulte­ri­ori appro­fondi­men­ti. Quel­lo che fa vera­mente riflet­tere e las­cia l’amaro in boc­ca è la facilone­r­ia che carat­ter­iz­za l’uscita di queste notizie, nes­suno ha ver­i­fi­ca­to nul­la. NESSUNA SQUADRA DEI VVFF E’ INTERVENUTA PRIMA DI OGGI POMERIGGIO NESSUN PROVVEDIMENTO DI CHIUSURA AL PUBBLICO DELLEDIFICIO E’ MAI STATO ADOTTATO. Quale pri­mo cit­tadi­no non pos­so che dol­er­mi di tali leg­gerez­za, infor­mat­e­vi pri­ma di cer­care lo scoop e mag­a­ri, per una vol­ta, CHIEDETE SCUSA AI MARINESI!”