Made in Italy: la qualità Gotto d’Oro conquista il Giappone

20/09/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 39

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3314 volte!

img_6590Made in Italy: la qual­ità Got­to d’Oro con­quista il Giappone

Il Pres­i­dente Lui­gi Capor­ic­ci: “E’ sta­ta una buona occa­sione per con­frontar­ci con una grossa realtà come quel­la giapponese”

Lunedì 19 set­tem­bre una del­egazione dal Giap­pone ha fat­to visi­ta alla can­ti­na Got­to d’Oro di Mari­no. L’in­con­tro è avvenu­to gra­zie all’AG­CI Lazio, che nelle gior­nate del 19 e 20 set­tem­bre ha ospi­ta­to la del­egazione di coop­er­a­tori giap­pone­si i quali man­i­fes­ta­vano il deside­rio di conoscere le eccel­len­ze del sis­tema di imp­rese coop­er­a­tive ader­en­ti ad AGCI. La scelta è quin­di ricadu­ta sul­la stor­i­ca can­ti­na di Mari­no, ader­ente alla AGCI.

A pre­sen­ziare per L’AGCI Lazio c’erano:  Rosario Altieri, pres­i­dente nazionale di AGCI e dell’ACI allean­za delle coop­er­a­tive Italia,  Mari­no Ian­ni, mem­bro del­la pres­i­den­za AGCI e pres­i­dente AGCI Lazio,  Ren­zo Col­li­na, vicepres­i­dente AGCI Lazio, Car­lo Scarzanel­la  mem­bro del­la pres­i­den­za di AGCI nazionale, Mau­ro Vagni AGCI Agrital

La visi­ta alla Got­to d’Oro La del­egazione giap­ponese è sta­ta accol­ta, inizial­mente al pun­to ven­di­ta Got­to d’Oro dal­la Enolo­ga dr.ssa Ilar­ia Palum­bo, la quale ha effet­tua­to una visi­ta gui­da­ta del­la can­ti­na illus­tran­do il per­cor­so del vino Got­to d’Oro dal con­fer­i­men­to dell’uva dei soci fino al con­fezion­a­men­to ed alla logis­ti­ca del prodot­to fini­to. Suc­ces­si­va­mente, la del­egazione giap­ponese è sta­ta ospi­ta­ta pres­so il “Salot­to del Vino” dove c’è sta­to il ben­venu­to da parte del­l’ingeg­nere Lui­gi Capor­ic­ci Pres­i­dente del­la Got­to d’oro e del Diret­tore Tec­ni­co Com­mer­ciale il Dot­tor Luis Tonet. Qui è sta­ta descrit­ta l’azienda illus­tran­done il pas­sato e annun­cian­done il futuro, con la prossi­ma com­mer­cial­iz­zazione con il Giap­pone, il Cana­da, la Svizzera e gli Sta­ti Uni­ti. Ver­so le 12.30 l’enol­o­go dr. Pao­lo Peira ha pre­sen­ta­to quat­tro vini: doc Roma Bian­co, Tau­rus del­la lin­ea Mitreo, Doc Roma Rosso, Korex del­la lin­ea Mitreo. È quin­di inizia­ta una degus­tazione pre­cisa del­la quat­tro tipolo­gie di prodotto.

La col­lab­o­razione tra la Got­to d’oro e l’AGCI lazio si è con­clusa con un light lunch di prodot­ti tipi­ci Romani dal­la pas­ta alla Ama­tri­ciana alla porchet­ta con­clu­den­dosi con Ciambelline e vini Got­to D’oro.  Il Rap­p­re­sen­tante del­la del­egazione Giap­ponese ha salu­ta­to e ringrazi­a­to  il Pres­i­dente del­la Got­to d’oro con­fer­en­dogli un pic­co­lo omag­gio tipi­co del­la loro cul­tura.  Sem­pre ieri nel pri­mo pomerig­gio la Got­to d’oro ha las­ci­a­to spazio ad un incon­tro del­la del­egazione giap­ponese con il Pres­i­dente Nazionale Altieri dell’AGCI.

Il pres­i­dente Got­to d’Oro Lui­gi Capor­ic­ci ha così com­men­ta­to l’evento: “E’ sta­ta una buona occa­sione per con­frontar­ci con una grossa realtà come quel­la giap­ponese. Ci sono sta­ti scam­bi rec­i­pro­ci di idee che porter­an­no sicu­ra­mente un val­ore aggiun­to al nos­tro impor­tante lavoro di pro­mozione dei vini Made in Italy”.