Grottaferrata: Si è dimesso il Sindaco Giampiero Fontana

Grottaferrata: Si è dimesso il Sindaco Giampiero Fontana

14/10/2016 1 Di federico
Vis­ite: 1367
Municipio_GrottaferrataCon una bre­vis­si­ma nota dif­fusa sta­mane sul­la pag­i­na Face­book uffi­ciale dell’Amministrazione comu­nale, sono state annun­ci­ate le dimis­sioni da parte di Giampiero Fontana dal­la car­i­ca di Sin­da­co di Grotta­fer­ra­ta. Deci­si­va la sfidu­cia di gran parte dei Con­siglieri di mag­gio­ran­za, a segui­to dell’azzeramento di Giun­ta di lunedì scor­so. (LEGGI L’ARTICOLO).
di Fed­eri­co Ghera

“Il Sin­da­co di Grotta­fer­ra­ta, Dott. Giampiero FONTANA, con atto con­seg­na­to al pro­to­col­lo comu­nale n. 34868 in data odier­na, ha rasseg­na­to le dimis­sioni dal­la car­i­ca elet­ti­va, ai sen­si e per gli effet­ti dell’art. 53, com­ma 3, del Decre­to Leg­isla­ti­vo n. 267/2000.
Questo il lacon­i­co mes­sag­gio pub­bli­ca­to quest’oggi, ven­erdì 14 otto­bre 2016, in mer­i­to alle dimis­sioni del Sin­da­co Giampiero Fontana, il quale era in car­i­ca dal giug­no del 2014, quan­do la net­ta vit­to­ria al bal­lot­tag­gio con Alessan­dro Broc­catel­li sancì l’inizio dell’avventura dell’Amministrazione di cen­trode­stra. Un’esperienza ammin­is­tra­ti­va che, dunque, si fer­ma a 28 mesi di vita, al ter­mine di una set­ti­mana aper­ta dall’azzeramento di Giun­ta volu­to dal­lo stes­so Sin­da­co al fine di real­iz­zare una nuo­va era ammin­is­tra­ti­va con la scelta di uomi­ni e donne diver­si da quel­li attual­mente in car­i­ca.
Tale scelta non è sta­ta evi­den­te­mente con­di­visa da diver­si espo­nen­ti del Con­siglio comu­nale di mag­gio­ran­za (Muc­ciac­cio e Cur­cio pas­sati subito al Grup­po Mis­to), i quali si sono uni­ti ai pari gra­do di mino­ran­za per san­cire le pro­prie dimis­sioni e sfidu­cia­re di fat­to il Pri­mo Cit­tadi­no.
Fontana, con­scio del­la situ­azione, ha così fir­ma­to il doc­u­men­to di dimis­sioni met­ten­do fine, sal­vo clam­orosi pas­si indi­etro, alla sua era ammin­is­tra­ti­va. Un’era nata sot­to tan­ti buoni aus­pi­ci di con­sen­so popo­lare (visti i risul­tati elet­torali) e di con­vinzione delle pro­prie idee e del pro­gram­ma pro­pos­to dal Sin­da­co e dal­la sua squadra. Il per­cor­so ammin­is­tra­ti­vo è sta­to tut­tavia carat­ter­iz­za­to da diverse tur­bolen­ze, interne ed esterne, che han­no por­ta­to, un anno fa di questi tem­pi, al rovescio di tre Asses­sori (Vice Sin­da­co Gian­lu­ca Paoluc­ci, Enri­co Ambro­gioni e Daniela Angheben) per un cam­bio di rot­ta volu­to da un folto numero di Con­siglieri di mag­gio­ran­za. In prece­den­za Gabriel­la Sisti ave­va las­ci­a­to l’incarico all’Istruzione e ai Servizi sociali, con il suc­ces­si­vo inser­i­men­to di Francesca Passi­ni. La nuo­va Giun­ta, con Michela Palozzi, Andrea De San­tis e Pao­lo Rubi­ni al pos­to dei tre soprac­i­tati, con la Passi­ni pro­mossa a vice Sin­da­co, ha ret­to un anno esat­to, giorno più, giorno meno. Nel mez­zo le dimis­sioni da Con­siglieri di Ric­car­do Toc­ci, Chiara Stirpe e Lui­gi Spal­let­ta.
Insom­ma, queste e tante altre vicis­si­tu­di­ni han­no influen­za­to inevitabil­mente l’armonia e la coe­sione del­la squadra di Gov­er­no, minan­do la pos­si­bil­ità di attuare prog­et­ti e inter­ven­ti per la Comu­nità cit­tad­i­na. Ora Grotta­fer­ra­ta tor­na in mano al Com­mis­sario Prefet­tizio, così come accadu­to a Mari­no e a Fras­cati nel recente pas­sato, per poi andare alle nuove elezioni il prossi­mo giug­no.
Com­men­ti, bilan­ci e pre­vi­sioni sul futuro politi­co-ammin­is­tra­ti­vo del­la cit­tad­i­na di San Nilo ven­gono las­ciati ai Cit­ta­di­ni e a chi ne è com­pe­tente. I fat­ti cer­ti dicono che da oggi si ricom­in­cia per un nuo­vo domani.
Con­di­vi­di:
0