IL COMUNE DI LANUVIO PARTECIPA AL BANDO PERIFERIE

IL COMUNE DI LANUVIO PARTECIPA AL BANDO PERIFERIE

24/08/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 24

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2236 volte!

Copia di PLAN GEN INTUN’OFFICINA DELLE IDEE, DEI SAPERI E DEI MESTIERI, IL COMUNE DI LANUVIO PARTECIPA AL BANDO PERIFERIE

Il Comune di Lanu­vio, su pro­pos­ta del Sin­da­co, Dott. Lui­gi Galieti, e dell’Assessore ai Lavori Pub­bli­ci, Andrea Volpi, parteciperà al “Ban­do nazionale per la riqual­i­fi­cazione urbana e la sicurez­za delle per­iferie”, emana­to tramite Decre­to del Pres­i­dente del Con­siglio dei Min­istri, il 25 mag­gio 2016. Il Ban­do chia­ma le cit­tà met­ro­pol­i­tane e i comu­ni capolu­o­go di provin­cia ad elab­o­rare delle pro­poste sec­on­do diverse tipolo­gie di azione, fra le quali: miglio­rare la qual­ità del deco­ro urbano, a manuten­zione, riu­so e rifun­zion­al­iz­zazione di aree pub­bliche, al poten­zi­a­men­to dei servizi, ai prog­et­ti di inclu­sione sociale e nuovi mod­el­li di wel­fare, fra altri.
L’Amministrazione Comu­nale, ha indi­vid­u­a­to l’ambito d’intervento, ader­ente ai req­ui­si­ti del ban­do, nel­la zona di Cam­poleone e Bellav­ista. Tale ambito, sep­pur dota­to di una buona qual­ità edilizia, di col­lega­men­ti viari e fer­roviari, di for­ti iden­tità legate al pae­sag­gio ed a diverse com­po­nen­ti  ter­ri­to­ri­ali, è carat­ter­iz­za­to da una forte caren­za di servizi, qual­ità urbana e sicurezza. 

“Nonos­tante i ter­mi­ni di pre­sen­tazione di questo ban­do fos­sero fis­sati al 17 agos­to, com­men­ta il Sin­da­co di Lanu­vio dott. Lui­gi Galieti, ci siamo fat­ti trovare pron­ti con una pro­pos­ta ambiziosa e miglio­ra­ti­va per le zone di Cam­poleone e Bellav­ista. Il nos­tro è un grande Comune che fa da cerniera tra la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana di Roma e la Provin­cia di Lati­na e le zone ogget­to di questo prog­et­to se adeguata­mente com­ple­tate potreb­bero rap­p­re­sentare un nuo­vo volano per l’e­cono­mia locale”.

