Anzio querela La7 e la Senatrice Fattori del M5S

Anzio querela La7 e la Senatrice Fattori del M5S

31/10/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1409 volte!

luciano-bruschini-anzioIl Sin­da­co di Anzio, Luciano Brus­chi­ni, a tutela del­la Cit­tà, ha con­fer­i­to incar­i­co all’avv. Di Bat­tista di pro­cedere con un’azione legale nei con­fron­ti di La 7 e del­la Sen. del M5S, Ele­na Fat­tori per un dan­no d’im­mag­ine di 5 mil­ioni di euro  

Ques­ta mat­ti­na il Sin­da­co di Anzio, Luciano Brus­chi­ni, a tutela del­l’im­mag­ine del­la Cit­tà di Anzio, ha dato manda­to al noto avvo­ca­to Gio­van­ni Di Bat­tista del Foro di Roma, di pro­cedere con un’azione legale nei con­fron­ti del­la Tes­ta­ta Gior­nal­is­ti­ca La 7 per il servizi manda­to in onda su Anzio nei giorni scor­si e del­la Sen. del Movi­men­to 5 Stelle, Ele­na Fat­tori che, in sin­te­si, in un inter­ven­to al Sen­a­to ave­va par­la­to di Anzio affer­man­do come: I mafiosi avreb­bero mes­so radi­ci in questo ter­ri­to­rio infil­tran­do sia la cosa pub­bli­ca sia aggiu­di­can­dosi appalti…  Chiedi­amo al Min­istro se sia il caso di inse­di­are una com­mis­sione prefet­tizia che pre­lu­da lo sciogli­men­to del Comune per mafia.…  Anzio è a pochi chilometri da Roma, sta dan­do un esem­pio di mala ges­tione e il min­istro tar­dan­do a rispon­dere las­cia che Cosa Nos­tra si impadro­nis­ca del Litorale…

Si trat­ta di servizi tele­vi­sivi scon­cer­tan­ti e di affer­mazioni non vere  — dichiara il Sin­da­co di Anzio, Luciano Brus­chi­ni -, che infangano il Comune e tut­ti i Cit­ta­di­ni di Anzio,  rispet­to alle quali abbi­amo dato manda­to all’avvo­ca­to Di Bat­tista di pro­cedere subito, in sede civile e penale, con una richi­es­ta di ris­arci­men­to dan­ni di non meno di cinque mil­ioni di euro che saran­no devo­lu­ti alle famiglie dis­agiate del­la nos­tra Cit­tà.  Ci sono sen­z’al­tro delle dif­fi­coltà — pros­egue il Sin­da­co di Anzio —  ma cre­do che la situ­azione eco­nom­i­ca e ter­ri­to­ri­ale del nos­tro Comune sia di gran lun­ga migliore di molte altre cit­tà vicine e lon­tane. Sono pron­to a con­frontar­mi, con tut­ti, sui prob­le­mi del­la nos­tra Cit­tà, che conosco meglio di chi­unque altro, ma non con­sen­to a nes­suno di sporcare l’im­mag­ine di Anzio. L’Am­min­is­trazione di una Cit­tà, for­tu­nata­mente, la scel­go­no i cit­ta­di­ni nel seg­re­to del­l’ur­na elet­torale e non può essere sovver­ti­ta — con­clude il Sin­da­co Brus­chi­ni — con i teo­re­mi di alcu­ni par­la­men­tari che neanche san­no di cosa stan­no par­lan­do”.  

Con­di­vi­di: