“Sindaco Raggi no al lucro su cani e gatti: salviamo Muratella”

“Sindaco Raggi no al lucro su cani e gatti: salviamo Muratella”

20/09/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 14

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 5278 volte!

Michel Emi Maritato

Michel Emi Maritato

“Sin­da­co Rag­gi no al lucro su cani e gat­ti: salvi­amo Muratella”

Il ban­do  pri­va­tiz­za il canile comu­nale e taglia posti di lavoro. Rag­gi non lo annulla

 “Canile comu­nale del­la Muratel­la: un pat­ri­mo­nio che non può essere dis­si­pa­to. Una strut­tura essen­ziale per gli ani­mali e i loro pro­pri­etari che un ban­do dell’ex com­mis­sario di Roma Cap­i­tale Francesco Pao­lo Tron­ca porterà alla pri­va­tiz­zazione, con taglio di posti di lavoro e riduzione dei servizi attual­mente garantiti”.

Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to che aggiunge: “L’ultimo atto sceller­a­to che il sin­da­co Rag­gi dovrebbe scon­giu­rare è l’affidamento del­la strut­tura a imp­rese pri­vate prove­ni­en­ti dal Sud Italia, con grave pregiudizio per cani e gat­ti che rischi­ano di diventare mer­ce di scam­bio su cui lucrare”, insiste il pres­i­dente che illus­tra i sor­pren­den­ti risul­tati ottenu­ti dagli oper­a­tori dal 1° mag­gio ad oggi: “528 cani    accolti in ingres­so, 356 cani usci­ti in adozione o ricon­giun­ti con i pro­pri­etari, 358 gat­ti ricoverati nel pun­to di pri­mo soc­cor­so, molti dei quali adot­tatiIl tut­to rispon­den­do alle esi­gen­ze di oltre 4000 per­sone e al 137esimo giorno di auto­ges­tione. Altro che decreti com­mis­sar­i­ali — sostiene Mar­i­ta­to – il canile comu­nale di Muratel­la è un altro pez­zo di servizio pub­bli­co che si perderà, con grave pregiudizio di cani, gat­ti, dei loro pro­pri­etari che poi sono i cit­ta­di­ni romani, gra­zie all’ignavia dell’attuale ammin­is­trazione capi­toli­na, sor­da a ogni richi­amo dei romani che ne subi­ran­no le conseguenze”.