Con la Delib­er­azione di Giun­ta Comu­nale 95 del 11.08.2016 è sta­to approva­to il prog­et­to: Offic­i­na delle idee, dei saperi e dei mestieri, per un cos­to com­p­lessi­vo di: € 4.873.791,45, che parteciperà al Ban­do, gra­zie al tramite del­la Cit­tà met­ro­pol­i­tana di Roma capitale. 
Si trat­ta di un prog­et­to com­p­lesso, elab­o­ra­to sec­on­do un approc­cio inte­gra­to e mul­ti­dis­ci­pli­nare, con l’obiettivo di inserire nuove fun­zioni, stret­ta­mente inter­con­nesse, ori­en­tate a:
-        la pro­mozione culturale;
-        lo svilup­po del­la imprenditoria;
-        la pro­mozione sociale di gio­vani e adulti;
-        la pro­mozione dei temi legati alla agri­coltura dop e del territorio;
-        il poten­zi­a­men­to delle strut­ture sco­las­tiche e sportive.
La pro­pos­ta prog­et­tuale, coor­di­na­ta dal Respon­s­abile del Set­tore I, Arch. Micol Ayu­so, è ori­en­ta­ta alla val­oriz­zazione delle risorse ter­ri­to­ri­ali, delle vocazioni locali, dell’imprenditoria e dell’associazionismo ed è riv­ol­ta a tutte le fasce di età del­la popo­lazione, con un’attenzione par­ti­co­lare ai bam­bi­ni, ai gio­vani ed agli anziani. Tali obi­et­tivi sono perse­gui­ti, in con­for­mità al ban­do, tramite la rifun­zion­al­iz­zazione di immo­bili comu­nali esisten­ti, la mes­sa a nor­ma di locali, la mes­sa in sicurez­za di incro­ci e mar­ci­apie­di di col­lega­men­to viario, il com­ple­ta­men­to di prog­et­ti già prece­den­te­mente approvati,ma car­en­ti di risorse finanziarie.
La con­vinzione alla base, dell’ elab­o­razione del­la pro­pos­ta è che il persegui­men­to dei sud­det­ti obi­et­tivi e la con­seguente riqual­i­fi­cazione urbana ed edilizia saran­no in gra­do di atti­vare pro­ces­si sin­er­gi­ci con le realtà locali apparte­nen­ti al ter­zo set­tore ed al set­tore del­la impren­di­to­ria agri­co­la, arti­giana, indus­tri­ale e delle nuove tec­nolo­gie, miglio­ran­do la qual­ità del­la vita degli abi­tan­ti, la sosteni­bil­ità urbana nel suo con­cet­to più ampio, sia a liv­el­lo locale che a scala urbana ed extra urbana, con­sideran­do la pre­sen­za lim­itro­fa di un impor­tante fas­cio fer­roviario, di vie di col­lega­men­to extrau­r­bano e di con­fine con altri cen­tri urbani.
” L’Am­min­is­trazione Galieti, com­men­ta Andrea Volpi Asses­sore all’Ur­ban­is­ti­ca e ai Lavori Pub­bli­ci, ha dimostra­to di saper met­tere in pie­di diver­si prog­et­ti per il pre­sente e per il futuro del paese, e la richi­es­ta di cir­ca 5 mil­ioni di euro per questo ban­do ne sono la dimostrazione. Solo qualche giorno fa, con­tin­ua Volpi, abbi­amo pre­sen­ta­to alla Regione Lazio la richi­es­ta di finanzi­a­men­to di 800 mila euro la ristrut­turazione del Teatro comu­nale e pub­bli­ca­to diver­si avvisi per impor­tan­ti opere pubbliche”. 
Il prog­et­to: “Offic­i­na delle idee, dei saperi e dei mestieri”, è com­pos­to dai seguen­ti interventi:
1. Offic­i­na culturale
2. Expo Arti e mestieri, nuove tec­nolo­gie – spazio bim­bi e bloc­co servizi sportivi
3. Ristrut­turazione ed effi­cien­ta­men­to ener­geti­co del Cen­tro Anziani
4. Par­co urbano e spazi verdi
5. Riqual­i­fi­cazione parcheg­gi e mes­sa in sicurez­za marciapiedi
6. Com­ple­ta­men­to palestra Campus
7. Spazio mul­ti­fun­zionale ex palestra Rodari
8. Cen­tro agri­coltura DOP e Ter­ri­to­rio. Gio­vani sul­la pro­pria ter­ra – Nuo­va piazza
I sud­det­ti inter­ven­ti, sono tut­ti di imme­di­a­ta fat­tibil­ità, in quan­to sono pen­sati in aree di pro­pri­età comu­nale, libere da vin­coli, in con­for­mità alle vigen­ti norme urban­is­tiche, e si trat­ta, sal­vo un inter­ven­to di nuo­va real­iz­zazione, di opere di com­ple­ta­men­to, rifun­zion­al­iz­zazione, riqual­i­fi­cazione, mes­sa in sicurez­za, ristrut­turazione ed effi­cien­ta­men­to di fab­bri­cati già esistenti.