Marino, un lettore ci scrive sul nuovo regolamento per scegliere gli scrutatori

Marino, un lettore ci scrive sul nuovo regolamento per scegliere gli scrutatori

07/10/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 68

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6500 volte!

14/04/2008 ELEZIONI POLITICHE 2008 SI VUOTA UN'URNA DOPO LA CHIUSURA DI UN SEGGIO SCHEDE ELETTORALI © MIMMO CHIANURA / AGF

14/04/2008 ELEZIONI POLITICHE 2008 SI VUOTA UN’URNA DOPO LA CHIUSURA DI UN SEGGIO SCHEDE ELETTORALI © MIMMO CHIANURA / AGF

Marino, un lettore ci scrive sul nuovo regolamento per scegliere gli scrutinatori

Gen­tile direttore,

Le invio ques­ta mia in mer­i­to ad un Avvi­so pub­bli­co del Comune di Mari­no per la scelta degli scru­ta­tori per il ref­er­en­dum del prossi­mo 4 dicem­bre 2016
Sto­rie di ordi­nar­ia trasparen­za con tan­ti pun­ti interrogativi.

Il Comune di Mari­no, come tut­ti i Comu­ni ital­iani, fa affig­gere sui muri del paese la comu­ni­cazione che sono aperte, come ogni anno in questo peri­o­do,  le iscrizioni all’albo degli scru­ta­tori. Pre­cisa che chi è già iscrit­to non deve rin­no­vare la domanda.

Dopo cinque giorni, ma solo sul sito del Comune, viene pub­bli­ca­to  un avvi­so pub­bli­co per la nom­i­na a scru­ta­tore per il prossi­mo ref­er­en­dum. In questo avvi­so si cita un codice di autore­go­la­men­tazione di cui si sarebbe dota­ta la Com­mis­sione elet­torale Comu­nale. Dove è reperi­bile questo codice ? Sul sito comu­nale ? E soprat­tut­to, cosa dice ? Io non l’ho trova­to, ma questo è un prob­le­ma mio, immagino.

Da  quel­lo che è scrit­to nel  testo dell’Avviso, si capisce che entro il 21 otto­bre tut­ti col­oro che vogliono avere una pri­or­ità ( ? ) nel­la nom­i­na , devono riem­pire un mod­u­lo alle­ga­to ed inviar­lo al Comune, o con­seg­narlo a mano.

Quin­di, non bas­ta più essere iscrit­ti ( come dice­va il pri­mo man­i­festo ) ma se si vuole avere più chance occorre riem­pire il mod­u­lo.  E chi non va sul sito del Comune come fa a saperlo ?

Nel frat­tem­po, comunque, l’avviso è già “sca­la­to”  sul sito e quin­di non molto visibile.

 Nel mod­u­lo, tra le varie, si chiede di dichiarare l’ISEE. Ora, come molti san­no, richiedere l’ISEE oggi non è pro­prio una passeg­gia­ta di salute. Occorre avere tut­ta la doc­u­men­tazione del nucleo famil­iare, com­pre­si even­tu­ali libret­ti delle auto e dichiarazioni ban­car­ie. Poi non viene rilas­ci­a­to all’istante, ma occorre atten­dere dei giorni. Quin­di anche volen­do non si fa in tem­po per il 21, si spende mag­a­ri qualche euro per far­lo, e soprat­tut­to chi abi­ta con i gen­i­tori, pur dis­oc­cu­pa­to, alla fine ha un ISEE alto. Avrà comunque la priorità?

Sem­pre da questo Avvi­so si capisce che la Com­mis­sione elet­torale comu­nale (nelle per­sone dei Con­siglieri) potrebbe fare con­trol­li a cam­pi­one. Ne han­no i req­ui­si­ti, pos­sono richiedere loro in per­sona per­sonal­mente come direbbe Catarel­la, di entrare nelle banche dati per ver­i­fi­care se quan­to dichiara­to sia vero ? Non c’è un rego­la­men­to sull’accesso ai dati sensibili?

Ma un sem­plice sorteg­gio tra tut­ti col­oro che han­no pre­sen­ta­to la doman­da no? Mag­a­ri anche esclu­den­do chi l’ha già fat­to quest’anno. Pen­sate vera­mente che con 120 euro un dis­oc­cu­pa­to o uno stu­dente svolti? Il com­pen­so di uno scru­ta­tore è assim­i­l­abile ad un red­di­to di cittadinanza?

Ma soprat­tut­to, la famosa trasparen­za dove sta?

Vivi­amo il tem­po pre­sente e pen­si­amo al futuro prossimo.

Cor­diali saluti,

Mar­co Frezza