FIUMICINO, L’OPPOSIZIONE ATTACCA: BAMBINI ESCLUSI DALLA MENSA

FIUMICINO, L’OPPOSIZIONE ATTACCA: BAMBINI ESCLUSI DALLA MENSA

20/10/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 22

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2543 volte!

fiumicino_portoFIUMICINO, L’OPPOSIZIONE ATTACCA: BAMBINI ESCLUSI DALLA MENSA

Sono ormai 50 i bam­bi­ni di 6 diver­si isti­tu­ti di Fiu­mi­ci­no che da alcu­ni giorni si sono auto-esclusi dal servizio men­sa poiché inca­paci di far fronte a degli aumen­ti in molti casi del 100 per cen­to appli­cati da ques­ta ammin­is­trazione (i pasti rispet­to allo scor­so anno sono pas­sati da 2 a 4 euro). I bam­bi­ni attual­mente man­giano in classe. Si trat­ta di un numero des­ti­na­to a crescere, viste le con­tin­ue ade­sioni a ques­ta protes­ta sen­za precedenti.

“Quan­to sta acca­den­do a Fiu­mi­ci­no — spie­gano i con­siglieri comu­nali Mau­ro Gonnel­li, Fed­er­i­ca Pog­gio e William De Vec­chis — è ver­gog­noso. Il prob­le­ma non sono solo le mense ma una polit­i­ca eco­nom­i­ca che ha por­ta­to il Comune negli ulti­mi due anni ad aumentare i costi di tut­ti i servizi: trasporto sco­las­ti­co, rette degli asili, tas­sa sui rifiu­ti, tas­sa sui servizi, palestre comu­nali. Un salas­so che sta man­dan­do in ban­car­ot­ta migli­a­ia e migli­a­ia di famiglie di questo Comune”.

“Sono ormai due anni che denun­ci­amo l’assurdità di ques­ta polit­i­ca che sta impov­eren­do il Comune. Il prob­le­ma nel caso delle mense e delle rette degli asili sono gli indi­ca­tori eco­nomi­ci (Isee) total­mente sbal­lati. Abbi­amo più volte chiesto di rived­er­li e mod­i­fi­car­li. Ci siamo anche pro­posti di lavo­rare assieme all’amministrazione a un nuo­vo mod­el­lo che prevedesse tar­iffe più eque e scon­ti per sec­on­do, ter­zo figlio e ragazzi con dis­abil­ità ma nes­suno c’ha ascoltato”.

“Bisogna fer­mar­si al più presto. Avan­ti di questo pas­so e le famiglie di questo Comune ver­ran­no spen­nate per met­tere una pez­za ai tan­tis­si­mi sol­di but­tati per inau­gu­razioni fan­tas­ma, fes­ti­val dell’immigrazione, i prog­et­ti per il sot­topas­so, l’auditorium, il cen­tro fit­ness all’aperto”.