GD Frosinone su attacchi ai migranti Frosinone e Sora: grave manifestazione di intolleranza che non accettiamo

GD Frosinone su attacchi ai migranti Frosinone e Sora: grave manifestazione di intolleranza che non accettiamo

03/08/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6156 volte!

Luca Fantini

Luca Fan­ti­ni

GD Frosinone su attacchi ai migranti Frosinone e Sora

Fantini: “Una grave manifestazione di intolleranza che non accettiamo”

 I Gio­vani Demo­c­ra­ti­ci di Frosi­none e di tut­ta la provin­cia con­dan­nano fer­ma­mente l’irruzione di Cas­a­puond pres­so il cen­tro di accoglien­za migranti di Frosi­none e l’attacco pres­so il Cen­tro Car­i­tas di Sora
  “Una grave man­i­fes­tazione di intoller­an­za lon­tana dai prin­cipi di sol­i­da­ri­età e di uguaglian­za a cui si ispi­ra la nos­tra Cos­ti­tuzione — dichiara Luca Fan­ti­ni, Seg­re­tario Provin­ciale GD –. In questo atto, com­pi­u­to all’indirizzo di poco più di una venti­na di richieden­ti asi­lo, sti­pati per pochi giorni nelle tende di un cen­tro di accoglien­za provvi­so­rio, si legge, anco­ra una vol­ta, l’arrogante prete­sa di vol­er gio­care sui sen­ti­men­ti di pau­ra e di odio che muovono le forze pop­uliste di tut­ta Europa. Noi abbi­amo scel­to invece di accettare la sfi­da dell’accoglienza e dell’integrazione, una stra­da senz’altro più imper­via ed impeg­na­ti­va ma che cos­ti­tu­isce un’opportunità e che si pone in lin­ea con quel­la che è la sto­ria e con i val­ori che han­no ispi­ra­to i movi­men­ti migliori del­la nos­tra Repub­bli­ca”.
 Del­lo stes­so parere Mar­co Talli­ni, Seg­re­tario GD Frosi­none: “Il val­ore dell’accoglienza è un ele­men­to car­dine insi­to nel­la sto­ria del­la nos­tra cit­tà. Nes­sun frusi­nate con­sapev­ole delle pro­prie radi­ci e del pro­prio pas­sato può esser­si sen­ti­to rap­p­re­sen­ta­to da quel­la arro­gante e vio­len­ta man­i­fes­tazione. Solo pochi giorni fa, a Frosi­none, noi Gio­vani Demo­c­ra­ti­ci insieme ad altre sen­si­bil­ità europeiste del nos­tro ter­ri­to­rio e ai cit­ta­di­ni, abbi­amo dato vita ad un dibat­ti­to serio e costrut­ti­vo sulle prospet­tive e sulle politiche nec­es­sarie per rilan­cia­re il proces­so di inte­grazione euro­pea. È sta­to un con­fron­to fran­co ed aper­to da cui sono emer­si diver­si temi e diverse neces­sità che ovvi­a­mente riguardano anche il mod­el­lo di accoglien­za e di inte­grazione che dovrem­mo adottare. Modal­ità lon­tane anni luce da quelle uti­liz­zate da Cas­a­pound, vio­lente e minac­ciose anche nei con­fron­ti di nos­tri espo­nen­ti.”

“A Sora e Frosi­none si è scrit­ta una pag­i­na brut­tis­si­ma del­la sto­ria recente del nos­tro ter­ri­to­rio – affer­ma la Respon­s­abile Dirit­ti del­la Seg­rete­ria Provin­ciale dei Gio­vani Demo­c­ra­ti­ci Francesca Dell’Unto –. Man­i­fes­tazioni come queste non scal­fi­ran­no la nos­tra idea che sia pos­si­bile cos­ti­tuire una rete di accoglien­za che agevoli l’inclusione, all’interno del­la nos­tra soci­età, di per­sone che fug­gono da luoghi di guer­ra e per­se­cuzione in cer­ca di un’opportunità. In questo la nos­tra provin­cia può e deve rilan­cia­r­si con un ruo­lo atti­vo, siamo tut­ti chia­mati a dare un con­trib­u­to attra­ver­so l’impegno delle isti­tuzioni, del­la polit­i­ca e dei tan­ti volon­tari e oper­a­tori del set­tore che si prodigano in pri­ma lin­ea e a cui va tut­ta la nos­tra sol­i­da­ri­età”.