Mattinata di Pulizia del Monumento Naturale Lago di Giulianello

Mattinata di Pulizia del Monumento Naturale Lago di Giulianello

28/08/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2278 volte!

In tan­ti han­no con­tribuito saba­to mat­ti­na a rip­ulire l’area cir­costante l’oasi natur­is­ti­ca bersagli­a­ta dall’inciviltà di chi pen­sa di poter­la trasfor­mare in una dis­car­i­ca a cielo aper­to. All’opera anche frese e dece­spuglia­tori. Rac­colte decine di sac­chi di rifiu­ti, tra cui molti cal­ci­nac­ci e mate­ri­ali edili. Prossi­mo appun­ta­men­to l’11 Settembre.

Obi­et­ti­vo lago puli­to. Tut­ti insieme, cit­ta­di­ni e rap­p­re­sen­tan­ti delle isti­tuzioni  si sono dati appun­ta­men­to saba­to mat­ti­na nei pres­si del Mon­u­men­to Nat­u­rale per la tradizionale Mat­ti­na­ta di Pulizia del Lago di Giu­lianel­lo orga­niz­za­ta dal MAG e dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Cori.

In parec­chi han­no volu­to trascor­rere alcune ore all’insegna dell’ambi­en­tal­is­mo, del­la tutela del pae­sag­gio, dell’aggregazione e del sen­so civi­co. Soprat­tut­to parte­ci­pare alla pulizia di quel­la zona, trop­po spes­so bersaglio di inciviltà di chi pen­sa di poter­la trasfor­mare in una dis­car­i­ca a cielo aperto.

Anche sta­vol­ta, purtrop­po, tan­ta la spor­cizia rac­col­ta nei sac­chi. Rifiu­ti di ogni genere but­tati a ter­ra che detur­pano questo splen­di­do pae­sag­gio. Era­no pre­sen­ti, tra gli altri, l’Assessore Luca Zampi e il Pres­i­dente dell’ASBUC Luca Del Fer­ra­to. Alcu­ni cit­ta­di­ni han­no mes­so a dis­po­sizione frese e decespugliatori.

Tut­to ciò men­tre si attende che giun­ga in dirit­tura di arri­vo il lun­go per­cor­so di tutela e val­oriz­zazione dell’antica area di ril­e­vante inter­esse ambi­en­tale. Dopo l’installazione del­la sbar­ra sul­la Doganale, che vieta il traf­fi­co ai mezzi motor­iz­za­ti, il Con­siglio comu­nale di Cori ha approva­to il Rego­la­men­to di Ges­tione del Lago.

Lo stes­so testo deve rice­vere il placet dei con­siglieri comu­nali di Arte­na, l’altro Comune al quale la Regione Lazio ha affida­to la ges­tione con­giun­ta del Lago det­to La Torre. Il doc­u­men­to è sta­to elab­o­ra­to dal­la Com­mis­sione paritet­i­ca di esper­ti rap­p­re­sen­tan­ti dei due Enti, con il con­tribuito dell’Ass.re all’Ambiente Luca Zampi.

Una vol­ta in vig­ore, intro­dur­rà nell’oasi nat­u­ral­is­ti­ca una rego­la­men­tazione delle attiv­ità ed una serie di divi­eti e sanzioni pecu­niarie per i con­travven­tori. La cus­to­dia quo­tid­i­ana sarà affi­da­ta a per­son­ale for­ni­to dai due Comu­ni e da un cor­po di volon­tari. Di tut­to il resto si occu­perà un appos­i­to Comi­ta­to di Ges­tione.

Mar­co Castaldi

Addet­to Stam­pa & OLMR