L’Avis Marino risponde alla Consigliera Regionale Corrado (M5S): informazioni errate agli utenti

L’Avis Marino risponde alla Consigliera Regionale Corrado (M5S): informazioni errate agli utenti

09/08/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3523 volte!

Paolo Giansanti

Pao­lo Giansan­ti

L’Avis Marino risponde alla Consigliera Regionale Corrado (M5S): informazioni errate agli utenti. Le Avis del territorio lavorano tutte a pieno regime.

La chiusura dei Cen­tri Trasfu­sion­ali dei Pre­si­di Ospedalieri di Mari­no, Albano laziale, Fras­cati e Vel­letri ha sus­ci­ta­to notev­ole scal­pore e gius­ta­mente gli organi di infor­mazione han­no pun­ta­to i riflet­tori sull’evolversi del­la vicen­da, anche se non sem­pre le notizie che ven­gono date sono iner­en­ti alla realtà dei fat­ti.

È questo il caso di un’intervista alla Con­sigliera Regionale Valenti­na Cor­ra­do del M5S che su Il Caf­fè n. 371 di agos­to, a pag­i­na 12, a propos­i­to delle attiv­ità e del fun­zion­a­men­to dei cen­tri trasfu­sion­ali dei Castel­li Romani ripor­ta delle affer­mazioni errate.

Affer­ma, infat­ti, che il Cen­tro Trasfu­sion­ale di Mari­no è chiu­so dall’inizio del 2016 e ciò è fal­so. Il cen­tro è chiu­so dal 26 giug­no 2016 e per i pri­mi sei mesi dell’anno ha oper­a­to rego­lar­mente.

In sec­on­do luo­go, affer­ma che i dona­tori sono sta­ti tut­ti dirot­tati ver­so l’Avis di Vel­letri e anche questo è fal­so. Le sedi Avis di Mari­no, Grotta­fer­ra­ta, Gen­zano e Roc­ca di Papa, sedi accred­i­tate, con enor­mi sac­ri­fi­ci eco­nomi­ci, stan­no man­te­nen­do l’attività di rac­col­ta sangue cal­en­dariz­za­ta per l’anno 2016.

La sola Avis di Mari­no ha rac­colto nel­la pri­ma metà dell’anno ben 300 sac­che di sangue.

Un ringrazi­a­men­to per aver man­tenu­to questi alti stan­dard va ai dona­tori che, nonos­tante le dif­fi­coltà e la con­fu­sione del momen­to, si sono pre­sen­tati comunque alle nos­tre sedi, che sono Pun­ti Pre­lie­vo accred­i­tati diret­ta­mente dal Cen­tro Regionale Sangue.

Pro­prio per le lacune riscon­trate nei Cen­tri Trasfu­sion­ali ospe­di­alieri è bene ora più che mai dare notizie ed infor­mazioni esat­te su dove e come donare, ricor­dan­do che questo servizio non è paga­to con i fon­di del­la san­ità, ma esple­ta­to da volon­tari che stan­no sop­peren­do alle man­canze san­i­tarie del ter­ri­to­rio.

Il Pres­i­dente

Pao­lo Giansan­ti

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20