Cori: completamento della ristrutturazione del teatro comunale e sistemazione della strada Doganale di Giulianello i principali obiettivi dell’assestamento di bilancio

Cori: completamento della ristrutturazione del teatro comunale e sistemazione della strada Doganale di Giulianello i principali obiettivi dell’assestamento di bilancio

09/08/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2549 volte!

Il doc­u­men­to pre­sen­ta­to in aula dall’Assessore al Bilan­cio Mau­ro De Lil­lis e approva­to dal Con­siglio comu­nale pun­ta a dare ulte­ri­ore impul­so alle mis­ure di svilup­po infra­strut­turale, sociale e cul­tur­ale del ter­ri­to­rio già inserite nel pre­vi­sion­ale 2016/2018.

Nell’assestamento gen­erale del bilan­cio di pre­vi­sione 2016/2018 sono pre­viste risorse aggiun­tive per il com­ple­ta­men­to del­la ristrut­turazione del teatro comu­nale e per la sis­temazione del­la stra­da Doganale di Giu­lianel­lo. È questo il dato più ril­e­vante del doc­u­men­to approva­to dall’ultimo Con­siglio comu­nale di Cori (14 sì e 3 no: Bianchi, Canale, Sil­vi), come evi­den­zi­a­to in aula dall’Assessore al Bilan­cio Mau­ro De Lillis.

Poco meno di 100mila euro per ulti­mare entram­bi i lavori. “Un mutuo di 70mila euro per portare a ter­mine la ristrut­turazione del teatro comu­nale, un cantiere già avvi­a­to con un prece­dente cofi­nanzi­a­men­to Regione/Comune – ha spie­ga­to il tito­lare delle finanze dell’ente lep­ino – 25mila euro invece è la quo­ta parte del Comune per sis­temare la Doganale di Giu­lianel­lo con la com­parte­ci­pazione del­la Soci­età Eples che con­tribuirà alla real­iz­zazione del prog­et­to dal val­ore com­p­lessi­vo di cir­ca 50mila euro”.

Si trat­ta di due inter­ven­ti ril­e­van­ti. L’ammod­er­na­men­to del teatro comu­nale, luo­go d’arte e cul­tura fon­da­men­tale per il paese, per­me­t­terà di assi­cu­rare a tut­ta l’utenza le nec­es­sarie con­dizioni di con­fort, sicurez­za ed acces­si­bil­ità, sen­za snat­u­rarne la strut­tura preesistente e con par­ti­co­lare riguar­do alla sal­va­guardia delle antiche mura polig­o­nali che ne cos­ti­tu­is­cono l’originaria ossatura.

La sis­temazione dell’antica stra­da Doganale, via di comu­ni­cazione pre­romana usa­ta anche per la tran­suman­za, con­sen­tirà un più agev­ole ingres­so al Mon­u­men­to Nat­u­rale Lago di Giu­lianel­lo, sen­za mezzi motor­iz­za­ti, il cui tran­si­to con­tin­uerà ad essere vieta­to dal­la sbar­ra, salvi i casi par­ti­co­lari. Uni­ta­mente alla prossi­ma entra­ta in vig­ore del Rego­la­men­to di Ges­tione del Lago, l’opera con­tribuirà alla val­oriz­zazione dell’oasi, miglio­ran­done la fruizione.

“In questo modo diamo ulte­ri­ore impul­so alle mis­ure di svilup­po infra­strut­turale, sociale e cul­tur­ale del ter­ri­to­rio già inserite nel pre­vi­sion­ale 2016/2018 – con­clude De Lil­lis – dove abbi­amo iscrit­to, tra le altre cose, i fon­di nec­es­sari al ripristi­no del­la fun­zion­al­ità del­la pisci­na comu­nale di Stoza, al rifaci­men­to del sel­ci­a­to in vari pun­ti dei cen­tri stori­ci e del man­to delle prin­ci­pali strade del­la cit­tà, al piano di rien­tro per la resti­tuzione degli usi civi­ci alla comu­nità di Giu­lianel­lo, alla ges­tione del com­p­lesso museo/biblioteca, al finanzi­a­men­to delle colonie estive e dei prin­ci­pali even­ti cit­ta­di­ni (Carosel­lo Stori­co, Latium Fes­ti­val e Pe ì Ndò)”.

Mar­co Castaldi

Addet­to Stam­pa & OLMR