L’arte del maneggiar l’insegna entra nel patrimonio del folklore italiano con gli Sbandieratori dei Rioni di Cori

L’arte del maneggiar l’insegna entra nel patrimonio del folklore italiano con gli Sbandieratori dei Rioni di Cori

27/09/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2568 volte!

Gli Alfieri core­si han­no dona­to una bandiera stor­i­ca del grup­po al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popo­lari di Roma in occa­sione dell’inaugurazione del Museo delle Civiltà. Si trat­ta del pri­mo ed uni­co drap­po fino­ra espos­to in un isti­tu­to cul­tur­ale nazionale a rap­p­re­sentare l’arte del maneg­gio dell’insegna. In questi giorni inoltre i Rioni stan­no facen­do conoscere il folk­lore corese del­la bandiera in Iran, all’11th Mari­van Inter­na­tion­al Street Fes­ti­val. L’annuncio: gli Sbandier­a­tori dei Rioni di Cori sono i vinci­tori del Pre­mio Immag­ine Lati­na 2016.

Altro pres­ti­gioso tra­guar­do per gli Sbandier­a­tori dei Rioni di Cori che nell’anno del 50° anniver­sario del­la loro fon­dazione han­no avu­to l’onore di donare una bandiera stor­i­ca del grup­po al Museo delle Arti e delle Tradizioni popo­lari di Roma. Si trat­ta del pri­mo ed uni­co drap­po fino­ra espos­to in un isti­tu­to cul­tur­ale nazionale a rap­p­re­sentare l’arte del maneg­giar l’insegna, per­al­tro nel suo stile più vici­no all’originale, quale è quel­lo tra­manda­to dal­la scuo­la di sbandiera­men­to corese, di cui i Rioni furono capos­tip­i­ti nel 1966, oggi uni­ca in Italia.

La con­seg­na è avvenu­ta domeni­ca 25 Set­tem­bre nel week­end di inau­gu­razione del Museo delle Civiltà di Roma, coin­ci­dente con le Gior­nate Europee del Pat­ri­mo­nio. La sua isti­tuzione ha per­me­s­so di rag­grup­pare sot­to un’unica ges­tione quat­tro impor­tan­ti musei capi­toli­ni: il Museo Nazionale Preis­tori­co Etno­grafi­co ‘Lui­gi Pig­ori­ni’, il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popo­lari, il Museo Nazionale dell’Alto Medio­e­vo e il Museo Nazionale d’Arte Ori­en­tale ‘Giuseppe Tuc­ci’.

Dopo l’esibizione degli Sbandier­a­tori dei Rioni di Cori, che han­no dato un sag­gio del maneg­gio ludi­co dell’insegna, che un tem­po era un impor­tante stru­men­to mil­itare, la gior­na­ta si è chiusa con il lab­o­ra­to­rio cre­ati­vo gra­tu­ito per bam­bi­ni dai 5 ai 12 anni ispi­ra­to alle bandiere del mon­do, ‘La mia bandiera’.Ognuno dei pre­sen­ti ha potu­to real­iz­zare il pro­prio ves­sil­lo, ispi­ran­dosi al sim­bolis­mo e alle mille forme, col­ori ed ele­men­ti del­la tradizione bandierale ital­i­ca.

Dal 23 al 30 Set­tem­bre, inoltre, una squadra degli Sbandier­a­tori dei Rioni di Cori sta facen­do conoscere il folk­lore corese del­la bandiera in Iran, all’11th Mari­van Inter­na­tion­al Street Fes­ti­val, even­to cul­tur­ale che si svolge al con­fine con l’Iraq, nel­la regione del Kur­dis­tan. Tan­ti suc­ces­si, in Italia e nel Mon­do, che han­no val­so ai Rioni anche il Pre­mio Immag­ine Lati­na 2016, come annun­ci­a­to al con­veg­no di Cori dal Pres­i­dente dell’Associazione cul­tur­ale Nuo­va Immag­ine Lati­na, Fran­co Bor­ret­ti, che ricev­er­an­no nel­la cer­i­mo­nia uffi­ciale dell’11 Dicem­bre.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR