Santa Maria delle Mole, Marino: anche ACAB partecipa al PEC

Santa Maria delle Mole, Marino: anche ACAB partecipa al PEC

20/10/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2878 volte!

MarinoMaria delle Mole (Mari­no). Anche ACAB parte­ci­pa al PEC. Ste­fano Ender­le, invi­ta i cit­ta­di­ni a dare disponi­bil­ità e parte­ci­pare.

 Come ricor­da Cor­ra­do Col­iz­za (“grup­po di pre­sen­za – mons. G. Gras­si” asso­ci­azione civi­ca di volon­tari­a­to) , uno degli espo­nen­ti delle asso­ci­azioni pro­motri­ci del PEC: “Il “Piano di Emer­gen­za Comu­nale” – dopo tre con­veg­ni sul tema sen­za risul­tati apprez­z­abili, il fat­to nuo­vo è sta­ta la del­e­ga al con­sigliere comu­nale Toni­no Di Bel­lo di fare suo il tema per giun­gere al risul­ta­to pre­vis­to da leg­gi nazion­ali e regionale. Con la col­lab­o­razione dell’associazione Mari­no Aper­ta onlus, sono sta­ti orga­niz­za­ti incon­tri per conoscere sia la neces­sità del Piano sia per ren­dere parte­cipi e col­lab­o­ra­tive asso­ci­azioni e popo­lazione e fornire, seguen­do le linee gui­da del­la Regione e l’aiuto del­la strut­tura ammin­is­tra­ti­va, uno stru­men­to utile all’approvazione del PEC. Due dei cinque incon­tri si sono svolti il 6 ed il 13 otto­bre. Il ter­zo, è pre­vis­to per giovedì 20 otto­bre ore 18 nel­la sala con­sil­iare. Per sapere cosa fare occorre conoscere.”

Dopo aver parte­ci­pa­to alla sec­on­da riu­nione, Ste­fano Ender­le, Tesoriere dell’Associazione ACAB, ha dichiara­to  “Purtrop­po, l’errata preparazione del pri­mo appun­ta­men­to non ha con­sen­ti­to a tut­ti di pot­er­si orga­niz­zare e parte­ci­pare. Noi dell’Associazione ACAB, ora abbi­amo potu­to pren­dere visione del­la seri­età del tema, e del­la volon­tà che ani­ma i parte­ci­pan­ti. Sap­pi­amo che le ricadute del PEC saran­no di vario genere: di creazione di una base di conoscen­za utile alla pre­ven­zione ed even­tual­mente ai pri­mi inter­ven­ti in casi di eccezion­al­ità e di peri­co­lo per le vite umane e per i beni dei cit­ta­di­ni.  Così come potran­no derivare da ques­ta redazione e ges­tione del PEC miglio­ra­men­ti di dotazioni e strut­turali di beni pub­bli­ci. Per questo – ha con­clu­so Ender­le – d’accordo con l’associazione, pos­so non solo con­fer­mare il nos­tro impeg­no, ma ringraziare quan­ti sono già attivi in tal sen­so ed invitare tut­ti i cit­ta­di­ni a nome del Pres­i­dente, Ombret­ta Roma, a parte­ci­pare e ren­der­si disponi­bili per dare una mano, ora e per quan­do sarà nec­es­sario”.

Il pres­i­dente, Ombret­ta Roma

Il vicepres­i­dente, Luciana Zampil­loni