Il Parco dei Castelli Romani sottoscrive con HERITY un accordo per la valorizzazione del territorio a Marino

Il Parco dei Castelli Romani sottoscrive con HERITY un accordo per la valorizzazione del territorio a Marino

07/10/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2987 volte!

02851fca-ed4b-4acc-a5f7-16ce3d3f5cd2Il Par­co dei Castel­li Romani sot­to­scrive con HERITY un accor­do per la val­oriz­zazione del ter­ri­to­rio a Mari­no

Il Museo civi­co “Umber­to Matroian­ni” di Mari­no (RM) ha ospi­ta­to la fir­ma dell’accordo fra Par­co regionale dei Castel­li Romani ed HERITY Inter­na­tion­al, orga­niz­zazione inter­nazionale per la cer­ti­fi­cazione di qual­ità del­la ges­tione del pat­ri­mo­nio cul­tur­ale.

Con questo accor­do – ha spie­ga­to San­dro Carac­ci, com­mis­sario stra­or­di­nario dell’Ente Par­co – il Par­co intende met­ter­si a dis­po­sizione del ter­ri­to­rio, delle Ammin­is­trazioni comu­nali e delle Isti­tuzioni cul­tur­ali per appli­care nei Castel­li Romani la clas­si­fi­cazione HERITY, adot­ta­ta oltre dieci anni fa dal­la Com­mis­sione Nazionale Ital­iana per l’UNESCO, quale stru­men­to per la mis­urazione delle per­for­mances dei siti del Pat­ri­mo­nio mon­di­ale. Il pat­ri­mo­nio iden­ti­tario del Par­co, infat­ti, pre­sen­ta un grande inter­esse nat­u­ral­is­ti­co, pae­sag­gis­ti­co, geo­logi­co, architet­ton­i­co e artis­ti­co, che va val­oriz­za­to per fare dei Castel­li Romani un brand di qual­ità anche sot­to il pun­to di vista dell’offerta muse­ale”.

Attrarre vis­i­ta­tori pre­sup­pone che l’immagine per­cepi­ta sia sostenu­ta e garan­ti­ta da una buona ges­tione e dal­la qual­ità dei servizi offer­ti, che sono un chiaro seg­no di cura del ter­ri­to­rio, cosa che il pub­bli­co apprez­za e con­sid­era nelle sue scelte di visi­ta. L’accordo di coop­er­azione tra il Par­co regionale dei Castel­li Romani ed HERITY Inter­na­tion­al intende rag­giun­gere questo obi­et­ti­vo, per col­lab­o­rare con le Ammin­is­trazioni locali, ai fini del­la  cer­ti­fi­cazione di musei, mon­u­men­ti, siti arche­o­logi­ci, archivi e bib­lioteche aper­ti al pub­bli­co. L’area met­ro­pol­i­tana dei Castel­li Romani sarà la pri­ma ad essere cer­ti­fi­ca­ta come area vas­ta peri­ur­bana in Italia.

L’area dei Castel­li Romani (e del ver­sante pren­esti­no) non è nuo­va alla cer­ti­fi­cazione HERITY.” - sot­to­lin­ea Mau­r­izio Quagli­uo­lo, Seg­re­tario Gen­erale di HERITY Inter­na­tion­al- “Ma l’applicazione sis­tem­at­i­ca final­iz­za­ta all’internazionalizzazione di questo ric­co ter­ri­to­rio ed all’indicazione, lun­go i per­cor­si già esisten­ti, dell’offerta di qual­ità cul­tur­ale, e non solo, è sicu­ra­mente un fiore all’occhiello che mette i comu­ni di questi ter­ri­tori in gra­do di accedere, gra­zie a ques­ta inizia­ti­va del Par­co, ad un cir­cuito che con­ta, oggi, 289 luoghi in Europa e fuori, dal Brasile alla Litu­a­nia. E’ sicu­ra­mente più impor­tante puntare alla qual­ità, piut­tosto che alla quan­tità dei vis­i­ta­tori, cosa che non sem­pre è adeguata­mente per­cepi­ta, anche nei nos­tri ter­ri­tori.”

La mat­ti­na­ta si è con­clusa con un aper­i­ti­vo con alcu­ni dei prodot­ti tipi­ci dei Castel­li Romani, prepara­to e allesti­to dal Cen­tro di For­mazione Pro­fes­sion­ale Alberghiero di Mari­no (RM). Un’occasione per i ragazzi di met­ter­si alla pro­va sul cam­po, un’opportunità che il Par­co ha avu­to il piacere di offrire ai gio­vani che si affac­ciano al mon­do del lavoro con tan­ta pas­sione ed entu­si­as­mo.